Istituto Italo Latino Americano riparte, nuovo foro di dialogo

Il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, il Presidente dell'IILA e Ambasciatore di Colombia, Juan Mesa Zuleta ed il Segretario Generale dell'IILA, Donato Di Santo.
Il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, il Presidente dell’IILA e Ambasciatore di Colombia, Juan Mesa Zuleta ed il Segretario Generale dell’IILA, Donato Di Santo.

ROMA. – Riassesto finanziario; ricollocazione dell’organizzazione a livello internazionale quale foro di dialogo politico-istituzionale; ripresa del ricco patrimonio di collaborazioni e contatti con le altre organizzazioni internazionali: l’Istituto Italo-Latino-Americano (IILA) riparte. A spiegare a Roma in una conferenza stampa il programma di rilancio dell’organismo intergovernativo di cui fanno parte l’Italia e le 20 Repubbliche latinoamericane, è il segretario generale, Donato Di Santo, a cento giorni dalla sua nomina.

“Uscito dalla gravissima crisi finanziaria”, ha detto Di Santo, e a ”cinquant’anni dalla sua nascita, l’Istituto, o meglio, ”l’organizzazione internazionale in cui siedono i governi di 21 Stati”, intende rilanciare la propria attività a livello globale. In primis ravvivando le collaborazioni già esistenti e attingendo al grande patrimonio di contatti avviati nel corso dei decenni grazie alla lungimiranza dei rappresentanti istituzionali dell’epoca, ha precisato il segretario generale.

Fra le azioni di rilancio, prosegue, il rinnovo dell’accordo quadro firmato il 17 maggio scorso con la Fao e l’incontro dei membri del Consiglio dei Delegati dell’IILA, il 27 aprile scorso con il presidente della repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del cinquantenario della fondazione dell’organizzazione.

Per il futuro, ”abbiamo chiesto che nel prossimo vertice Ue-Celac (che riunisce Europa, America latina e Caraibi) e che si terrà a Bruxelles il 10-11 giugno prossimo) ci sia anche l’IILA”.

Uno sforzo che parte dalla convinzione che anche l’ILLA possa dare il suo contributo sullo scenario internazionale. Fra gli eventi previsti per i cinquant’anni della fondazione dell’organismo per raccontarne la storia, fa sapere Di Santo, ”ci saranno un convegno rievocativo organizzato il 15 giugno prossimo a Montecitorio e una mostra fotografica itinerante che a settembre partirà dall’Italia per poi giungere nei 20 Stati membri che racconterà la storia della organizzazione intergovernativa”.

Il 4 ottobre, poi, ”a Santiago del Cile organizzeremo invece un forum delle Pmi dei Paesi membri dell’IILA”. Cooperazione politica, economica, ma anche scientifica e culturale tra Italia e Paesi latinoamericani grazie alla creazione di un ”Gran Premio per la collaborazione scientifica” e di una rete di collaborazione tra scientifici italo-latinoamericani e esposizioni in cui a essere esposte saranno opere di artisti del continente e italiani.