Radiografia del Monaco, prossimo avversario della Juve in Champions

Pubblicato il 21 aprile 2017 da ansa

Kylian Mbappè, Monaco

ROMA. – La definizione migliore del Monaco l’ha data Pavel Nedved dopo il sorteggio: sono giovani e veloci. Verrebbe da aggiungere anche prolifici, visto il rendimento della coppia d’attacco formata dal rinato Falcao, tornato ad essere il terrore dei portieri, e dall’ultima perla del prolifico vivaio monegasco. Si tratta del 18enne attaccante Kylian Mbappè, il più giovane a segnare 5 gol in Champions League. E’ considerato il ‘nuovo Thierry Henry’ e ha postato una foto di se stesso con Totti che, come lui, stava seguendo dal vivo il torneo di tennis a Montecarlo.

Il commento della giovanissima stella è stato “sono con una leggenda”, ma a inizio maggio più che ai romanisti dovrà pensare alla Juve, e in particolare della difesa bianconera che finora in Europa ha incassato solo due reti. L’esplosione di Mbappè ha fatto dimenticare ai tifosi del Monaco, tra i quali spicca per passione il Principe Alberto che quando può segue la squadra anche in trasferta, la cessione di un altro giovanissimo talento di scuola biancorossa, la punta 21enne Anthnoy Martial. Il club del Principato si è potuto permettere di cederlo non solo per l’alta valutazione data dallo United, ma anche perché era già pronto l’erede, che è appunto Mbappé.

Ma il Monaco, il cui portiere di riserva è l’ex juventino Morgan De Sanctis (l’altro italiano è il difensore Andrea Raggi, in biancorosso dal luglio 2012), non è solo l’attacco, che conta anche su Lemar e sul beniamino dei tifosi Germain. Parte fondamentale degli schemi dell’allenatore Jorge Mendes, che non è stato un giocatore di grido ma come tecnico ci sa fare parecchio, sono anche giocatori come Joao Moutinho, portato nel Principato, come Jardim, dal potentissimo agente Jorge Mendes (lo stesso di Cristiano Ronaldo), e Bernardo Silva, quest’ultimo oggetto delle attenzioni di molti grandi club, fra i quali la stessa Juventus. E’ un trequartista dotato di classe cristallina.

Notevole la spinta di Fabinho, nato terzino in Brasile, dove lo consideravano l’erede di Maicon, e ora utilizzato spesso come centrocampista. E’ anche uno specialista nel calciare i rigori. In difesa spicca l’altro brasiliano Jemerson, che fa coppia con il polacco Camil Glik, ex capitano e beniamino dei tifosi del Torino: per lui affrontare la Juve sarà un derby.

Esterno che va su e giù per il campo è il marocchino Nabil Dirar, che l’estate scorsa il ds della Lazio Igli Tare avrebbe voluto portare a Formello. A sinistra gioca spesso un altro brasiliano, Gabriel Boschilia, 21enne originario di Piracicaba, la città di Josè Altafini.

Il Monaco, oltre che delle proprie qualità tecniche, beneficia anche dei capitali immessi nel club dal multimilionario russo Dmitry Rybolovlev, di cui l’attuale vicepresidente del club Vadim Vasilyev è il braccio destro non solo in campo calcistico. Ha già lanciato la sfida dicendo che due anni fa, nella doppia sfida dei quarti di finale, il Monaco più che dalla Juve fu eliminato dagli arbitraggi e questo fa l’aria che attende Buffon e soci. Altro che Principato snob e poco incline alle polemiche: il calcio si vive in un certo modo anche a Montecarlo.

Ultima ora

15:25Morto dopo 3 ricoveri a Bari: pm archivia,famiglia si oppone

(ANSA) - BARI, 21 AGO - La Procura di Bari ha chiesto l'archiviazione dell'indagine sulla morte del 42enne di Cellamare Pietro Genchi, deceduto il 14 agosto 2015 dopo il ricovero in tre diversi ospedali e un intervento al cuore. Secondo la magistratura barese, nonostante i medici non avessero diagnosticato in tempo una disseccazione aortica, nessuna terapia avrebbe comunque salvato il 42enne, morto a causa di una insufficienza cardiaca di cui l'uomo soffriva da tempo. La famiglia, difesa dall'avv.Daniela Castelluzzo, annuncia che farà opposizione alla richiesta di archiviazione. Nel fascicolo erano indagati 19 medici con l'accusa di omicidio colposo, sette sanitari della clinica barese Mater Dei, altri sette dell'ospedale Fallacara di Triggiano e cinque del Policlinico di Bari. Genchi era stato ricoverato per circa venti giorni nella clinica Mater Dei, fino alla fine di luglio, a causa di disturbi respiratori. Qui i medici - secondo i consulenti della Procura - sbagliarono la diagnosi e la successiva terapia.

15:13Libano: sventato attentato aereo con Barbie-bomba

(ANSAmed) - BEIRUT, 21 AGO - Il ministro dell'Interno libanese, Nouhad al Mashnouq, ha detto oggi che i servizi di Intelligence di Beirut, in collaborazione con le autorità australiane, hanno sventato un attentato per fare esplodere in volo un aereo della Emirates, diretto dall'Australia ad Abu Dhabi, con l'utilizzo di una barbie. Mashnouq non ha precisato quando l'attentato è stato sventato, né se si tratta di un episodio simile denunciato dalle autorità australiane alla fine di luglio.

15:06Barcellona: Genova, più barriere in zone frequentate

(ANSA) - GENOVA, 21 AGO - Nuove barriere di cemento nei luoghi più frequentati da genovesi e turisti nel centro storico e sulla promenade di Genova. Lo ha stabilito il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito oggi in prefettura su indicazione del Viminale alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci, numerosi assessori e tutte le forze dell'ordine alla luce degli attentati in Spagna. Le nuove barriere saranno installate in Via Garibaldi (dove saranno protette anche alcune vie laterali), via San Lorenzo, (oltre a quelle già installate ai due ingressi), in corso Italia e al Porto Antico, dove è allo studio un sistema di barriere a scomparsa che sarà installato ad ogni ingresso carrabile. Il prefetto Fiamma Spena e gli amministratori hanno convenuto di valutare, se i tempi di approvvigionamento delle barriere non sono troppo lunghi, di installare barriere come i più eleganti cubi e le fioriere già installati in via Garibaldi a discapito dei new jersey, definiti poco compatibili con il decoro della città. "Presto - ha spiega al termine dell'incontro in prefettura l'assessore alla Sicurezza di Genova Stefano Garassino - avvieremo dei sopralluoghi per stabilire caso per caso il tipo di barriere da sistemare nei punti prescelti. I new jersey possono servire solo per un intervento tampone. Poi vogliamo installare dissuasori esteticamente più gradevoli. Al più presto interverremo per blindare anche via Sestri Ponente". (ANSA).

14:59Champions: Dante “se Nizza segna, ci sarà fuoco allo stadio”

(ANSA) - NIZZA, 21 AGO - "Tutti a Nizza attendono questa partita, in caso di gol ci sarà il fuoco allo stadio. Daremo tutto per la qualificazione". Così il brasiliano Dante, difensore dei rossoneri francesi, alla vigilia della sfida contro il Napoli per il ritorno dei playoff di Champions. "Ovviamente sarà importante non prendere gol - aggiunge -. Questa è una gara speciale, bisognerà fare il massimo per segnare delle reti e non subirne. Se mi taglierei i capelli per la qualificazione? Sinceramente no...". Inevitabile la domanda su Balotelli e Sneijder, suoi compagni di squadra: domani ci saranno? "Wesley è un grande calciatore, a lui piace giocare ed è motivato dal Mondiale del prossimo anno - risponde Dante sul primo -. Vuole migliorare col Nizza. Balotelli lo vedo motivato".

14:50Champions: Mertens in dubbio, ma va a Nizza

(ANSA) - NAPOLI, 21 AGO - Seduta differenziata per Dries Mertens per motivi precauzionali dopo la botta presa a Verona al quinto dito del piede sinistro. L'attaccante belga si è comunque unito al gruppo dei compagni di squadra per la trasferta di Champions League a Nizza ma la sua presenza è in dubbio. Il Napoli si è allenato stamattina a Castel Volturno prima della partenza per Nizza dive domani sera affronterà il ritorno del playoff europeo. Questa la lista dei convocati di Sarri: Reina, Rafael, Sepe, Albiol, Chiriches, Ghoulam, Hysaj, Koulibaly, Maksimovic, Maggio, Mario Rui, Jorginho, Allan, Diawara, Hamsik, Rog, Zielinski, Giaccherini, Callejon, Ounas, Insigne, Mertens, Milik.

14:41Malore in spiaggia, morto ex agente “Faccia da mostro”

(ANSA) - MONTAURO (CATANZARO), 21 AGO - E' morto stamani stroncato probabilmente da un malore Giovanni Aiello, l'ex poliziotto della Mobile di Palermo con passato nei servizi, conosciuto come "faccia da mostro". L'uomo, che da anni viveva a Montauro, sulla costa ionica catanzarese, è deceduto tra i bagnanti mentre cercava di portare a riva la propria barca. Dopo avere tirato su l'imbarcazione assieme ad altri bagnanti che lo hanno aiutato Aiello si è accasciato esanime. Aiello, che aveva 71 anni, è stato soccorso immediatamente dalle persone che si trovavano nella spiaggia. E' stato anche utilizzato un defibrillatore, recuperato in una struttura balneare vicina, ma non c'è stato nulla da fare. La mostre potrebbe essere stata causata da un infarto. Nei giorni scorsi il suo nome era tornato alla ribalta per i presunti rapporti con Bruno Contrada, nell'ambito di una inchiesta della Procura di Reggio Calabria che indaga su un patto stretto tra 'ndrangheta e Cosa nostra, negli anni delle stragi, per destabilizzare lo Stato.

14:37Ius soli: Salvini, se Papa vuole, lo faccia in Vaticano

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - "Papa Francesco: 'Sì allo ius soli'. Se lo vuole applicare nel suo Stato, il Vaticano, faccia pure. Ma da cattolico non penso che l'Italia possa accogliere e mantenere tutto il mondo. A Dio quel che è di Dio, a Cesare quel che è di Cesare. Amen. #stopinvasione"". Così su Facebook il segretario della Lega Matteo Salvini commenta le parole del Papa.

Archivio Ultima ora