Renzi sfida la sinistra, ma è rivolta contro il segretario

Pubblicato il 27 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Matteo Renzi rilancia il suo “niet” ad un accordo con i partiti a sinistra del Pd, e lo fa con i toni che gli sono consueti; ma questa volta a rivoltarsi contro di lui non è solo la minoranza interna, ma anche due padri nobili come Walter Veltroni e Romano Prodi, ed esponenti Dem che lo hanno sempre sostenuto, come il ministro Dario Franceschini e il governatore dell’Emilia Stefano Bonaccini.

La Direzione del 12 luglio si avvicina dunque in un clima di “esasperazione”, come ha lamentato Lorenzo Guerini, mentre a sinistra si attende l’iniziativa di Giuliano Pisapia di sabato, per vedere se possibile un matrimonio di Campo progressista e Mdp con l’iniziativa di SI, Prc e di Tomaso Montanari e Anna Falcone.

In una intervista al Quotidiano Nazionale e in dichiarazioni di buon mattino, Renzi ha ribadito il suo credo, e cioè che il “modello Pisapia” non funziona, tanto è vero che si è perso a Genova e nelle città dove il centrosinistra correva unito. In più Renzi ha accomunato Prodi a quanti puntavano alla sconfitta ai ballottaggi per accusarlo.

La risposta del Professore non si è fatta attendere: “Leggo che il segretario del Pd mi invita a spostare un po’ più lontano la tenda. Lo farò senza difficoltà: la mia tenda è molto leggera”. Parole che si aggiungevano una intervista di Veltroni che spiegava a Renzi che “la vocazione maggioritaria non significa autosufficienza”.

Prodi nei giorni scorsi si era speso, anche con telefonate a Bersani e D’Alema, perché fossero superati i veti nei confronti del Pd e di Renzi nella costruzione del centrosinistra promossa da Pisapia. Le dichiarazioni di Renzi hanno fatto spazientire non solo il Professore ma anche Dario Franceschini, che in un tweet in cui ha ricordato i risultati negativi dei ballottaggi, ha chiesto: “bastano questi numeri per capire che qualcosa non ha funzionato? Il Pd è nato per unire il centrosinistra non per dividerlo”.

Subito Graziano Delrio e Lorenzo Guerini hanno invitato Prodi a ripensarci, con il secondo che ha anche chiesto a Franceschini di non esasperare il clima. Anche perché Andrea Orlando e Gianni Cuperlo, in una iniziativa della loro Area, ribadivano le critiche alla linea di Renzi. Senza dimenticare le esternazioni di Stefano Bonaccini: “ci sono pezzi di società che stanno voltandoci le spalle”, anche perché ” quando ti senti autosufficiente rischi di sfiorare l’arroganza”.

In serata Renzi ha risposto a muso duro su Facebook, dove ha stigmatizzato le “polemiche interne al Pd” che “gli iscritti, i militanti e gli amministratori non meritano”. “Se qualcuno vuole riportare le lancette al passato quando il centrosinistra era la casa delle correnti e dei leader tutti contro tutti, quelli che al mattino stavano in consiglio dei ministri e al pomeriggio in piazza a manifestare contro il Governo, noi non ci siamo”. Poi quasi una minaccia: “Perdonatemi, ma non è il mio campo di gioco”, come a evocare un suo passo indietro.

Subito Ettore Rosato, vicino tanto a Renzi quanto a Franceschini ha detto che la leadership del segretario “non è in discussione”. Quelli con cui il Pd dovrebbe allearsi attendono Pisapia. Nicola Fratoianni (SI non sarà sabato dall’ex sindaco di Milano) chiede un progetto con un programma chiaro di sinistra, alternativo al Pd, ed anche Massimo D’Alema, ha messo dei caveat alla proposta di Pisapia di primarie di coalizione: “prima di discutere di come fare le primarie bisognerà verificare se c’è una base programmatica, culturale, ideale, per poter fare la coalizione stessa” anche perché “fare le primarie con Renzi sarebbe come una roulette russa. Se viene il colpo sbagliato… Non si può fare”.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

13:39Germania: Berlino,corteo 500 neonazi,tensione con oppositori

(ANSA) - BERLINO, 19 AGO - Tensione a Berlino dove almeno 500 neonazisti hanno marciato in onore del 30esimo anniversario dalla morte di Rudolf Hess mentre altri 500 contro-manifestanti si sono riuniti vicino al corteo nel quartiere di Spandau. A separare i due cortei, la polizia antisommossa. Il portavoce, Carsten Mueller, ha detto che le autorità hanno importo una serie di restrizioni sulla marcia per assicurarsi che procedesse in maniera pacifica. In sostanza, la polizia ha autorizzato i manifestanti dell'ultradestra a marciare, senza però inneggiare al gerarca nazista, morto nella prigione di Spandau.

13:38Barcellona: Comitato sicurezza a Milano, rafforzate misure

(ANSA) - MILANO, 19 AGO - A Milano rafforzate ulteriormente le misure di sicurezza in seguito all'attentato di Barcellona: sono state posizionate nuove barriere agli accessi laterali della Galleria Vittorio Emanuele, accanto a piazza Duomo, e presto ne arriveranno altre nella zona della Darsena e dei navigli. Lo ha riferito la vicesindaco Anna Scavuzzo al termine del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza convocato in Prefettura dopo l'attacco di Barcellona. "Ci stiamo concentrando sul Duomo e sulla Galleria e stiamo facendo le verifiche per il posizionamento dei new jersey in Darsena e Navigli" ha precisato.(ANSA).

13:21Terrorismo: Viminale, espulsi 3 stranieri

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Due cittadini marocchini ed un cittadino siriano sono stati espulsi dal territorio nazionale per motivi di sicurezza. Lo rende noto il Viminale. Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese dal gennaio 2015 ad oggi.

12:53Calcio: Genoa, Juric ‘l’obiettivo è la salvezza’

(ANSA) - GENOVA, 19 AGO - L'obiettivo è la salvezza, è questa la realtà". Lo ha detto l'allenatore del Genoa Ivan Juric nella conferenza alla vigilia del debutto in campionato a Reggio Emilia col Sassuolo. Il mister rossoblù deve fare i conti con alcune emergenze soprattutto in difesa (mancherà Izzo ancora squalificato per la vicenda del Calcioscommesse ai tempi dell' Avellino) e in attacco, perchè Lapadula non è ancora disponibile. Juric ha le idee chiare: "Nella retroguardia toccherà a Rossettini, anche se è arrivato da pochi giorni. Mentre davanti giocherà Galabinov, avrà un'occasione importante. Nazionale". Tra le novità un possibile posto da titolare dal 1' per il centrocampista Omeonga e il giovanissimo Salcedo in attacco: "E' un giocatore giovane ma completo" ha spiegato Juric che invita la sua squadra alla massima attenzione col Sassuolo: "E' bello che abbiano tanti italiani ed hanno la capacità di mantenerli. Giocano un buon calcio, prima con Di Francesco e ora con Bucchi: E' sicuramente una squadra con un buon potenziale".

12:38Napoli la provincia con più adolescenti, Ferrara ultima

(ANSA) - BOLOGNA, 19 AGO - Napoli e Caserta sono le province con più adolescenti in Italia, con l'8,3% e l'8% della popolazione, mentre la 'maglia nera' degli abitanti tra 11 e 17 anni spetta a Ferrara (5,2%). Radioimmaginaria, emittente di adolescenti con 40 redazioni in Italia ed Europa, ha rielaborato dati Istat al gennaio 2017 in vista della Teen Parade a BolognaFiere (6-7 settembre), manifestazione per avvicinare gli adolescenti al mondo del lavoro (annunciati i ministri Valeria Fedeli e Giuliano Poletti). "In Italia gli adolescenti sono poco più di 4 milioni, il 6,6% dei cittadini", sottolinea Ludovica, 17enne speaker cremonese di Radioimmaginaria. La top ten delle province con più giovanissimi è appannaggio quasi solo del Sud: al terzo posto Barletta-Andria-Trani sfiora l'8%, davanti a Caltanissetta e Bolzano con 7,7%. Bolzano è l'unica provincia settentrionale ai vertici. Seguono infatti altre province del sud: Foggia, Crotone, Agrigento, Catania e Palermo al 7,3%. (ANSA).

12:38Finlandia: Farnesina conferma, italiana tra 8 feriti

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - La Farnesina ha confermato che una signora italiana è tra i feriti dell'attacco a colpi di coltello avvenuto ieri nella cittadina portuale finlandese di Turku. La donne è ricoverata in ospedale. L'unità di crisi del Ministero degli Esteri e l'ambasciata italiana a Helsinki si sono immediatamente attivate - si apprende - per ogni cura e assistenza. La polizia finlandese ritiene che l'episodio, in cui sono morte due persone e ferito lo stesso assalitore, sia un atto di terrorismo .

12:38Venezuela: Ortega Diaz fuggita in Colombia in barca

(ANSA) - CARACAS, 19 AGO - L'ex procuratrice generale del Venezuela, Luisa Ortega Diaz, è fuggita dal suo Paese in barca ed è arrivata in Colombia, dove ha chiesto asilo alle autorità locali. La notizia, anticipata dalla stampa di Caracas, è stata confermata dalle autorità colombiane. Ortega Diaz ha prima raggiunto la costa caraibica del Venezuela e dalla penisola di Paraguanà ha raggiunto in barca Aruba, da dove ha preso un aereo privato che l'ha portata a Bogotà. L'ex procuratrice è fuggita insieme al marito, il deputato chavista German Ferrer, e due suoi collaboratori della Procura, tutti ricercati dalle autorità venezuelane.

Archivio Ultima ora