Financial Times: “Il populismo italiano innervosisce gli investitori dell’eurozona”

Photo: Bodo Marks
Photo: Bodo Marks

BRUXELLES. – Il sospiro di sollievo tirato dai mercati finanziari dopo la vittoria di Macron in Francia, di Rutte in Olanda e di Van der Bellen in Austria ha già lasciato il posto a una nuova fonte di rischio: l’ascesa del M5S in Italia. E’ quanto scrive il ‘Financial Times’ in un’analisi dei mercati, secondo cui “molti dei principali investitori europei stanno ora rivolgendo la loro attenzione a un altro rischio per i loro portafogli che sta rapidamente acquistando slancio: l’ascesa del Movimento 5 Stelle in Italia, e il suo potenziale di sovvertire il blocco economico”.

La “preoccupazione”, scrive il Ft che si basa sulle osservazioni di diversi analisti finanziari, è che il M5S “possa vincere le prossime elezioni”. Per esempio il direttore di Eurasia Group Mujtaba Rahman, citato dal Ft, afferma infatti che “il più grande rischio in Europa è l’Italia”, dove le condizioni attuali economiche, politiche e sociali sono “una ricetta per una grande crisi per cui siamo molto preoccupati”, e “la nostra opinione per ora è che il M5S vincerà le elezioni l’anno prossimo”.

Anche per Philip Poole, responsabile per la ricerca al Deutsche Asset Management, e per la manager della britannica Schroders, l’Italia “in termini politici deve essere il prossimo grande rischio all’orizzonte”.