Ministro Calenda: “La priorità è il taglio delle tasse alle imprese”

Pubblicato il 19 giugno 2017 da ansa

Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda

ROMA. – La “priorità” è il taglio delle tasse sulle imprese e non dell’Irpef, che per essere efficace e utile a rilanciare i consumi interni dovrebbe essere “gigantesco”. Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, lo dice chiaro e tondo davanti alla platea di Confesercenti riunita per l’assemblea annuale, senza timore di smontare un tassello importante del programma fiscale di Matteo Renzi.

Si definisce “un politico pro tempore” Calenda e, proprio per questo, sottolinea di poter parlare “con libertà: dire che ci sarà un tavolo, una legge, uno statuto è il modo in cui vi fanno fessi da 30 anni, perché riempie lo spazio di una conferenza stampa e di agende”. Il punto, invece, “non è avere una legge simbolo, ma dei contenuti” e procedere sulle cose concrete da fare. “Dicendo le cose come stanno”, insiste.

Di qui, la sua ricetta sulla diminuzione delle tasse che “deve essere sulle imprese e non generalizzata”. E quella del fisco è una delle partite più importanti e delicate, in vista della Legge di Bilancio e sotto il faro della Commissione Europea. In una fase in cui il Paese deve proseguire sulla via della crescita e rafforzarla, anche sulla scia dell’Ue, come dice il premier Paolo Gentiloni, “l’andamento economico dell’Europa è migliore del previsto e l’Italia, sia pur a fatica, si è agganciata a questo andamento, ma per non perdere questa occasione abbiamo bisogno di proseguire l’impegno, di spingere sulla crescita del mercato interno”.

A sottolineare come sia “prioritario rafforzare la crescita, l’aumento dell’occupazione e delle retribuzioni per sostenere la fiducia delle famiglie e la domanda interna” è anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato proprio all’assemblea di Confesercenti, rimarcando che “allo stesso tempo è necessario proseguire con le riforme”.

Calenda spiega il suo ragionamento, accolto più volte dagli applausi della platea. “La priorità è abbattere il carico fiscale sulle imprese – dice – che costa immensamente meno rispetto al taglio dell’Irpef”. Che resta “la via maestra” ma che “non siamo in grado” di percorrere perchè significherebbe “fare un taglio gigantesco”. Invece “dobbiamo insistere” per avere una tassazione sulle imprese più bassa, perché in questo caso “la platea è più piccola” e il “ritorno maggiore”.

E su questo capitolo sollecita ancora gli imprenditori, domandando: è più importante questo “o che un politico venga qui e dica tolgo 50 euro all’anno per tutti: secondo voi quello rilancia i consumi?”. Insomma: bonus no grazie. La strada indicata da Calenda viene, ovviamente, accolta positivamente da Confindustria. “Le imprese non sono dicotomiche con le famiglia, perché se crescono le imprese cresce l’occupazione”, commenta infatti il presidente di viale dell’Astronomia, Vincenzo Boccia.

E viene respinta dai sindacati che, al contrario, insistono sulla riduzione delle tasse ai lavoratori dipendenti e ai pensionati. Calenda chiede alle imprese anche di dare un contributo diretto, di indicare quali possono essere le defiscalizzazioni o ulteriori strumenti su cui investire, in vista della prossima cabina di regia a settembre su Industria 4.0 o ‘Impresa 4.0’, come lo stesso ministro l’ha ribattezzata già dopo l’assemblea di Confcommercio e la “strigliata” del presidente Carlo Sangalli.

Ultima ora

19:48Voto scambio: Fi, indagati deputato e 2 consiglieri Campania

(ANSA) - ROMA, 20 GEN Il deputato di Forza Italia Luigi Cesaro e due consiglieri regionali azzurri - Armando Cesaro, capogruppo e figlio di Luigi, e Flora Beneduce - hanno ricevuto avvisi di conclusione indagini da parte della procura di Napoli, per un'ipotesi di voto di scambio in relazione a fatti che, secondo la tesi accusatoria, sarebbero avvenuti tra il maggio ed il giugno del 2015, in occasione cioè delle ultime elezioni regionali. Commenta il capogruppo Fi alla Camera, Renato Brunetta: "La solita giustizia ad orologeria. Gli italiani il 4 marzo giudicheranno anche questo". E replica Armando Cesaro: "Non ho nulla da temere. Quando si ha la coscienza pulita si affronta tutto con serenità. Io ho fiducia nella verità, che presto o tardi arriva. Per tutti".

19:42Giorno Memoria: Bruno Segre, Shoah non è finita

(ANSA) - ASCOLI PICENO, 20 GEN - "Il Giorno della Memoria è particolarmente difficile da celebrare perché o vale per i giovani che devono rendersi conto di una pagina fondamentale della storia d'Europa del secolo scorso, oppure non vale nulla. Per questo io non credo alle celebrazioni che si limitino a dire che queste cose non devono accadere mai più, perché è un discorso che non porta da nessuna parte". Lo ha detto lo studioso di storia e cultura ebraica Bruno Segre, 87 anni, che oggi ad Ascoli Piceno ha incontrato gli studenti del liceo classico 'Stabili', lo stesso da lui frequentato nel 1943, quando si rifugiò nella città marchigiana, con la madre e la sorella, e dove riprese gli studi dopo la guerra. Segre, che fu ospitato da un ciabattino anarchico ascolano, non considera finita la Shoah: "E' un genocidio che è ancora in corso oggi, purtroppo. Ci sono situazioni in cui intere popolazioni vengono sacrificate, mandate in tutti i continenti".

19:14Egitto: Pence al Cairo, prima tappa visita in Medio Oriente

(ANSA) - IL CAIRO, 20 GEN - Il vicepresidente americano Mike Pence è arrivato al Cairo, la prima tappa del suo viaggio che fino a martedì lo porterà poi in Giordania e Israele. Lo riferiscono fonti aeroportuali al Cairo. Il viaggio era previsto per metà dicembre ma era stato rinviato dopo la svolta del presidente americano Donald Trump che solo pochi giorni prima aveva annunciato di voler riconoscere Gerusalemme quale capitale di Israele, facendo infuriare palestinesi e mondo arabo. Pence è il primo esponente di spicco statunitense ad affacciarsi nell'area dopo l'annuncio di Trump su Gerusalemme. Nel pomeriggio è previsto un suo incontro con il presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi.

19:10Siria: offensiva turca anti-curdi battezzata ‘Ramo d’Ulivo’

(ANSA) - ANKARA, 20 GEN - Un comunicato dei militari turchi ha reso noto che l'operazione militare lanciata la notte scorsa dalla Turchia contro l'enclave curda nel nordovest della Siria è stata denominata 'Ramo d'Ulivo'. Nel comunicato si dice anche che l'operazione militare intende proteggere i confini della Turchia, "neutralizzare" i combattenti curdi siriani nell'enclave di Afrin e salvare la popolazione locale da "pressioni e oppressione". Il testo dei militari turchi afferma pure che l'offensiva rientra nel diritto internazionale della Turchia di attuate una legittima autodifesa del suo territorio e che la Turchia intende rispettare l'integrità territoriale della Siria. Ankara infatti - aggiunge il comunicato - intende colpire "i terroristi", i loro rifugi e i loro arsenali. Sarà inoltre usata "estrema attenzione" affinché i civili non siano colpiti.

19:04Festa tesseramento CasaPound Genova,antifascisti in presidio

(ANSA) - GENOVA, 20 GEN - Situazione tranquilla in piazza Alimonda dove circa 300 manifestanti antifascisti hanno dato vita a un presidio dietro allo striscione 'Genova antifascista', manifestazione che avviene in contemporanea alla 'festa del tesseramento' che si tiene nella sede di CasaPound. Gli antifascisti, cantando 'Bella ciao', distribuiscono volantini con lo slogan 'se toccano uno di noi toccano tutti' facendo riferimento all'accoltellamento avvenuto venerdì scorso ai danni di un antifascista nella zona di piazza Tommaseo. "Rovineremo la festa a CasaPound perché non c'è nessuno spazio per questa feccia" hanno spiegato gli antifascisti. Intanto, mentre dentro la sede di CasaPound si trovano una cinquantina di attivisti, un cordone di polizia tiene divisi i manifestanti da via Montevideo dove si trova la sede dei neofascisti.

18:59Biathlon: Cdm, norvegese B› domina pursuit ad Anterselva

(ANSA) - BOLZANO, 20 GEN - Con un'altra prestazione straordinaria il norvegese Johannes Thingnes B› ha bissato ad Anterselva il successo ottenuto solo 24 ore prima nella sprint, aggiudicandosi anche la 12,5 km di inseguimento, davanti al francese Martin Fourcade ed al russo Anton Shipulin. Miglior azzurro in gara, il beniamino locale Dominik Windisch, 17/o. B› sta dominando la Coppa del mondo di biathlon. Dopo aver vinto nettamente la sprint, oggi nella pursuit non ha lasciato scampo ai suoi avversari. Perfetto al poligono, dove non ha sbagliato un colpo, nonostante abbia tirato molto velocemente, e fortissimo anche sugli sci, ha staccato Martin Fourcade di oltre un minuto. Per il 24enne norvegese è l'ottava vittoria stagionale, la terza in carriera ad Anterselva. Fourcade anche oggi è salito sul podio. Cosa che gli è riuscita in questa stagione in tutte le 14 gare disputate. Con il secondo posto difende anche la leadership in Coppa del mondo, proprio davanti a B›.

18:58Calcio: Serie B, Frosinone momentaneamente primo

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Classifica di Serie B dopo la 22/a giornata (Spezia-Palermo alle 18, Cesena-Bari alle 20.30, Brescia-Avellino domani alle 15): Frosinone 40; Palermo 39; Empoli 37; Cremonese e Cittadella 35; Bari 34; Parma 33; Pescara 31; Spezia 30; Venezia, Salernitana e Carpi 29; Perugia e Novara 27; Avellino 25; V.Entella 24; Cesena e Brescia 23; Foggia 22; Ternana 21; Ascoli 20; Pro Vercelli 18.

Archivio Ultima ora