Famiglia, arriva il “Buono Nido”: mille euro per le rette

Pubblicato il 23 maggio 2017 da ansa

ROMA. – “Un’ altra importante misura strutturale a favore delle famiglie”: così il ministro della Famiglia, Enrico Costa, ha annunciato il varo del ‘Buono Nido’, nuovo provvedimento messo a punto dal governo per aiutare le famiglie del nostro Paese. La forma di agevolazione, ha aggiunto il ministro, fa la sua comparsa dopo l’entrata in azione del bonus ‘Mamma Domani’, che in appena due settimane ha superato l’asticella simbolica delle 100 mila richieste.

Il ‘Buono Nido’ sarà quindi una misura strutturale che verrà inserita in legge di bilancio, ha spiegato ancora Costa. Le famiglie con bambini nati o adottati dal primo gennaio 2016 e con meno di tre anni potranno presentare domanda dal prossimo 17 luglio fino al 31 dicembre per ottenere il bonus per la frequenza degli asili nido pari a 1.000 euro annui, ha precisato l’Inps, e la domanda dovrà essere presentata per via telematica, con un apposito Pin o tramite il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico del chiamante) o attraverso i patronati.

Il beneficio spetta ai genitori di minori nati o adottati dall’1 gennaio 2016, residenti in Italia, cittadini italiani o comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, ovvero di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Ue. Ai cittadini italiani sono equiparati quelli stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria.

Per il Buono Nido sono stati stanziati 144 milioni per il 2017, 250 milioni per il 2018, 300 per il 2019 e 330 milioni a decorrere dal 2020. Per ogni retta mensile pagata e documentata, il genitore avrà diritto a un contributo mensile di importo massimo di 90,91 euro (i 1.000 euro vengono infatti distribuiti su 11 mensilità).

In ogni caso il contributo mensile erogato dall’Inps non potrà eccedere la spesa sostenuta per il pagamento di ogni singola retta, quindi nel caso in cui la retta mensile fosse inferiore a 90,91 euro il richiedente avrà diritto a un contributo pari alla spesa sostenuta.

Nel nostro Paese, secondo gli ultimi dati Istat disponibili, nell’anno scolastico 2013/2014 ammontava a 13.459 l’offerta di asili nido e di altri servizi socio-educativi disponibili per la prima infanzia, di cui il 35% pubblico e il restante privato. Per i servizi socio-educativi per la prima infanzia i Comuni nel 2013 hanno stanziato 1 miliardo e 559 milioni, il 3% in meno rispetto a un anno prima. Inoltre, tra il 2003 e il 2013 la parte di spesa a carico delle famiglie è passata dal 17,5 al 20% della spesa comunale totale per gli asili nido.

Al Centro-Nord i posti censiti nelle strutture pubbliche e private coprono il 28,2% dei bimbi con meno di 3 anni, nel Mezzogiorno l’11,5%. Altro dato significativo riguarda l’accoglienza in servizi comunali o finanziati dai Comuni, cosa che accade per il 17% dei bambini a centro-nord e solo per uno striminzito 5% a Sud.

Ultima ora

17:21D’Alema, Moscovici? Pensi a suo partito quasi scomparso

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Sono amico di Pier, ma in Francia il suo partito è quasi scomparso, forse dovrebbe essere quella ora la sua principale preoccupazione... Io sono appassionatamente europeista ma l'Europa non recupera il suo consenso se non cambia. Ma è possibile che in Europa ci sia ancora una sorta di paradiso fiscale come il Lussemburgo? Almeno si punti all' armonizzazione fiscale". Lo afferma Massimo D'Alema ospite della trasmissione "In mezz'ora in più" su Rai3 commentando le dichiarazioni di Moscovici sull'Italia.

17:19Raggi: legalità punto fermo, c’è riconoscimento Anac

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Legalità, trasparenza e lotta alla corruzione sono punti fermi per la nostra amministrazione". Lo scrive su Fb la sindaca di Roma Virginia Raggi che annuncia: "Abbiamo investito energie nel tavolo tecnico congiunto con l'Autorità Nazionale Anti-Corruzione. Finalmente si raccolgono i primi risultati. E sono positivi. Nella relazione conclusiva sul lavoro svolto dal Tavolo, l'Anac ha espresso apprezzamento per gli importanti e i significativi risultati raggiunti". In particolare per "l'aumento del numero di gare a evidenza pubblica". "Misure efficaci" in materia di anticorruzione nell'ambito del piano triennale di prevenzione. "Azioni correttive" "di particolare rilievo" intraprese sul "sistema di governance delle società partecipate dal Comune". Permanere di "criticità" sulla "centralizzazione degli acquisti", sulla "rotazione del personale", su una "elevata ed anomala cancellazione di Cig", cioè i codici identificativi di gara negli appalti. Sono alcuni degli aspetti messi in luce dall'Anac.

17:08Procura Spagna,arrestare Puigdemont se va in Danimarca

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - La procura spagnola chiederà l'attivazione di un mandato di arresto europeo contro l'ex presidente della Generalitat della Catalogna, Carles Puigdemont, se domani andrà in Danimarca, dove ha in programma di partecipare ad un dibattito all'Università di Copenhagen. Lo riferisce El Pais, citando un comunicato della procura, in cui si spiega che si vuole chiedere alle autorità danesi l'arresto e la consegna alla Spagna della "persona indagata". Puigdemont è in auto esilio a Bruxelles.

16:40Sms ingiuriosi e diffamazione in articolo, Sgarbi condannato

(ANSA) - MILANO, 21 GEN - Contrariato da un articolo sul Corriere della Sera che criticava il Padiglione Italia della Biennale di Venezia del 2011, da lui curato, il critico d'arte e politico Vittorio Sgarbi prima ha iniziato a scrivere sms con parolacce e offese all'autore del pezzo pubblicato, il giornalista Sebastiano Grasso, e poi in un articolo su Il Giornale, ha usato nei confronti del recensore considerazioni da lui ritenute diffamatorie. Ora il Tribunale di Milano, giudice Nicola Di Plotti, in sede civile, lo ha condannato a una pena pecuniaria per ingiuria e diffamazione a mezzo stampa. E inoltre alla pubblicazione, a proprie spese, di un estratto della sentenza sul Corriere della Sera che avverrà domani. La notizia è stata resa nota dall'avvocato Biagio Cartillone, patrocinante di Grasso già responsabile delle pagine dell'arte sul quotidiano di via Solferino, che ha prodotto integralmente la sentenza.

16:30Calcio: furia Insegne dopo sostituzione, Sarri ‘stai zitto’

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - C'è una piccola nube nella vittoria del Napoli a Bergamo. 'Colpa' del siparietto polemico andato in onda al 29' del secondo tempo quando il tecnico azzurro Maurizio Sarri, con la sua squadra avanti 1-0, ha deciso di sostituire Insigne con Hamsik. Ma il giocatore non la prende bene e mentre si avvia verso la panchina si lascia scappare un 'vaffa', ripreso dalla telecamere come ricostruisce anche Sky, con Sarri che lo redarguisce immediatamente dicendogli un eloquente: "Siediti, e stai zitto".

16:29Rapporto di Israele, aumenta l’antisemitismo in Europa

(ANSAmed) - TEL AVIV, 21 GEN - Un aumento negli "incidenti razzisti" in Europa contro gli ebrei. Lo segnalano i dati di un rapporto del Ministero della Diaspora - retto da Naftali Bennett - relativo al 2017 e ripreso oggi dai media. Secondo il rapporto, l'aumento ha raggiunto il 78% "di violenza contro gli ebrei" in Gran Bretagna, mentre in Francia uno ogni tre "incidenti razzisti" è diretto contro gli ebrei che nel paese sono meno dell'1% della popolazione. Per i dati, in Ucraina il numero degli incidenti "è raddoppiato" e più del 50% dei profughi in Europa ha "opinioni antisemite".

16:17Sci: cdm, Kristoffersen vince slalom Kitzbuehel

(ANSA) - KITZBUEHEL, 2 GEN - Sotto una fitta nevicata, lo slalom speciale di cdm di Kitzbuehel e' stato vinto in 1.48.49 dal norvegese Henrik Kristoffersen. Per lui, a 23 anni, è il 16/o successo in carriera ma soprattutto ha battuto in casa l'austriaco Marcel Hirscher, secondo in 1.49.46. Terzo lo svizzero Daniel Yule in 1.49.84. Per l'Italia ancora una gara non esaltante. Il migliore è stato Manfred Moelgg 9/o in 1.51.28 seguito da Stefano Gross 11/o in 1.51.40 . Chiude Tommaso Sala 22/o in 1.53.65.

Archivio Ultima ora