Calcio venezuelano: Monagas e Caracas per la Coppa del Torneo Apertura

Pubblicato il 23 giugno 2017 da redazione

CARACAS – Domenica, alle 19:00, lo stadio Monumental di Maturín sará lo scenario dove si disputerá la gara d’andata della finale del Torneo Apertura tra Monagas e Caracas.

Gli orientali sono la squadra rivelazione di questo Octagonal: prima hanno eliminato lo Zamora dell’italo-venezuelano Francesco Stifano (globale di 6-2) e poi il Carabobo (globale di 1-1, blaugrana qualificati in virtú dei gol segnati in trasferta). Durante la stagione regolare, i denominati ‘Kariñas del Guarapiche’ hanno chiuso al sesto posto con 26 punti. In 17 gare disputate hanno ottenuto: 6 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte. In questo periodo hanno segnato 27 reti e ne ha subite 19, per una media gol di +8.

Poi, la storia nell’octagonal dove sono cadute sotto i suoi colpi la terza e la seconda della classe. Uno dei protagonisti della formazione orientale é Daniel Febles, figlio d’arte: suo padre Pedro, tra le tante maglie indossate, oltre a quella della vinotinto c’é pure quella del Deportivo Italia con cui ha esordito nella massima serie del calcio venezuelano. Per il Monagas, quella di domenica sará la sua prima finale torneo di Primera División.

Dal canto suo, il Caracas scenderá in campo con la missione di mettere in bacheca il suo quinto Torneo Apertura dopo quelli conquistati nel 2002, 2003, 2006, 2007 (tutti sotto la gestione di Noel Sanvicente, attuale allenatore dei rojos del Ávila) per poi giocarsi la possibilità di vincere il suo 12esimo scudetto.

La formazione capitolina, non vince un campionato dal famoso “30 de mayo” giorno in cui profanó lo stadio Pueblo Nuevo di San Cristóbal con un pesante 1-4, quel giorno di sette anni fa lasció il segno l’italo-venezuelano Gabriel Cichero con un gol da cineteca.

Dopo tanti anni di amarezze, durante i quali il Caracas ha visto alzare la coppa in 4 occasioni dallo Zamora (una di queste é stato il Torneo Adecuación), 2 dagli acerrimi rivali del Táchira (nel 2015 la gara decisiva fu proprio il clásico all’ultima giornata: qui i gialloneri estromisero dalla finale scudetto i capitolini con un gol a 10 secondi dalla fine) ed il Deportivo Lara in una occasione (vinse il campionato senza giocare la finale, dato che portò a casa Apertura e Clausura).

Per questo motivo, per riscattarsi, la dirigenza ha chiamato in causa il figliol prodigo: Noel Sanvicente per far rivivere gli anni dorati alla squadra della capitale.

Il Caracas ha avuto un inizio di campionato altalenante, ma poi, con il passare delle giornate la squadra ha iniziato ad ingranare, chiudendo la regular season al quinto posto. Sotto la direzione di Sanvicente, i rojos del Ávila hanno portato a casa 7 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte. Nelle 17 gare disputate la squadra della Cota 905 ha segnato 27 reti e ne ha subite 19 per una media gol di +8.

Durante l’octagonal, il Caracas ha superato prima il Deportivo Anzoátegui (globale 1-0) e poi il Deportivo La Guaira dell’italo-venezuelano Eduardo Saragó, battuto soltanto dopo i calci di rigore.

I giocatori che spiccano nella formazione capitolina sono il portiere Wuilker Fariñez, l’attaccante Edder Farias (bomber del campionato con 12 reti segnate) e l’italo-venezuelano Miguel Mea Vitali.

I precedenti ci dicono che Monagas e Caracas si sono affrontati in 35 occasioni con l’ago della bilancia che pende dalla parte dei capitolini con 26 vittorie, 7 pareggi e 2 trionfi per gli orientali. Il bottino dei gol e di 76-23 in favore del Caracas.

L’ultima volta que queste due squadre si sono incontrate sul campo dello stadio Monumental é finita 1-1. Il precedente risale al 29 gennaio di quest’anno, in una gara valevole per la prima giornata del Torneo Apertura.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

10:25Viaggio su carrozze d’epoca da Napoli a Pompei e Paestum

(ANSA) - NAPOLI, 23 AGO - Un treno storico dal centro di Napoli ai due Parchi Archeologici di Pompei e Paestum, patrimonio dell'UNESCO. Mercoledì 30 agosto nuova occasione per salire a bordo di Archeotreno Campania e delle vetture d'epoca Centoporte e Corbellini. Fischio di partenza alle 9.25 nella stazione di Napoli Centrale, con arrivo a Pompei alle 10.05. Alle 14.05 il treno lascerà Pompei per raggiungere Paestum, da dove ripartirà alle 17.44 per arrivare a Napoli alle 19.22. Il costo del biglietto di andata e ritorno è di 20 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi. I bambini fino a 4 anni non compiuti, accompagnati da un adulto pagante, viaggiano gratis (senza garanzia di posto a sedere). Prezzo ridotto del 50% per coloro che sceglieranno di utilizzare il treno storico solo all'andata o al ritorno. A bordo del treno i viaggiatori potranno acquistare lo speciale voucher a tariffa ridotta e con ingresso prioritario per la visita dei due Parchi Archeologici. I biglietti per Archeotreno Campania sono acquistabili. (ANSA).

10:24Polvere sospetta non era antrace, ma dolcificante diabetici

(ANSA) - FORLI', 23 AGO - Non era antrace, ma dolcificante per diabetici, la polvere sospetta di colore biancastro uscita da un pacco proveniente dalla Germania che lunedì aveva fatto scattare l'allarme al centro di smistamento di Poste italiane a Forlì. Lo riferiscono media locali, precisando che le analisi non sono ancora ufficiali ma nell'informativa consegnata dagli investigatori alla Procura si parla di 'stevia rebaudiana' destinata ad un nigeriano di 30 anni residente in città e con regolare permesso, che aveva ordinato quel particolare zucchero via internet alcuni giorni prima, proprio a causa della patologia di cui soffre. Gli agenti della Digos hanno eseguito una serie di controlli sull'uomo: il suo profilo non ha destato sospetti. L'allerta era scattata due giorni fa, verso le 10.30, e aveva provocato l'intervento di vigili del fuoco, polizia, carabinieri e artificieri. Era stato avviato il protocollo sicurezza, gli uffici erano stati chiusi e tre impiegati erano stati isolati per timore di contaminazioni. (ANSA).

10:20Terremoto Ischia: Ciro, il mio primo pensiero è stato Dio

(ANSA) - NAPOLI, 23 AGO - "Il mio primo pensiero quando ho rivisto la luce è stato Dio. Allora davvero esiste, ho pensato". Non ha più voce Ciro Marmolo, 11 anni, il "bambino eroe" dagli enormi occhioni neri, l'ultimo dei tre fratellini ad essere estratto vivo dalle macerie della palazzina crollata in seguito al terremoto che ha devastato Casamicciola sull'isola d'Ischia. Ai microfoni di TV Luna, Ciro si lascia andare a cuore aperto: "quando ho saputo che il più piccolo dei miei fratelli stava bene mi sono fatto coraggio e ho detto: ce la devo fare". Ciro è ricoverato all'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Con lui, nella grande stanza colorata di giallo, arancione e verde ci sono la mamma Alessia, incinta al quinto mese di una bimba e i fratellini Pasquale 7 mesi e Matias 8 anni. Dal canto suo mamma Alessia guarda i suoi figli e dice: "ho capito che quella notte maledetta è intervenuta la mano di Dio a salvarci. Ho imparato ad apprezzare la vita".

10:19Calcio: Draxler interessa al Bayern, pronti 40 milioni

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Julian Draxler presto potrebbe tornare a esibirsi nella Bundesliga. Il fantasista attualmente in forza al PSG, con un contratto in scadenza nel 2021, continua a suscitare l'interesse del Bayern Monaco e del 'suo' allenatore Carlo Ancelotti. Secondo il Sun, il club più titolato di Germania ha già pronta un'offerta di 40 milioni di fronte alla quale difficilmente la dirigenza del club francese però cederà. L'agente di Draxler, al di là delle dichiarazioni di facciata, preme tuttavia per garantire al proprio assistito spazio e considerazione. Sarebbe stato lo stesso giocatore, anche per via dell'enorme concorrenza nel reparto avanzato del PSG, a chiedere di tornare in Germania.

10:16Terremoto Ischia:notte tranquilla,all’alba avvertita scossa

(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI) 23 AGO - E' trascorsa tranquilla sull'isola di Ischia la seconda notte dopo il terremoto di lunedì sera. All'alba però una nuova scossa di 1.9 gradi è stata avvertita dagli abitanti dei comuni di Casamicciola e Lacco Ameno colpiti dal sisma. Secondo quanto viene riferito, diverse persone sono scese in strada e sono subito state avviate le verifiche su eventuali nuovi crolli, ma al momento non vengono rilevati ulteriori danni a cose o persone.

10:15Terremoto Ischia: Procura Napoli valuta inchiesta disastro

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - La Procura di Napoli sta valutando l'ipotesi di aprire un'inchiesta contro ignoti per disastro colposo e omicidio colposo plurimo in seguito ai danni provocati dal terremoto avvenuto ieri sera sull'isola di Ischia. "Sono nel quadro ordinario delle valutazioni possibili in questo momento"' ha dichiarato Giovanni Melillo, capo della procura di Napoli, ai microfoni di '6 su Radio 1'. Melillo ha poi specificato che si tratta di un "quadro complesso e bisognoso di approfondimenti". Sul possibile legame tra il fenomeno dell'abusivismo edilizio e il crollo di alcuni edifici sull'isola, il capo della Procura di Napoli ha dichiarato: "Non sfuggono i costi sociali, che anche in queste occasioni si rivelano, di fenomeni gravi come quello dell'edilizia illegale e dell'abusivismo edilizio. All'abusivismo edilizio corrisponde una delle priorità del lavoro della procura della Repubblica di Napoli; un fenomeno che in Campania ha dimensioni straordinariamente gravi e come tale va affrontato".

09:56Calcio: Conte rischia la panchina, Abramovich pensa a Tuchel

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Antonio Conte rischia la panchina. Roman Abramovich, proprietario del Chelsea, anziché accettare le richieste di rinforzi da parte dell'allenatore italiano, sembrerebbe intenzionato a cambiare guida tecnica. E' quanto scrive la Bild, che parla di un interessamento del patron russo nei confronti di Thomas Tuchel, ex allenatore del Borussia Dortmund. La sconfitta casalinga per 3-2 contro il Burnley in Premier, i successivi tentennamenti contro il Tottenham, battuto per 2-1 fra mille sofferenze, scrive il giornale tedesco, avrebbero indotto Abramovich a porsi qualche domanda. Sempre secondo la Bild, il magnate russo ha già dato mandato alla direttrice del Chelsea, Marina Granovskaia, di prendere contatti con Tuchel che nella passata stagione guidò i gialloneri alla conquista della Coppa di Germania, prima dell'addio al Borussia Dortmund.

Archivio Ultima ora