L’Università di Margarita ha ricordato il 2 giugno

Pubblicato il 21 giugno 2017 da redazione

CARACAS – Venerdí 26 maggio 2017, gli studenti della facoltà di Lingue dellà UNIMAR, hanno organizzato una interessante esposizione in merito alla Festa della Repubblica. Hanno assistito alla manifestazionbe culturale i professori d’Italiano, la Coordinatrice Accademica, e il Vice Console.

L’evento, organizzato dal Vice Console D’ Italia a Porlamar, Professore Piero D’ Elisio, si è svolto nella sala di Conferenza II.  Gli studenti hanno ricordato la nascita della Repubblica Italiana, e sottolineato l’importanza della “Festa della Repubblica italiana” che si celebra il 2 giugno perché, proprio tra il 2 e il 3 giugno 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani, dopo 85 anni di regno della dinastia dei Savoia (di cui 20 di dittatura fascista), scelsero di trasformare l’Italia in una Repubblica costituzionale, abolendo la monarchia.

La Festa della Repubblica, ricordata in tutto il mondo con emotive cerimonie, è una giornata importante per la nostra storia italiana. L’importanza del 2 giugno è racchiusa nelle parole di Pietro Calamandrei (“In questa Costituzione c’è dentro tutta la nostra storia, tutto il nostro passato, tutti i nostri dolori, le nostre sciagure, le nostre glorie: son tutti sfociati qui negli articoli”) e Sandro Pertini (“ Dietro ogni articolo della Carta Costituzionale stanno centinaia di giovani morti nella Resistenza. Quindi la Repubblica è una conquista nostra e dobbiamo difenderla, costi quel che costi”), due personaggi indimenticabili che hanno contribuito a fare dell’Italia una Repubblica democratica e libera.

Ultima ora

21:05Calcio: De Biasi riparte dalla Liga, ad un passo dall’Alaves

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Gianni De Biasi sarà il nuovo allenatore dell'Alaves, ultima in classifica nella Liga spagnola e che ha appena esonerato Luis Zubeldía. Stando alla stampa locale, la società avrebbe trovato l'accordo con l'ex ct dell'Albania, che vanta già un'esperienza nel campionato spagnolo (ha allenato il Levante nel 2007-2008). Il 61enne tecnico trevigiano risponde al profilo che il club sta cercando: di nazionalità europea, non spagnolo, con esperienza nella Liga e attualmente senza contratto. Dopo aver allenato, tra le altre, Torino, Brescia e Udinese, De Biasi ha vissuto il suo miglior periodo come allenatore sulla panchina dell'Albania, portata ad una storica qualificazione all'Europeo in Francia. Secondo le indiscrezioni che arrivano dalla Spagna, il contratto di De Biasi vale fino alla fine della stagione, con opzione per l'anno successivo. L'Alaves dovrebbe ufficializzare il suo arrivo nelle prossime ore.

20:59Istruzione: in Serbia Forum Cina-16 Paesi est Europa

(ANSAmed) - BELGRADO, 21 SET - La collaborazione e le politiche nel campo dell'istruzione sono al centro di un incontro di due giorni apertosi oggi a Novi Sad, nel nord della Serbia, fra i rappresentanti di Cina e di 16 Paesi dell'Europa centro-orientale e balcanica. Alla conferenza, che si tiene all'Università del capoluogo della Voivodina, sono intervenuti la premier serba, Ana Brnabic, e il ministro dell'istruzione, Mladen Sarcevic, unitamente ai rappresentanti cinese e degli altri Paesi partecipanti. L'iniziativa '16+1' e' stata avviata negli anni scorsi dalla Cina con l'obiettivo di intensificare i rapporti con i Paesi dell'Europa centrorientale e balcanica. Nei giorni scorsi in Montenegro, nell'ambito di tale formato, si è tenuto un Forum tra i sindaci di Pechino e delle capitali dei 16 Paesi interessati. (ANSAmed).

20:38Iraq: autorità curde confermano referendum 25 settembre

(ANSA) - BEIRUT, 21 SET - Le autorità della regione autonoma del Kurdistan, in Iraq, hanno annunciato che il referendum sull'indipendenza, che pure ha valore consultivo, si svolgerà come previsto il 25 settembre, nonostante la Corte suprema di Baghdad abbia disposto la sospensione della consultazione in attesa di stabilirne la costituzionalità. Il presidente della regione autonoma, Massud Barzani, ha detto che le trattative col governo federale continueranno anche dopo il referendum, e che l'indipendenza potrebbe essere dichiarata tra due anni. L'Alto consiglio per il referendum, presieduto da Barzani, ha detto che le operazioni di voto si svolgeranno alla data prevista, dopo che nei negoziati delle ultime settimane con il governo centrale di Baghdad, "nessuna alternativa è stata offerta al posto del referendum e a garanzia dell'indipendenza". "Siamo pronti a cominciare un dialogo serio, cordiale e sincero con Baghdad e la comunità internazionale dopo il referendum", ha detto Barzani in un comizio a migliaia di sostenitori.

20:37Corea Nord: Ue verso nuove sanzioni, bozza d’accordo

(ANSA) - BRUXELLES, 21 SET - L'Ue va verso l'adozione di nuove sanzioni nei confronti della Corea del Nord. E' quanto si apprende da fonti europee. I 28 hanno raggiunto una bozza di accordo anche se manca ancora una formalizzazione che, secondo le previsioni, potrebbe arrivare alla prossima riunione del Consiglio Affari Esteri, in agenda il 16 ottobre.

20:33Decreto Trump per tagliare fondi a Corea del Nord

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - Il presidente americano Donald Trump ha annunciato un decreto per tagliare ulteriormente i fondi alla Corea del Nord, prendendo di mira le società finanziarie e le persone che fanno affari con Pyongayang. Un sostegno finanziario che Trump, parlando al Palazzo di Vetro dell'Onu, ha definito "inaccettabile".

20:30Messico: a 250 morti nuovo bilancio terremoto

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 21 SET - E' di 250 morti il bilancio del terremoto dello scorso martedì in Messico: 115 persone hanno perso la vita a Città del Messico, l'area più colpita dalla scossa, ha reso noto Televisa. Le altre persone sono decedute negli stati di Morelos (73), Puebla (43), Messico (13), Guerrero (5), Oaxaca (1). Il responsabile della protezione civile, Luis Felipe Puente, ha sottolineato che "secondo stime preliminari il numero degli edifici danneggiati oscilla tra 200, 500 o mille: dobbiamo ancora accertare il dato definitivo".

19:55Calcio: Andrea Bocelli ospite nella sede dell’Inter

(ANSA) - MILANO, 21 SET - Un ospite speciale per l'Inter oggi negli uffici della sede del club nerazzurro: Andrea Bocelli ha incontrato il vicepresidente Javier Zanetti e l'ad Alessandro Antonello. Il grande tenore italiano, noto tifoso dell'Inter, ha visitato la sala delle Coppe del club, indossando la maglia personalizzata numero 5, regalata per l'occasione dai dirigenti nerazzurri. Bocelli a sfiorato i trofei conquistati in passato dall'Inter, sollevando anche la Coppa della Champions League e la Coppa Intercontinentale.

Archivio Ultima ora