Dna: ‘Ndrangheta in tutti settori, dalla politica all’economia

Pubblicato il 22 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Le mafie indirizzano gli investimenti pubblici, sparano molto meno ma corrompono molto di più, diventano esse stesse ‘autorità pubblica’, sono in grado di governare processi e sorti dell’economia. E se Cosa Nostra siciliana registra una stagione di crisi – grazie ad arresti e confische inferti in questi anni dallo Stato – la ‘ndrangheta è “presente in tutti i settori nevralgici della politica, dell’amministrazione pubblica e dell’economia”, dal nord al sud d’Italia, ed è forte anche in diversi Paesi europei, in America e in Australia.

La relazione 2016 della Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo (Dna) presentata in Senato dal procuratore nazionale antimafia Franco Roberti e dalla presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, illustra un panorama poco confortante.

Nonostante i colpi assestati dallo Stato, Cosa Nostra rimane “un’organizzazione solida, strutturata nel territorio, riconosciuta per autorevolezza da vasti strati della popolazione, dotata ancora di risorse economiche sconfinate” e alcune indagini “hanno rivelato un rapporto tra la ‘Ndrangheta, esponenti di rilievo delle Istituzioni e professionisti – legati anche ad organizzazioni massoniche ed ai Servizi segreti – di piena intraneità, al punto da giocare un ruolo di assoluto primo piano nelle scelte strategiche dell’associazione, facendo parte di una ‘struttura riservata’ di comando”.

Riguardo alla camorra, sono in corso “ampi sommovimenti negli assetti criminali camorristici” e la situazione di “elevato pericolo per l’ordine pubblico è resa ancor più grave dai protagonisti di questi scenari, spesso nuove leve criminali: killer giovanissimi che si caratterizzano per la particolare ferocia che esprimono ed agiscono al di fuori di ogni regola”.

Quanto al terrorismo, se c’è stato un arretramento territoriale del cosiddetto Stato islamico in più scenari, e il fenomeno dei foreign fighters ha visto “una contrazione del numero delle partenze”, indicazioni provenienti dai vertici dell’organizzazione terroristica indicano l’intento di “colpire all’interno dei territori dei paesi occidentali”, e quindi emerge un “maggiore allarme per il nostro Paese”.

Questi i punti di maggiore interesse di una Relazione di quasi mille pagine che si sofferma sui diversi fenomeni criminali e fornisce un quadro dettagliato territorio per territorio. “Il rapporto tra mafia e massoneria non è una invenzione”, ha messo in guardia nel suo intervento la presidente dell’Antimafia Bindi, secondo la quale “la politica ha perso ruolo di guida dei processi finanziari ed economici”, ma dovrebbe “ritrovare la voglia di guidare i processi, idee, classi dirigenti.

“Rischia di sfuggire la penetrazione imprenditoriale ed istituzionale delle mafie: non dobbiamo cullarci sugli allori e non dobbiamo abbassare la guardia”, ha avvertito il procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Roberti, il quale ha sottolineato che se “il nuovo trend di infiltrazione mafiosa è il settore del traffico di rifiuti”, attenzione va posta anche al tema migranti: le presenze delle mafie straniere si sono particolarmente aggravate nell’ultimo periodo. Dei 54 mila detenuti, 18.500 sono stranieri, pari al 33%. Insomma: “Se non c’è integrazione questi soggetti diventano facile preda della criminalità”.

Infine al nord desta particolare preoccupazione l’attivismo della ‘ndrangheta nel tentativo di inserirsi nella realizzazione delle grandi opere, tra cui, in passato, i lavori legati ad Expo 2015, ed oggi la Tav, nonché la capacità di fare dei più importanti scali portuali degli punti di sbarco dei stupefacenti.

(di Valentina Roncati/ANSA)

Ultima ora

09:32Filippine: campane chiese contro uccisioni antidroga Duterte

(ANSA) - MANILA, 20 AGO - La Chiesa cattolica nelle Filippine risponde alla sanguinosa campagna antidroga del presidente Rodrigo Duterte: l'arcivescovo Socrates Villegas di una regione nel nord del Paese ha ordinato a tutte le chiese nel suo arcivescovado di suonare le campane ogni sera per tre mesi in segno di protesta contro il crescente numero di omicidi da parte della polizia nella lotta ai narcotrafficanti. Le campane delle chiese suoneranno per 15 minuti ogni sera a partire da martedì prossimo per svegliare una popolazione "codarda", incapace di "esprimere la propria rabbia contro il male", ha detto Villegas. L'iniziativa segue l'ondata di violenze della settimana scorsa, quando oltre 80 sospetti sono stati uccisi dalla polizia a Manila e nella vicina provincia di Bulacan in soli tre giorni.

09:05India: bilancio deragliamento treno, 24 morti e 156 feriti

(ANSA) - NEW DELHI, 20 AGO - Si sono concluse stamani in India le operazioni di soccorso a seguito del deragliamento di un treno nello Stato settentrionale di Uttar Pradesh che ha avuto un bilancio di 24 morti e 156 feriti. Lo scrive l'agenzia di stampa Ians. Nel pomeriggio di ieri 14 carrozze del Kalinga Utkal Express sono uscite violentemente dai binari a Khatauli, nel distretto di Muzaffaranagar, mentre da Puri era diretto a Haridwar in Uttarakhand. Fonti del governo locale hanno avvertito che le vittime potrebbero aumentare perché dieci dei feriti ricoverati in ospedale sono in condizioni molto gravi.

08:21Scontri per statue sudisti a Dallas

(ANSA) - DALLAS, 20 AGO - Scontri a Dallas durante una delle manifestazioni antirazziste svolte in varie città degli Stati Uniti. La polizia è intervenuta per sedare i tafferugli scoppiati tra un gruppo di persone che chiedeva l'abbattimento delle statue dei Confederati all'interno di un memoriale della Guerra civile e altre che presidiavano la zona in difesa dei monumenti. Alcuni sostenitori di entrambe le parti erano armati, ma non risulta che vi siano stati spari. Manifestazione nella notte anche ad Atlanta, dove un corteo pacifico ha raggiunto la casa di Martin Luther King gridando slogan antirazzisti.

05:55‘Spari a Nimes’, poi la prefettura smentisce

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - Momenti di paura a Nimes, nel sud della Francia, dopo le notizie diffuse in serata e poi smentite di una "sparatoria alla stazione". A lanciare l'allarme intorno alle 21 sono stati alcuni media spagnoli e successivamente quelli britannici che avevano parlato di "una sparatoria, di un uomo arrestato e di due in fuga". Notizie che avevano fatto pensare ad un nuovo attentato e ad un possibile collegamento con quello di Barcellona, vista la vicinanza di Nimes con la frontiera spagnola. La stazione ferroviaria della città è stata immediatamente evacuata e transennata dalle forze dell'ordine, mentre sui social network si diffondevano un tam-tam di notizie, tra "jihadisti in fuga", e "paura" e "sparatorie", e "uomini armati asserragliati sul vagone di un treno". Poco dopo però la prefettura della regione della Gard ha smentito la notizia della sparatoria, confermando però che la stazione era stata chiusa perché "era in corso un'operazione di verifica dopo una segnalazione sospetta".

22:37Avaria: 500mila galline abbattute, focolai influenza estinti

(ANSA) - MILANO, 19 AGO - Sono terminate ieri tutte le operazioni di abbattimento, pulizia e disinfezione sia nei focolai di influenza aviaria sia negli allevamenti sottoposti ad abbattimento preventivo. Lo comunica l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, spiegando che "tutti i focolai di influenza aviaria risultano quindi estinti". L'abbattimento più cospicuo si è registrato in un allevamento di galline ovaiole di Castiglione delle Stiviere, nel mantovano, dove sono state eliminate 460mila galline ovaiole contagiate. La Lombardia la scorsa settimana ha comunicato all'istituto zooprofilattico la conclusione delle operazioni di abbattimento degli ultimi focolai e l'abbattimento preventivo di un allevamento di tacchini considerato a rischio elevato. La mappa dei focolai comprende Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, ma alcuni casi sono stati segnalati anche in Piemonte e Friuli Venezia Giulia. A essere colpiti dal virus, da gennaio a oggi, sono state soprattutto galline ovaiole, tacchini e oche da carne.

22:00Calcio: Verona-Napoli, ancora Var conferma gol partenopei

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Napoli in vantaggio a Verona e gol confermato dalla Var, chiamata in causa dall'arbitro Fabbri. La formazione di Sarri è andata in vantaggio dopo 32' grazie a un'autorete di Souprayen. Il direttore di gara, prima di convalidare la rete, ha chiesto l'intervento della Var che ha confermato la regolarità del gol degli ospiti.

21:49Squalo volpe di 200 chili pescato nel crotonese

(ANSA) - STRONGOLI (CROTONE), 19 AGO - Un esemplare di squalo volpe di 200 kg, lungo oltre 3,5 metri, è stato pescato a Strongoli marina, nel crotonese, con una canna da pesca da altura. Lo squalo ha abboccato ad una profondità di 60 metri. La sorprendente cattura è stata fatta da Giuseppe Fiorita, giovane appassionato di pesca sportiva che era uscito in mare per una battuta di pesca in cerca di ricciole. Lo squalo volpe, con i suoi 6 metri di lunghezza, rappresenta la specie più grande fra le tre ascritte al genere Alopias. È molto diffuso nei mari tropicali. (ANSA).

Archivio Ultima ora