Droga forzata a ragazze, è allarme stupri nei locali

Pubblicato il 26 giugno 2017 da ansa

ROMA. – La lotta alla tossicodipendenza sta subendo un rallentamento. C’è una sorta di “sottovalutazione” del fenomeno: a lanciare l’allarme è la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, denunciando che “sono sottostimati” l’abuso di droga e gli effetti delle nuove sostanze. La sua attenzione va, in particolare, alle ragazze che sono inconsapevolmente drogate nei locali per poi subire violenze sessuali.

“Noi – ha detto l’esponente del governo – qui vogliamo lanciare un campanello di allarme” ai giovani che con questo uso distruttivo vedono compromesso il loro futuro. Fra i segnali da cogliere, l’aumento dell’uso di droghe fra le donne e tra le più giovani: c’è la disponibilità della vendita online, l’allarme sull’inconsapevole assunzione nei locali fra le più giovani che vengono poi abusate sessualmente, il ricorso a farmaci regolarmente prescritti che però portano una folta fetta di donne a dipenderne.

La lotta contro la droga é “una sfida alla quale non possiamo rinunciare” anche perché il traffico illecito “finanzia il terrorismo”. Boschi ha parlato al seminario su ‘Donne e droghe’, organizzato dal Dipartimento politiche antidroga in occasione della Giornata mondiale contro la droga, che si celebra oggi. Lo stesso Dipartimento ha diffuso un’anticipazione della relazione annuale sulle politiche antidroga che sarà presto presentata al Parlamento.

Nel 2016 sono stati 143 mila i tossicodipendenti seguiti dai servizi pubblici. Di questi 19mila erano donne. Il 28% delle giovani fra 15-18 anni ha riferito di aver assunto lo scorso anno una qualche sostanza illegale. Le ragazze fanno più ricorso alla cannabis ed “hanno una maggiore consapevolezza del rischio”.

Dal Libro Bianco sulla droga, 8/a edizione (promotori La società della ragione onlus insieme a Forum droghe, Antigone, Cnca e Associazione Luca Coscioni) emerge che nel 2016, sono tornati ad aumentare i detenuti per reati legati alle droghe. E ribadisce che “la repressione e il proibizionismo hanno fallito”.

Soprattutto evidenzia il significativo aumento di segnalazioni ai prefetti di minori per consumo di sostanze illecite, +237% in un anno. La repressione colpisce per quasi l’80% i consumatori di cannabinoidi (78,98%), poi i consumatori di cocaina (13,68%) e di eroina (5,35%). Il 43,26% dei detenuti in Italia è in cella per violazione della legge sulle droghe.

17.733 detenuti al 31/12/2016 lo erano per violazioni alle norme sulla produzione, traffico e detenzione di droghe illecite. Si tratta del 32,52% del totale. Il 25,9% della popolazione carceraria è tossicodipendente (14.157 persone su 54.653), un numero in aumento.

La Croce Rossa italiana, insieme alla Fondazione Villa Maraini, ha presentato un libro-diario (‘FATTI DI STRADA-Diario di un camper antidroga a Roma’) degli operatori delle unità di strada che ogni giorno incontrano e curano tossicodipendenti a Roma.

“Da 25 anni – ha detto Flavio Ronzi, segretario generale della Cri – gli operatori di strada lottano contro la droga e questo li rende dei professionisti, ma lottano anche contro lo stigma, il moralismo, l’ignoranza, la violenza e l’emarginazione e questo li rende eroi e avamposto di umanità”. Il fondatore di Villa Maraini, già presidente della Cri, Massimo Barra ha sottolineato: “l’interesse collettivo è che i tossicodipendenti abbiano accesso facilitato alle cure e non si debbano quotidianamente scontrare con la burocrazia che frena il processo di ingresso alla terapia, perché la terapia è la vera prevenzione contro la diffusione del fenomeno”.

(di Agnese Malatesta/ANSA)

Ultima ora

10:13Giovane scomparsa: trovata in autogrill nel Varesotto

(ANSA) - VARESE, 17 OTT - Dafne Di Scipio, la ventenne di Gallarate sparita da Marnate, nel Varesotto, lo scorso 14 ottobre, è stata ritrovata la notte scorsa in un autogrill di Castronno (Varese). La giovane, in buone condizioni, era a bordo di un'auto ritenuta sospetta e che per questo è stata controllata dalla polizia stradale. La ragazza è poi stata identificata dai carabinieri di Saronno e del Nucleo Investigativo di Varese.

09:46Trump in visita a Seul il 7-8 novembre

(ANSA) - PECHINO, 17 OTT - Il presidente americano Donald Trump sarà in Corea del Sud dal 7 e all'8 novembre, una delle tappe fissate nell'ambito della sua prima visita in Asia: il tycoon avrà nel primo giorno l'incontro con l'omologo Moon Jae-in, secondo quanto riferito dall'Ufficio presidenziale di Seul. "All'inizio avevamo tentato di invitare Trump per tre giorni, ma abbiamo concordato che Trump e sua moglie arrivino nel primo mattino del 7 novembre, considerando le difficoltà nel soddisfare in modo adeguato il protocollo diplomatico se fossero giunti nella notte", ha detto il portavoce dell'Ufficio presidenziale Park Soo-hyun, nel resoconto della Yonhap.

09:46Iraq: Trump, non ci schieriamo

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Gli Stati Uniti non si schierano nel conflitto in corso tra Baghdad ed Erbil per il controllo della contesa regione di Kirkuk. "Abbiamo avuto per anni buoni rapporti con i curdi e come sapete anche con il governo centrale. Non ci schieriamo in questa battaglia", ha detto il presidente Donald Trump ribadendo che gli Usa "non avrebbero mai dovuto essere lì" riferendosi all'invasione del 2003. Lo riferisce il Washington Post.

09:44Afghanistan:due autobomba contro polizia a est, duri scontri

(ANSA) - KABUL, 17 OTT - Violenti scontri nella regione afghana di Patkia tra militari e insorti dopo l'attacco a un centro addestramento della polizia. Due autobomba guidate da altrettanti kamikaze sono esplose davanti alla struttura, hanno riferito all'ANSA testimoni oculari. Dopo le esplosioni, riferisce il ministero dell'Interno, è iniziato un attacco armato ancora in corso. Secondo fonti non confermate i morti sarebbero "decine".

08:45Primo raid Usa contro Isis in Yemen, ‘decine morti’

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Gli Usa hanno condotto il primo attacco aereo contro l'Isis in Yemen, distruggendo due campi di addestramento e uccidendo "decine" di miliziani. Lo ha annunciato il Pentagono. I raid hanno "minato i tentativi dell'organizzazione di addestrare nuovi combattenti", recita un comunicato. Secondo fonti della Cnn, nei due campi colpiti si stima vi fossero almeno 50 miliziani dell'Isis. "L'Isis - prosegue il comunicato del Pentagono - ha usato i territori fuori controllo in Yemen per pianificare, dirigere, ispirare, reclutare per attacchi terroristici contro l'America e i suoi alleati in tutto il mondo. Per anni, lo Yemen è stato un hub per i terroristi". "Le Forze Usa stanno sostenendo le operazioni antiterrorismo contro l'Isis e l'Aqap - al Qaida nella Penisola arabica, ndr - per ridurre le capacità dei due gruppi di coordinare attacchi esterni e mantenere il controllo di pezzi di territorio nel Paese".

01:51Cnn, Pyongyang ‘diplomazia con Usa? Prima i missili’

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - La Corea del Nord non è al momento interessata alla diplomazia con gli Stati Uniti: prima vuole centrare l'obiettivo di un missile intercontinentale in grado di raggiungere la costa orientale degli Usa. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti di Pyongyang. "Prima di impegnarci in sforzi diplomatici con l'amministrazione Trump vogliamo inviare un chiaro messaggio sul fatto che abbiamo le capacità di rispondere a qualsiasi aggressione americana" dicono le fonti alla Cnn.

00:02Brexit: Juncker-May, serve accelerazione negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 16 OTT - Per il presidente della Commissione Jean Claude Juncker e per la premier Theresa May i negoziati "si devono accelerare nei mesi a venire". Lo fanno sapere in un comunicato congiunto al termine della cena che si è svolta "in un'atmosfera costruttiva e amichevole".

Archivio Ultima ora