Fiorentina, Sousa: “‘Con l’Inter sfida emozionante. Serve riscatto dopo Empoli”

FIRENZE. – ”Una partita bella ed emozionante che entrambe le squadre vorranno vincere”. Così Paulo Sousa ha definito la sfida di domani tra Fiorentina e Inter. In altri tempi ci sarebbe stato tanto in palio, ora l’obiettivo rimasto, affatto facile (specie per i viola), è un posto nella prossima Europa League.

”Se ci crediamo ancora? Dobbiamo continuare a credere di poter vincere ogni gara – ha detto il tecnico portoghese – Abbiamo perso tanti punti importanti spesso senza meritarlo. Proveremo a riprenderceli domani”. La Fiorentina è attesa al riscatto dopo il ko con l’Empoli che ha agitato ancor più una tifoseria da tempo insoddisfatta tanto che domani non si annuncia un Franchi gremito.

”Neppure noi siamo stati contenti dell’ultima gara pur avendola preparata bene – ha detto – Cercheremo di rifarci da subito”. Con Kalinic squalificato tocca a Babacar sostenuto da Bernardeschi (da tempo nel mirino dell’Inter) e uno tra Borja Valero e Ilicic. Ballottaggio tra Maxi Olivera e Tello mentre Sousa dopo l’allenamento davanti a gran parte della dirigenza (mancava solo Andrea Della Valle atteso domani) ha spiegato che deciderà all’ultimo su Gonzalo Rodriguez: in caso di forfait toccherà a Sanchez.

Intanto tiene banco l’ormai sicuro addio dello stesso tecnico lusitano: la Fiorentina non eserciterà l’opzione in scadenza a fine mese. ”Del futuro è giusto sia la società a parlarne, per il resto faremo ogni analisi alla fine – ha tagliato corto – Se ho mai pensato a dimettermi? Sono l’allenatore della Fiorentina fino a fine stagione e devo pensare solo al campo. Poi parlerò alla fine”.

Tra i candidati a succedergli c’è Stefano Pioli che Sousa sfiderà proprio domani: ”Se ha le doti giuste per allenare la Fiorentina? Non devo dirlo io, di certo è bravissimo nel suo lavoro”.

Condividi: