Ronaldo dalla Champions ai guai con il fisco, rischia il carcere

Pubblicato il 13 giugno 2017 da ansa

Cristiano Ronaldo . EPA/ANTONIO COTRIM

MADRID. – Guai, e anche grossi, in vista per Cristiano Ronaldo: la procura di Madrid lo ha denunciato per una presunta ‘frode fiscale’ per il mancato pagamento di 14,7 milioni di euro sui diritti d’immagine al fisco spagnolo fra il 2011 e il 2014. L’accusa è pesante. La star portoghese – da poco vincitore con il Real Madrid della Champions contro la Juventus e più vicino che mai a un nuovo Pallone d’Oro – avrebbe evaso in forma “consapevole e volontaria” imposte per 1,39 milioni nel 2011, 1,66 nel 2012, 3,20 nel 2013 e 8,50 nel 2014.

Questo grazie a una struttura di società in Irlanda e nel paradiso fiscale delle Isole Vergini Britanniche creata nel 2010, un anno dopo il suo arrivo al Real Madrid, che gli consentiva di “nascondere all’Agenzia delle Entrate redditi generati in Spagna per i diritti d’immagine”. Secondo l’inchiesta Footbal-Leaks sarebbero così stati dirottati 150 milioni di euro.

Ronaldo, 32 anni, è accusato di quattro reati fiscali. Secondo la stampa spagnola rischierebbe, se ritenuto colpevole, fra uno e 7 anni di carcere. Leo Messi, giudicato per una analoga frode fiscale sui diritti d’immagine per 4,1 milioni, nel 2016 è stato condannato a 21 mesi. Non è andato in carcere perchè senza precedenti penali, e perchè la pena è inferiore ai due anni. Secondo La Vanguardia se si applicasse a Ronaldo il metro usato per Messi la condanna sarebbe di 28 mesi e il portoghese potrebbe finire in prigione.

Per il sindacato dei funzionari del fisco Ronaldo rischia fra 21 e 32 mesi. Una ipotesi però ancora non proprio dietro l’angolo. Il tribunale deve decidere entro sei mesi se incriminare o meno il portoghese e rinviarlo a giudizio. Poi si andrebbe al processo e a una sentenza, non prima del 2018 o del 2019.

Nella denuncia presentata al tribunale di Pozuelo di Alarcon – giusto in tempo per evitare la prescrizione che sarebbe scatatta il 31 giugno – la procura fa un riferimento esplicito alla giurisprudenza della sentenza Messi. La star portoghese è solo l’ultimo calciatore della Liga a finire nel mirino del fisco spagnolo – dopo Messi, Neymar, Falcao, Alves, Mascherano o Di Maria – sotto il nuovo governo Rajoy-bis, che con la riforma fiscale del 2016 ha seppellito la ‘legge Beckham’ pensata per attrarre star multimilionarie straniere nel calcio spagnolo, con un tasso dimezzato, quasi ‘sociale’, di imposizione al 24%.

(di Francesco Cerri/ANSA)

Ultima ora

21:15Ragazzo italiano accoltellato a morte a Londra

(ANSA) - LONDRA, 26 GIU - Un ragazzo italiano, Pietro Sanna, di origini sarde, é stato accoltellato a morte nelle ultime ore a Londra. Lo riferiscono fonti investigative in Gran Bretagna. Il consolato generale italiano, come é stato riferito all'ANSA, é in contatto sia con la famiglia della vittima, sia con la polizia, che sta indagando per fare luce sull'episodio. Non ancora chiare, secondo Scotland Yard, le cause e le circostanze esatte dell'accaduto.

21:00Germania: coalizione Cdu-Fdp in Westfalia, apripista Berlino

(ANSA) - BERLINO, 26 GIU - In Germania torna di moda il nero-giallo. La Cdu di Angela Merkel e i liberali hanno firmato un patto di coalizione per il governo del Land Nordreno- Westfalia, governato precedentemente da socialdemocratici e verdi, clamorosamente sconfitti alle ultime amministrative. Armin Laschet (Cdu) e Christian Lindner (Fdp) hanno sottoscritto il programma a Duesseldorf e Laschet sarà eletto come leader del governo locale dal Landtag (il parlamento della regione). Il Land di Duesseldorf viene ritenuto un apripista, in genere, per le sorti del governo federale di Berlino. E oggi l'autorevole ministro delle finanze, Wolfgang Schaeuble, si è pronunciato chiaramente a favore di una coalizione coi liberali: "Ho sempre ritenuto l'Fdp un partner privilegiato per una coalizione con l'Unione", ha detto all'Handelsblatt. "Non avremmo esitato un secondo nel 2013 ad andare avanti nella coalizione coi liberali. Purtroppo non riuscirono in quel caso a entrare in Parlamento".

20:50Trump, è ‘chiara vittoria’ decisione Corte Suprema su bando

(ANSA) - WASHINGTON, 26 GIU - La decisione della Corte Suprema sul bando "è una chiara vittoria per la nostra sicurezza nazionale": lo afferma il presidente americano, Donald Trump, in una dichiarazione diffusa alla stampa. "La mia prima responsabilità come Commander in Chief è quella di garantire la sicurezza degli americani e la decisione di oggi mi dà uno strumento importante per farlo", aggiunge il tycoon. "La decisione all'unanimità della Corte Suprema è una chiara vittoria per la nostra sicurezza nazionale. Consente la parziale entrata in vigore della sospensione dei viaggi da sei Paesi" a maggioranza musulmana, afferma Trump. "Come presidente non posso consentire a persone che vogliono farci del male di entrare nel Paese". "Sono inoltre gratificato dal fatto che la decisione sia stata assunta 9 a 0", ha concluso, riferendosi all'unanimità dei 'saggi' nel valutare il caso e ascoltare le sue argomentazioni.

20:46Palio Siena:’cencio’ Brocchi per i 200 anni Teatro dei Rozzi

(ANSA) - SIENA, 26 GIU - Un lungo applauso ha accolto nell'Entrone di Palazzo Pubblico a Siena il 'Drappellone' disegnato dall'artista senese Laura Brocchi per il Palio di Provenzano del 2 luglio, dedicato quest'anno ai 200 anni del Teatro dei Rozzi. Sulla sinistra del 'cencio' che viene assegnato alla contrada vittoriosa sul tufo della piazza nella carriera del 2 luglio, le contrade sono rappresentate a sbalzo su mattonelline di rame ricoperto di argento mentre sul lato destro è raffigurata la Madonna che ha il volto della mamma dell'artista. Il velo azzurro ha la forma di un drappeggio che come un sipario si apre sul primo attore della Carriera: il cavallo. Nella pupilla dell'animale il riflesso del giubilo. Le maschere, che richiamano l'attività teatrale, sono inserti di stoffa cuciti dalle amiche di Brocchi, gli stemmi, quelli del Comune e del Popolo sono stati realizzati con lo stile utilizzato da Cesare Olmastroni, una scelta dettata sempre dal cuore nei confronti del pittore recentemente scomparso. E proprio all'artista senese ha rivolto il suo omaggio il sindaco di Siena Bruno Valentini nel suo discorso: "In questo giorno di festa, un pensiero speciale va ad una persona che ha dato tanto e fatto tanto per il Palio, e che se potesse sarebbe senz'altro qui con noi oggi", ha detto il primo cittadino. "Il Palio è la nostra festa, la più bella di tutte, e nessuno potrà mai cancellarla, snaturarla o denigrarla, noi non lo permetteremo", ha concluso Valentini. Presentato anche il Masgalano, il premio che viene assegnato alla Contrada le cui comparse si distinguono nei cortei storici che precedono i Palii di luglio e agosto, realizzato quest'anno dal maestro di arte orafa Paolo Penko, offerto da Lions Club Siena, in occasione del 60esimo anniversario del club senese e dei 100 anni del Lions International. (ANSA).

20:39Coppa America: Luna Rossa sarà sfidante ufficiale

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Luna Rossa è lo sfidante ufficiale della 36/a America's Cup di vela. L'annuncio è stato anticipato all'Ansa direttamente da Bermuda, dove il patron del team Patrizio Bertelli, in compagnia del presidente del Circolo della vela Sicilia di Palermo, Agostino Randazzo, ha assistito al trionfo del team neozelandese. La nuova edizione della Coppa si terrà fra 3 o 4 anni, a seconda della scelta dei 'kiwi'. Luna Rossa ha già beneficiato del titolo sportivo e del guidone del sodalizio siciliano nella sfida del 2013, a S.Francisco.

20:36Europeo U.21: Di Biagio a ct slovacco, ridicolo

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - ''Il ct della Slovacchia? Ridicolo'': così il tecnico dell'Under 21 Luigi Di Biagio risponde alle accuse del ct Della Slovacchia e del premier slovacco su Italia-Germania. ''Noi due anni fa potevamo lamentarci di una partita un po' particolare - le parole di Di Biagio durante la conferenza stampa della vigilia di Italia-Spagna - è stato giusto non farlo. La partita non l'ha vista ed ha parlato con rabbia. L'Uefa dovrebbe squalificarlo, non si deve permettere di fare certe affermazioni''.

20:33Coppa America: New Zealand trionfa 7-1

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Emirates Team New Zealand ha vinto la 35/a America's cup di vela, disputatasi alle Isole Bermuda. La barca degli 'All Blacks del mare' ha vinto la prima delle due regate odierne contro il defender Oracle Team Usa, conquistando il trofeo con un trionfale punteggio totale di 7-1. Schiacciante anche in questa occasione la vittoria dei 'kiwi', guidati dal ventenne Peter Burling, esordiente nella Coppa America, che ha avuto la meglio sul 37enne australiano James Spithill. I nezelandesi avevano vinto l'ultimo trofeo nel 2000.

Archivio Ultima ora