Giro d’Italia: nel regno di Nibali sprint di Gaviria

Pubblicato il 10 maggio 2017 da ansa

Fernando Gaviria della QuickStep – Floors taglia vittorioso il traguardo a Cagliari.
ANSA/Dario Belingheri

MESSINA. – Dalla Sardegna alla Sicilia, da Cagliari a Messina. Nel regno di Vincenzo Nibali, il colombiano Fernando Gaviria ha concesso il bis, aggiudicandosi la seconda volata su tre, dopo quella vinta prepotentemente a Cagliari, nella 3/a tappa. Lo sprinter della Quick-step Floors è letteralmente volato sul rettilineo finale di via Garibaldi, a un passo di un mare che più azzurro non si può, mettendo la propria ruota davanti a quella del giovane Jakub Mareczko, detto ‘Kuba’.

L’azzurro ha sperato fino all’ultimo di regalare il primo successo del Giro numero 100 all’Italia, ma è rimasto indietro. E’ caduto in piedi, ma è rimasto all’asciutto. Il lussemburghese Bob Jungels ha conservato senza stenti la maglia rosa ed è apparso fra i più sorridenti di questa ultima pagina siciliana di un Giro ancora tutto da decifrare.

In una Messina tutta schierata per lui, Nibali, come tutti gli altri uomini di classifica, è rimasto al coperto e si è fatto vedere solo al termine della tappa, salendo sul palco delle interviste e scatenando l’entusiasmo dei propri sostenitori. Uno ‘Squalo’ sottotraccia, quasi invisibile, ma sempre presente.

“Anche ieri e stamattina, alla partenza di Pedara, mi hanno accolto con grandissimo calore – le parole del messinese, eroe dei pedali e delle isole -: a prescindere da quello che sarà il risultato finale, restano questi attestati di stima. Che dire? Non possiamo far altro che aspettare il responso della strada”.

Lo ‘Squalo’ è prudente e, come al solito, evita proclami, preferendo aspettare, nell’impossibilità di distinguere tra apparenza e finzione. Nibali sta bene, è in forma, tirato ma, come un eroe pirandelliano, è angosciosamente ambiguo e sconcertante, quasi paradossale. Lo rimarrà almeno fino al Blockhaus, c’è da giurarci.

Ieri aveva regalato uno scattino, forse per inseguire un piccolo sogno rosa, e catapultarsi nella ‘sua’ Messina da leader assoluto, oggi si è goduto una tappa costruita attorno a lui e ai suoi ‘Can-Nibali’. ‘Nibali orgoglio di Sicilia’, ‘Come Nibali nessuno mai’, ‘Nibali contro tutti’, striscioni che hanno colorato una tappa che era partita stamattina dalle pendici dell’Etna ed è caratterizzata da una fuga a due ideata da Eugeny Shalunov (Gazprom Rusvelo) e Maciej Paterski (Ccc Sprandi).

Un attacco immediato e concluso a 15 chilometri dall’arrivo. A un certo punto, nell’unico passaggio sotto il traguardo prima dell’arrivo, Luka Pibernik si è involato ed è passato per primo, credendo di avere vinto la tappa: ha alzato le braccia in segno di vittoria, ma è stata solo un’illusione, una falsa vittoria. Il corridore del Bahrain-Merida si è voltato indietro e ha visto che il gruppo lo stava superando. Il suo volto frustrato, gli occhi bassi, la voglia di piangere, sul traguardo, erano l’unica raffigurazioe di un’illusione-delusione per una vittoria mai conquistata.

Il Giro si appresta adesso a salutare la Sicilia e a varcare lo Stretto, per risalire lo stivale e avvicinarsi alla tappa che farà da spartiacque. Sul Blockhaus, domenica, ci sarà da lottare e da soffrire; il gigante della Maiella costringerà i big a togliersi la maschera e a dichiararsi. Come un Romeo impavido.

(dell’inviato Adolfo Fantaccini/ANSA)

Ultima ora

19:53Attore Diele: pm dispone nuovi esami tossicologici

(ANSA) - SALERNO, 28 GIU - Domenico Diele dovrà ripetere gli esami tossicologici, questa volta con un prelievo di materiale cheratinico, come i capelli. Lo ha disposto il pm della procura della repubblica di Salerno, Elena Cosentino, che ha notificato un avviso sia all'indagato per omicidio stradale aggravato, sia ai familiari di Ilaria Dilillo, la 48enne travolta dall'attore lungo l'autostrada A2 del Mediterraneo all'altezza dell'uscita di Montecorvino Pugliano (Salerno). L'accertamento tecnico irripetibile si svolgerà venerdì prossimo. Diele, pur avendo ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari, resta nel carcere di Salerno - Fuorni, dove si trova ormai da sabato scorso, perché non è ancora stato trovato un braccialetto elettronico, misura necessaria per il trasferimento ai domiciliari.

19:50Indagato dirigente Turismo Torino

(ANSA) - TORINO, 28 GIU - Dopo il presidente Maurizio Montagnese c'è un secondo indagato nella partecipata comunale Turismo Torino in uno dei procedimenti aperti dalla magistratura per i fatti del 3 giugno in piazza San Carlo. E' Danilo Bessone, responsabile del servizio di prevenzione e protezione, che nei prossimi giorni sarà ascoltato dagli inquirenti. "Nonostante tutto quello che si dice - commenta il suo legale, l'avvocato Anna Ronfani - noi siamo convinti che a Torino esista la serenità. Che si accerterà la verità e che si avrà giustizia. Una giustizia che nel nostro tribunale non verrà mai meno". Nuove denunce sono state presentate in procura a Torino da persone rimaste ferite. Alcune contengono la richiesta di avviare indagini per accertare le eventuali responsabilità del sindaco, del questore e del prefetto. Una delle querele è di un trentacinquenne che ha riportato la frattura di un femore. Le denunce non comportano automaticamente l'iscrizione nel registro degli indagati.(ANSA).

19:47Corea Nord minaccia ex presidente Seul

(ANSA) - SEUL, 28 GIU - La Corea del Nord ha minacciato di uccidere l'ex presidente sudcoreana Park Geun-hye e l'ex capo del National Intelligence Service, Nis, Lee Byoung-ho, entrambi accusati da Pyongyang di avere ideato un piano per assassinare il leader supremo leader Kim Jong-un. Lo ha reso noto l'agenzia di stampa ufficiale nordcoreana. Pyongyang ha avvertito che entrambi saranno "giustiziati" e riceveranno una "morte miserevole da cani con qualunque metodo a partire da adesso". La Corea del Nord ha richiesto a Seul di consegnarli. Non è la prima volta che la propaganda nordcoreana si lancia in accuse simili. Lo scorso maggio Pyongyang aveva accusato gli Usa e gli 007 sudcoreani di avere cercato di uccidere Kim Jong-un con armi biochimiche.

19:10Londra: polizia, circa 80 morti in incendio Grenfell Tower

(ANSA) - LONDRA, 28 GIU - E' di "circa 80 morti" il bilancio delle vittime nell'incendio della Grenfell Tower di Londra. Lo ha detto la polizia della capitale britannica, che non può ancora fornire un bilancio definitivo per le difficoltà incontrate nel recupero e l'identificazione dei corpi.

19:05Russia-Germania: Lavrov a Berlino il 13 luglio

(ANSA) - MOSCA, 28 GIU - Il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov sarà a Berlino il 13 luglio per la cerimonia di chiusura dell'Anno di scambi giovanili bilaterali tra Russia e Germania a cui parteciperà anche il capo della diplomazia tedesca Sigmar Gabriel: lo ha annunciato lo stesso ministro degli Esteri russo, citato dall'agenzia Interfax.

19:05Oltre 40 mila beni culturali in Italia a rischio alluvione

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Piazza Navona e il Pantheon a Roma, la basilica di Santa Croce e il Battistero a Firenze: ci sono anche veri e propri gioielli del patrimonio storico culturale italiano tra i beni culturali presenti nel nostro paese che potrebbero essere sepolti o distrutti da alluvioni e frane. La mappa delle bellezze italiane esposte ai rischi naturali è stata realizzata dall'Ispra e presentata nel corso di un convegno organizzato da Italiasicura, la struttura del governo contro il dissesto idrogeologico che ha messo a punto un piano di interventi per la messa in sicurezza dell'intero territorio italiano, con 10 mld a disposizione e 1.500 cantieri in corso o ultimati. Dalla mappa emerge che i beni culturali a rischio alluvione, nello scenario massimo, sono complessivamente 40.393 mentre quelli a rischio frane sono 38.829, di cui 10.909 nelle classi a pericolosità elevata e molto elevata. Quasi ottantamila opere d'arte in migliaia di borghi e città. Più di tremila sono a Roma e quasi 1.300 a Firenze.

19:03Usa: in estate al via prototipi per il muro col Messico

(ANSA) - NEW YORK, 28 GIU - Al via una nuova fase nella costruzione del muro anti-clandestini al confine con il Messico voluto dal presidente Donald Trump. Ronald Vitiello, vice commissario in pectore della US Customs and Border Protection, ha affermato che quest'estate verranno scelte da 4 a 8 società, che avranno 30 giorni di tempo per costruire i prototipi della barriera. La proposta di Trump per il bilancio 2018 comprende 1,6 miliardi di dollari per la costruzione di una parte di muro nella Rio Grande Valley, in Texas, e a San Diego, in modo di proseguire la porzione di recinzione già esistente. Il tycoon ha rivelato l'intenzione di installare pannelli solari sulla barriera, un progetto che a suo parere permetterà di ripagare il muro. E l'idea compare anche nel prototipo realizzato dalla Gleason Partners LLC di Las Vegas, secondo cui la vendita dell'elettricità prodotta dai pannelli solari permetterebbe di ripagare i costi in meno di 20 anni.

Archivio Ultima ora