Renzi si sente vincitore: “Dopo non sparate alle spalle”

Pubblicato il 21 aprile 2017 da ansa

ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA. – Inizia l’ultima settimana di campagna delle primarie del Pd, essenziale per tutti e tre i candidati per mobilitare tutti i propri possibili sostenitori ai gazebo di domenica 30 aprile. Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano hanno sfoderato, negli incontri in giro per l’Italia, i loro consueti argomenti, mentre la novità è un assist involontario a Renzi da parte dell’ex presidente dell’Anm Percamillo Davigo, che lo ha paragonato a Mussolini: un attacco che, secondo i renziani, potrebbe finire per aiutarlo. Il segretario uscente del Pd mostra di sentirsi abbastanza sicuro del successo alle primarie, tanto è vero che ha già invitato ad “abbandonare lo sport di sparare alle spalle del conducente”, cioè del futuro segretario.

Andrea Orlando e i suoi sostenitori hanno invece sottolineato la necessità di una discontinuità nella leadership e nella linea del Pd, sia sui programmi che sulle alleanze. E il ministro della Giustizia ha insistito, finora inutilmente, a chiedere a Renzi un altro confronto Tv sulla Rai, oltre a quello già in programma il 26 aprile. Sandra Zampa, portavoce della mozione Orlando, ha sottolineato che se andranno ai gazebo molte meno persone dei 2 milioni del 2013, il Pd uscirebbe indebolito. Tesi respinta dai renziani e dallo stesso ex Premier il quale ha sottolineato che “le tante iniziative” dei tre candidati in giro per l’Italia sono sufficienti alla mobilitazione.

Quanto a Emiliano, ha nuovamente attaccato Renzi. Scavalcando nei toni M5s, il governatore della Puglia ha accusato il Pd (sottintendendo quello a guida Renzi) di non essersi “mai opposto davvero a mafia e corruzione”, prendendo spunto dalla norma approvata dal Consiglio dei ministri che ha tagliato parte dei poteri dell’Autorità Anticorruzione. Accusa respinta dai renziani che con Andrea Marcucci ricordano come l’Anac sia stata creata dal governo Renzi e che questi ha chiamato Raffaele Cantone.

Sulla stesso tono l’affondo di Davigo: “Gli italiani credono da sempre al pifferaio magico di turno: è stato così con Mussolini, con Berlusconi e ora anche con Renzi” ha detto durante una lectio magistralis a Pisa. Un attacco che tra i sostenitori della mozione Renzi si ritiene che possa addirittura aiutare l’ex premier. Come avveniva a suo tempo per Berlusconi, gli attacchi verbali della magistratura fanno spesso salire la simpatia degli elettori verso la “vittima” di turno.

E probabilmente nei giorni attorno alle primarie potrebbe arrivare in Commissione alla Camera il testo base della legge elettorale, che il relatore Andrea Mazziotti deve presentare. Giovedì il capogruppo in commissione, il renziano Emanuele Fiano ha aperto sulla proposta di legge della mozione Orlando, con collegi uninominali a riparto proporzionale. Fiano ha detto di puntare al premio alla lista mentre la proposta di Orlando lo attribuisce alla coalizione. Un punto dirimente che forse verrà sciolto dopo l’esito delle presidenziali francesi, che influenzeranno i trend elettorali anche in Italia.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

21:05Francia: Rihanna all’Eliseo, ‘un incontro incredibile’

(ANSA) - PARIGI, 26 LUG - "Un incontro incredibile", così la cantante Rihanna ha definito il suo colloquio all'Eliseo con "il presidente e la first lady" di Francia, Emanuel Macron e sua moglie Brigitte, che sono, ha detto, "incredibilmente cortesi". Durante i colloqui, "ci siamo concentrati sulla questione dell'insegnamento da un punto di vista globale e faremo un annuncio davvero grande il prossimo settembre, durante la settimana delle Nazioni Unite e faremo anche un ulteriore lavoro ad ottobre in Africa", ha detto ancora Rihanna, che è ambasciatrice dell'organizzazione internazionale Global Partnership for Education. Parlando con i giornalisti, la cantante ha anche affermato di essere "davvero ispirata dalla sua leadership", di Macron.

21:01Scherma: Mondiali, Italia oro nel fioretto uomini

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - L'Italia ha vinto la medaglia d'oro nel fioretto a squadre maschile che chiude i Mondiali di scherma di Lipsia. Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Alessio Foconi e Andrea Cassarà hanno battuto in finale gli Stati Uniti col punteggio di 45-41.

20:41Calcio: altro stadio targato Allianz, sarà negli Usa

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Dopo che anche la Juventus ha ribattezzato il proprio impianto 'Allianz Stadium, il colosso assicurativo tedesco darà il proprio nome anche all'arena in cui gioca il Minnesota United, una delle squadre partecipanti alla Major League Soccer nordamericana. Si chiamerà Minnesota Field ed è è previsto che la capienza venga ampliata dagli attuali 19.400 posti a 24.474. Si tratterà dell'ottavo impianto nel mondo 'targato' Allianz, dopo quelli di Bayern Monaco, Rapid Vienna, Sydney FC, Nizza, Palmeiras, Juventus e London Saracens di rugby.

20:35Calcio: Galliani, questo Milan mi piace

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - "Mi piace questo Milan. Sono un tifoso pazzo del Milan e non cambio maglia. I dirigenti passano, i presidenti passano ma la fede rimane": lo dice l'ex ad rossonero Adriano Galliani a margine della presentazione del calendario della prossima stagione di Serie A. "Bonucci? E' super", aggiunge poi con un sorriso Galliani.

20:35Calcio: Cairo, Belotti continuerà a indossare maglia Torino

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - "In Torino-Milan, sicuramente Belotti giocherà con la maglia granata": lo dice il presidente del Torino Urbano Cairo alla presentazione del nuovo calendario di Serie A, in cui il primo derby sarà proprio quello tra i granata e la Juventus. "Quella sul futuro di Belotti è una domanda che mi farete ancora, lo so. E io continuerò a dire che resta. E' un grande attaccante - continua il patron - ma il Toro non è solo Belotti. E' la punta dell'iceberg, è reduce da un campionato molto buono e mi aspetto che lo faccia altrettanto positivo in vista del Mondiale". Cairo commenta anche il sorteggio del derby con la Juventus che si giocherà alla sesta giornata: "Speriamo di non farci rimontare all'ultimo minuto come negli scorsi anni".

20:34Calcio: Marotta, Bonucci?Via campione ma rimasti tanti altri

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - "E' stata una cosa molto veloce. Scelte umane e professionali che vanno rispettate. E' andato via un campione ma e' rimasto un gruppo di campioni. Un rischio calcolato". L'ad della Juventus Beppe Marotta commenta così, alla presentazione del calendario della prossima stagione di Serie A, la cessione di Leonardo Bonucci al Milan. "Abbiamo un gruppo di difensori molti forti. Così come Bonucci si è formato da noi, abbiamo giovani interessanti che cresceranno e troveranno continuità".

20:31Calcio: Ferrero, dove va Schick? Da me che gli voglio bene

(ANSA) - MILANO, 26 LUG - ''Schick va da Ferrero che gli vuole tanto bene''. Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, a margine della presentazione del nuovo calendario di Serie A, risponde così ad una domanda sul futuro di Patrik Schick. La trattativa con la Juventus non sarebbe ancora chiusa definitivamente e sullo sfondo resta l'Inter, molto interessata al giovane attaccante. Schick però potrebbe anche restare un anno alla Sampdoria, come da richiesta di Ferrero. Il patron blucerchiato parla anche di Antonio Cassano che ha dato l'addio al calcio qualche giorno fa: ''E' un grande calciatore non credo che smetterà davvero. E' presto per perdere un talento come il suo''. Infine evita di sbilanciarsi sulla prossima stagione: ''Non faccio pronostici, il calcio è cambiamento''.

Archivio Ultima ora