Calcio venezuelano: Carabobo, Caracas, Deportivo La Guaira e Monagas in semifinale

Rafael Arace
Rafael Arace

CARACAS – L’octagonal conosce già i semifinalisti: Carabobo, Caracas, Deportivo La Guaira e Monagas lotteranno per portare a casa la coppa del Torneo Apertura.

Il primo a timbrare il biglietto è stato il Monagas che ha espugnato il campo La Carolina battendo per 1-3 lo Zamora. La gara di Barinas si era messa subito in discesa per i padroni di casa grazie al rigore trasformato da Ricardo Clarke (6’). Poi la squadra allenata da Francesco Stifano ha sfiorato in diverse occasioni il 2-0, ma senza centrare la porta degli orientali. Nella ripresa, il Monagas ha ribaltato la situazione grazie ai gol di Daniel Febles (69’), Luis González (70’) ed Anthony Blondell che a sette minuti dal termine ha inflitto il definitivo colpo del ko.

Per i bianconeri di Barinas il match aveva un sapore speciale, in quanto nei giorni scorsi il mister di origine italiana aveva annunciato che lascerà la squadra al termine del Torneo Apertura. Lo Zamora sotto la guida tecnica di Francesco Stifano ha conquistato la sua terza estrella dopo aver battuto nella finale scudetto lo Zulia, in precedenza aveva portato a casa la Coppa del Torneo Adecuación. Con l’eliminazione al primo turno dell’octagonal termina il secondo miglior ciclo nella storia dello Zamora, qui Stifano in 90 panchine ha ottenuto: 47 vittorie, 21 pareggi e 22 sconfitte. Gli Stifano Boys hanno segnato 143 reti e ne hanno súbito 96.

A Valencia il Carabobo ha ribaltato la situazione contro l’Aragua battendolo per 2-0. Per i granata sono andati a segno Maurice Cova (15’) e Tommy Tobar (38’). Con questo risultato continua il momento no dell’Aragua sul campo del Misael Delgado non vince da 3127 giorni, dal 19 novembre del 2008: quel giorno i giallorossi s’imposero per 1-3. In semifinale sfiderà il Monagas, andata a Maturín e ritorno a Valencia.

Dal canto suo, il Deportivo La Guaira dell’italo-venezuelano Eduardo Saragò ha pareggiato 2-2 sul campo del Deportivo Táchira. I primi a sbloccare il risultato sono stati i gialloneri con il guizzo vincente di José Reyes (10’), gli arancioni hanno trovato il pari grazi ad una palombella di Zamir Valoyes (27’). Si va al riposo sull’1-1.

Nella ripresa il Táchira si riporta in vantaggio con Jesús González (64’). Con questo risultato, i padroni di casa si qualificavano per la fase successiva, ma all’82esimo un gol di Diego Meleán ha fatto calare il gelo sullo stadio Pueblo Nuevo. I ragazzi di Santiago Escobar hanno tentato in tutti i modi il gol del 3-2 che avrebbe consentito ai gialloneri di giocarsi il pass ai calci di rigore, ma la rete non è mai arrivata. Come piccolo dato curioso, in tutto il Torneo Apertura, la formazione andina ha subito 20 reti e sette di queste le ha ricevute contro il Deportivo La Guaira.

Nel Deportivo Táchira, l’italo-venezuelano Edgar Pérez Greco ha giocato l’intera partita. Nell’altra sponda a rappresentare la nostra collettività ci hanno pensato Vicente Suanno (ha giocato 77’ al suo posto è subentrato Edwin Aguilar), Francisco La Mantía e sulla panchina Eduardo Saragò.

A Puerto La Cruz, il Caracas ha pareggiato 0-0 contro il Deportivo Anzoátegui e si è qualificato per la fase successiva dove affronterà il Deportivo La Guaira.

Sul campo del José Antonio Anzoátegui hanno rappresentato la nostra collettività Rubert Quijada Fasciana, Miguel Mea Vitali (che ha giocato 60 minuti, al suo posto un altro italo-venezuelano Gabriele Rosa) e Rafael Arace Gargano (in campo per 79’ al suo posto è subentrato Edwuin Pernía)

(Fioravante De Simone)

Condividi: