Nyt, Russia cerca di colmare in Italia lo spazio lasciato dagli Usa

L'ambasciatore russo Sergey Razov, con il presidente emerito Giorgio Napolitano.
L’ambasciatore russo Sergey Razov, con il presidente emerito Giorgio Napolitano.

NEW YORK. – La Russia cerca di ‘colmare’ lo spazio lasciato libero dagli Stati Uniti nella “vulnerabile Italia”: la Russia “corteggia assiduamente l’Italia, un paese che una volta aveva il maggiore partito comunista fuori dal blocco sovietico”. Lo riporta il New York Times, notando come il presidente Donald Trump ha lasciato l’ambasciata in Italia senza ambasciatore per il momento, al contrario della Russia.

L’ambasciatore russo in Italia, Sergey Razov, è invece molto attivo e sta cercando di instaurare rapporti con i politici. “Ma il timore fra i funzionari americani, europei e italiani è che la Russia stia usando la stessa influenza dietro le quinte che ha usato negli Stati Uniti e altrove” mette in evidenza il New York Times, precisando che l’ex premier Matteo Renzi si è lamentato privatamente con le sue controparti sull’ingerenza della Russia nella politica italiana sostenendo i partiti anti-establishment.