Facebook punta sulle dirette sportive, accordo in Usa per baseball

ROMA. – Facebook stringe un accordo con la Major League Baseball americana per trasmettere in diretta sul social network alcune partite di quello che è considerato il campionato di baseball più importante del mondo. L’intesa con la Mlb svela le intenzioni serie della compagnia sui diritti sportivi, intenzioni condivise anche da altre internet company come Twitter e Amazon. Per tutte la strategia più ampia è il potenziamento delle dirette video – golose in termini pubblicitari – che si estendono anche alle partite disputate in salotto, ai videogiochi.

In base all’annuncio, Facebook trasmetterà 20 incontri, uno ogni venerdì partendo da questa settimana con il match tra i Colorado Rockies e i Cincinnati Reds. Le partite saranno fruibili in diretta, negli Usa, sulla pagina Facebook della Mlb. Facebook non è l’unico colosso del web a scommettere sui video sportivi: il mese scorso Amazon ha siglato un accordo per trasmettere gli incontri della National Football League, strappandoli a Twitter che se li era accaparrati nel 2016.

Dal canto suo, il social dei cinguettii ha un’intesa con la lega di Baseball simile a quella di Facebook, anche se su match diversi, e in questi giorni ha firmato con la Women’s National Basketball Association, lega professionistica di pallacanestro femminile.

Per Facebook si tratta dell’accordo più prestigioso messo a segno finora nel filone sportivo, dove di recente si è aggiudicato i diritti per il calcio statunitense e messicano, il ping-pong e il CrossFit (uno sport agonistico di fitness diffuso negli Stati Uniti).

Operazioni, queste, che vanno in direzione apparentemente opposta rispetto a quanto dichiarato dal fondatore Mark Zuckerberg solo il mese scorso, quando aveva definito “non un obiettivo di lungo termine” l’acquisto di diritti sportivi. E il social blu non guarda soltanto allo sport comunemente inteso, ma anche agli eSports, e cioè alle sfide ai videogiochi. La società ha infatti siglato un accordo con la Esl, l’Electronic Sports League, per trasmettere i tornei di videogame.

Come parte del contratto, ogni settimana ci saranno 30 ore di live streaming dedicate al torneo del gioco “Counter-Strike”, una sparatoria militare virtuale che coinvolge 300 giocatori europei e nordamericani intenzionati a mettere le mani sui 40 mila euro di premi mensili in palio.

Anche sul versante dei videogiochi Facebook non arriva per prima: Twitter e YouTube hanno intese simili con Esl, mentre Amazon possiede Twitch, la piattaforma leader del settore.

(di Laura Giannoni/ANSA)