Ministro Calenda: “La priorità è il taglio delle tasse alle imprese”

Pubblicato il 19 giugno 2017 da ansa

Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda

ROMA. – La “priorità” è il taglio delle tasse sulle imprese e non dell’Irpef, che per essere efficace e utile a rilanciare i consumi interni dovrebbe essere “gigantesco”. Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, lo dice chiaro e tondo davanti alla platea di Confesercenti riunita per l’assemblea annuale, senza timore di smontare un tassello importante del programma fiscale di Matteo Renzi.

Si definisce “un politico pro tempore” Calenda e, proprio per questo, sottolinea di poter parlare “con libertà: dire che ci sarà un tavolo, una legge, uno statuto è il modo in cui vi fanno fessi da 30 anni, perché riempie lo spazio di una conferenza stampa e di agende”. Il punto, invece, “non è avere una legge simbolo, ma dei contenuti” e procedere sulle cose concrete da fare. “Dicendo le cose come stanno”, insiste.

Di qui, la sua ricetta sulla diminuzione delle tasse che “deve essere sulle imprese e non generalizzata”. E quella del fisco è una delle partite più importanti e delicate, in vista della Legge di Bilancio e sotto il faro della Commissione Europea. In una fase in cui il Paese deve proseguire sulla via della crescita e rafforzarla, anche sulla scia dell’Ue, come dice il premier Paolo Gentiloni, “l’andamento economico dell’Europa è migliore del previsto e l’Italia, sia pur a fatica, si è agganciata a questo andamento, ma per non perdere questa occasione abbiamo bisogno di proseguire l’impegno, di spingere sulla crescita del mercato interno”.

A sottolineare come sia “prioritario rafforzare la crescita, l’aumento dell’occupazione e delle retribuzioni per sostenere la fiducia delle famiglie e la domanda interna” è anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato proprio all’assemblea di Confesercenti, rimarcando che “allo stesso tempo è necessario proseguire con le riforme”.

Calenda spiega il suo ragionamento, accolto più volte dagli applausi della platea. “La priorità è abbattere il carico fiscale sulle imprese – dice – che costa immensamente meno rispetto al taglio dell’Irpef”. Che resta “la via maestra” ma che “non siamo in grado” di percorrere perchè significherebbe “fare un taglio gigantesco”. Invece “dobbiamo insistere” per avere una tassazione sulle imprese più bassa, perché in questo caso “la platea è più piccola” e il “ritorno maggiore”.

E su questo capitolo sollecita ancora gli imprenditori, domandando: è più importante questo “o che un politico venga qui e dica tolgo 50 euro all’anno per tutti: secondo voi quello rilancia i consumi?”. Insomma: bonus no grazie. La strada indicata da Calenda viene, ovviamente, accolta positivamente da Confindustria. “Le imprese non sono dicotomiche con le famiglia, perché se crescono le imprese cresce l’occupazione”, commenta infatti il presidente di viale dell’Astronomia, Vincenzo Boccia.

E viene respinta dai sindacati che, al contrario, insistono sulla riduzione delle tasse ai lavoratori dipendenti e ai pensionati. Calenda chiede alle imprese anche di dare un contributo diretto, di indicare quali possono essere le defiscalizzazioni o ulteriori strumenti su cui investire, in vista della prossima cabina di regia a settembre su Industria 4.0 o ‘Impresa 4.0’, come lo stesso ministro l’ha ribattezzata già dopo l’assemblea di Confcommercio e la “strigliata” del presidente Carlo Sangalli.

Ultima ora

19:42Migranti: Vozza, a casa questi animali

(ANSA) - PALERMO, 26 GIU - "Questi ANIMALI vanno rimandati a casa loro!". Lo scrive su Facebook Francesco Vozza, del coordinamento palermitano "Noi con Salvini", sulle proteste di una ventina di minorenni migranti ospiti di una Comunità. I ragazzi ieri avevano lanciato in strada masserizie e suppellettili perché non autorizzati a festeggiare l'ultimo giorno di Ramadan. "Ecco le immagini - scrive Vozza, postando anche un video - della violenta protesta: si vedono volare sedie, tavoli e letti dalla finestra. Se fosse passato qualcuno, potevano ammazzarlo". Durante la campagna per le amministrative di Palermo, Vozza pubblicò su Fb un post attaccando Md Alamin, candidato per la lista Sinistra comune e rappresentante della comunità del Bangladesh alla consulta delle culture: "Se volete riempire Palermo di clandestini, allora votate sto tizio e il suo amico Orlando. Se invece volete bloccare l'invasione e avere una città libera dalla delinquenza, votate me". Frase da cui prese le distanze anche il coordinamento regionale del suo partito

19:13Turchia: teoria Darwin sarà esclusa da programmi licei

(ANSA) - ISTANBUL, 26 GIU - Nei licei turchi non si insegnerà più la teoria dell'evoluzionismo di Darwin. Lo prevede la bozza dei nuovi programmi scolastici elaborata dal ministero dell'Educazione di Ankara, secondo quanto riferisce Hurriyet. A partire dal 2019, la sezione "Origine della vita ed evoluzione" verrà rimossa dal curriculum di biologia perché giudicata "controversa". La decisione avrebbe ottenuto il via libera del presidente Recep Tayyip Erdogan.

19:05Migranti: sassaiola in Cara Bari, 8 feriti e 3 arresti

(ANSA) - BARI, 26 GIU - E' di 8 feriti tra i rappresentanti delle forze dell'ordine, tra i quali la dirigente del servizio dei controlli al Cara, Rosa Romano, che ha riportato la frattura del setto nasale ed è ricoverata in ospedale, il bilancio degli scontri avvenuti stamattina nel centro richiedenti asilo di Bari. Scontri che si sono protratti per circa mezz'ora al termine dei quali, grazie anche al riscontro dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, la polizia ha proceduto all'arresto di tre migranti: un cittadino ivoriano, un nigeriano e un senegalese. Sono accusati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. La polizia procederà, inoltre, alla denuncia di altri ospiti che hanno partecipato attivamente alla sassaiola in risposta a controlli di routine disposti dal questore di Bari Carmine Esposito.

18:45Bergamini: incidente probatorio, salma sarà riesumata

(ANSA) - CASTROVILLARI (COSENZA), 26 GIU - La salma di Denis Bergamini, il giocatore del Cosenza originario di Argenta (Ferrara) la cui morte, avvenuta il 19 novembre del 1989 a Roseto Capo Spulico (Cosenza), venne attribuita a suicidio, sarà riesumata. Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Castrovillari, Teresa Riggio, nel corso dell'incidente probatorio svoltosi stamattina, in accoglimento della richiesta del Procuratore della Repubblica, Eugenio Facciolla, che nelle settimane scorse aveva riaperto l'inchiesta sulla morte di Bergamini, a suo tempo archiviata perchè attribuita a suicidio. Il procuratore Facciolla ritiene che la morte di Denis Bergamini non sarebbe stata dovuta a suicidio, e cioè che il giocatore si sarebbe fatto travolgere da un camion in transito lungo la statale 106 Jonica, come finora si é ritenuto, ma sia stata provocata da un "omicidio aggravato premeditato in concorso". (ANSA).

18:40Donna uccisa a bastonate, il marito rinviato a giudizio

(ANSA) - RAVENNA, 26 GIU - Dopo circa tre ore di camera di consiglio, nel pomeriggio il Gup Antonella Guidomei del Tribunale di Ravenna ha rinviato a giudizio il 52enne dermatologo Matteo Cagnoni per l'omicidio pluriaggravato e l'occultamento del cadavere della moglie, la 39enne Giulia Balestri uccisa il 16 settembre scorso a bastonate in testa all'interno di una villa di famiglia da tempo disabitata della città romagnola. La prima udienza in Corte d'Assise è stata fissata per il 10 ottobre. Mentre il 4 luglio ci sarà udienza interlocutoria per la formazione del fascicolo. La difesa - avv. Giovanni Trombini e Francesco Dalaiti - aveva invece chiesto il non luogo a procedere sollevando quattro eccezioni di nullità-inammissibilità per altrettanti atti d'indagine. Ovvero l'autopsia; l'analisi del contenuto gastrico per la determinazione dell'orario della morte; le intercettazioni telefoniche; e l'analisi della scheggia di legno trovata nei jeans dell'imputato e presumibilmente appartenente all'arma del delitto, un tronco di pino.(ANSA).

18:37M5S: Grillo, o lavoriamo come squadra o saremo annientati

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - La nostra squadra è grande, siamo cittadini, siamo portavoce. Ognuno ha il suo compito e ognuno ha il dovere di non mollare mai. Perciò o noi andiamo avanti adesso come collettivo, o saremo annientati individualmente". Lo scrive in un post sul blog Beppe Grillo tutto dedicato ai ballottaggi. "Otto mesi, alla nostra più difficile sfida: le elezioni politiche. Ora noi o andiamo avanti come squadra o cederemo un centimetro alla volta, un giorno dopo l'altro, fino alla disfatta. Siamo all'inferno adesso", sottolinea il leader pentastellato.

18:30Orlando, è sconfitta. Renzi parla da vecchia politica

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - "Non sono d'accordo con la lettura di Renzi e come ci ha invitato a fare lo stesso Renzi, direi di non fare il giorno dopo come la vecchia politica: si tratta di una sconfitta". Lo dice Andrea Orlando a Corriere Live. Un sconfitta "con alcuni fenomeni politici che vanno analizzati: il centrodestra mobilita il suo elettorato, il centrosinistra no. Noi una riflessione politica la dobbiamo fare e non si può derubricare come un risultato a macchia di leopardo". "Io penso che sia un campanello d'allarme significativo, ma rimediabile. Si può tornare in carreggiata. C'è un isolamento, c'è un elettorato che non solo il Pd ha perduto ma che spesso vota contro il Pd", aggiunge il ministro della Giustizia.

Archivio Ultima ora