Usa: parte dalla Polonia il nuovo tour di Trump

Pubblicato il 01 luglio 2017 da ansa

WASHINGTON. – In Europa ci invidiano la visita di Trump. Dalla Polonia Jaroslaw Kaczynski, ex premier a Varsavia ed oggi leader del partito Legge e Giustizia, preannuncia così una accoglienza calorosa per il presidente degli Stati Uniti Donald Trump che si appresta a lasciare Washington per il suo secondo tour all’estero con la partecipazione al G20 di Amburgo, in Germania, il 7 e l’8 luglio. Ma che però, farà prima una tappa a Varsavia.

Al margine del G20 Trump avrà il primo faccia a faccia con Vladimir Putin. Ma non solo: il secondo viaggio di Trump presidente costituisce infatti un test importante, dopo l’esordio al G7 di Taormina e al vertice Nato. E con l’attenzione del viaggio che resta puntata sull’Europa, non è più da considerarsi un debutto ma al vaglio è l’inizio del consolidamento dei rapporti del Vecchio Continente con l’America di Trump.

In quest’ottica emerge quindi come significativa la ‘scaletta’ degli impegni, le priorità, le scelte, i simboli. E da entrambe le parti. Mercoledì 5 luglio Trump partirà per la Polonia dove ad accoglierlo ci sarà il presidente Andrzej Duda “per discutere di una serie di temi bilaterali e regionali e approfondire l’alleanza basata su valori condivisi e interessi comuni”, ha fatto sapere la Casa Bianca.

Nella prima tappa l’immagine più attesa resta tuttavia quella di Trump che parlerà in piazza Krasinski a Varsavia dove è commemorata la rivolta del 1944 contro l’occupazione nazista, “per onorare il coraggio dei polacchi nell’ora più buia della storia”. Una visita che la Polonia di Duda vive come un ‘riconoscimento’ nel suo ruolo oggi nell’Europa percorsa da forti spinte contrapposte. E che gli Usa intendono anche come un segnale nell’esprimere la loro visione dell’alleanza transatlantica ai tempi di Trump.

Il presidente degli Stati Uniti proseguirà quindi per Amburgo, in Germania, dove prenderà parte al G20 a margine del quale vedrà diversi leader: la cancelliera tedesca Angela Merkel (che fa gli onori di casa), ma anche il presidente cinese Xi Jinping, la primo ministro britannica Theresa May, il premier giapponese Shinzo Abe, il presidente sudcoreano Moon Jae-in e quello messicano Enrique Peña Nieto. E il presidente russo Vladimir Putin.

Per quest’ultimo incontro le aspettative sono altissime, con le indagini sul cosiddetto ‘Russiagate’ in corso a Washington e considerato quello che è stato un mantra per Donald Trump candidato prima e presidente poi, nell’evocare la possibilità di migliorare i rapporti con Mosca dopo il deterioramento dei rapporti che ha caratterizzato l’amministrazione Obama.

Ma la Casa Bianca non si sbilancia, l’agenda “non è ancora definita” fa sapere, mentre insiste: “il nostro rapporto con la Russia non è differente da quello con qualsiasi altro Paese in termini di comunicar loro quali sono le nostre preoccupazioni, in che settori dove vediamo problemi ma anche opportunità”.

Il tour del presidente si chiude poi in Francia e con una la partecipazione ai festeggiamenti per la commemorazione della presa della Bastiglia il 14 luglio. E’ la scelta di Emmanuel Macron che, dopo la vigorosa stretta di mano a Bruxelles durante il vertice Nato a maggio e lo slogan lanciato all’indomani dal ritiro degli Usa dall’accordo di Parigi sul clima -“Make our planet great again”-, sembra voler ribadire così il suo approccio pragmatico verso l’America di Trump.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

13:05Mafia: 5 fermati, c’è figlio “autista” Riina

(ANSA) - PALERMO, 21 GEN - La Dda di Palermo ha disposto il fermo di cinque persone accusate di mafia ed estorsione. Si è ricorsi al fermo perché i cinque si preparavano a fuggire. In carcere tra gli altri è finito Giuseppe Biondino, figlio di Salvatore Biondino, autista e uomo di fiducia di Totò Riina. Per gli inquirenti è il nuovo "reggente" del mandamento di San Lorenzo ed è accusato di diverse estorsioni. I provvedimenti sono stati eseguiti dai carabinieri. Biondino, nei mesi scorsi, aveva lasciato più volte Palermo per andare in Spagna con l'intenzione di organizzare la sua imminente latitanza. Arrestato anche Francesco Lo Iacono, altra parentela di "rango" in Cosa nostra: è il nipote del boss Francesco Lo Iacono, storico capomafia di Partitico. E' accusato dell'incendio di una concessionaria di auto. Si stava preparando a partire per Düsseldorf per darsi alla latitanza. In carcere anche Salvatore Ariolo e Ahmed Glaoui, accusati di mafia ed estorsione e Bartolomeo Mancuso, accusato di estorsione.

13:04Sci: Kristoffersen in testa slalom Kitzbuehel, Gross è 6/o

(ANSA) - KITZBUEHEL, 21 GEN - Il norvegese Henrik Kristoffersen in 55.87 e' al comando dopo la prima manche dello slalom speciale di cdm di Kitzbuehel. Lo seguono gli austriaci Michael Matt in 55.97 e Marcel Hirscher in 56.92 Per l'Italia il migliore e' il trentino Stefano Gross con il sesto tempo in 57.57. Piu' indietro, dopo la prova dei primi trenta atleti , vi sono al momento Manfred Moelgg 17/o in 58.22 e Patrick Thaler 25/o in 56.98. Seconda manche alle 13.30.

13:03Siria: curdi negano ingresso turchi a Afrin

(ANSA) - ANKARA, 21 GEN - Le forze curde e l'Osservatorio siriano per i diritti umani negano che militari turchi siano entrati nell'enclave di Afrin, in Siria. I tentativi di Ankara di infiltrarsi sono stati respinti, ha dichiarato Mustafa Bali il portavoce delle forze democratiche siriane, la coalizione a prevalenza curda alleata degli Stati Uniti.

13:00Mafia: collabora con magistrati boss Macaluso

(ANSA) - PALERMO, 21 GEN - Il mafioso palermitano Sergio Macaluso, 44 anni, ha deciso di collaborare con la giustizia. Era stato arrestato nel dicembre scorso dai carabinieri nell'inchiesta denominata Talea che portò in cella 25 mafiosi tra cui Mariangela Di Trapani, moglie del boss Madonia. La donna aveva preso in mano le redini della cosca durante la detenzione al 41 bis del marito. Macaluso, che da qualche settimana riempie pagine di verbali, è ritenuto dagli inquirenti uno dei nuovi elementi di vertice del mandamento mafioso di Resuttana-San Lorenzo. Il particolare emerge dall'indagine della Dda che ha portato al fermo di cinque mafiosi, tra cui Giuseppe Biondino, il figlio dell'ex autista di Totò Riina, Salvatore Biondino.

12:49Incidente stradale:auto investe coppia, lui morto lei ferita

(ANSA) - LOCRI (REGGIO CALABRIA), 21 GEN - Un uomo è morto e la sua compagna è rimasta gravemente ferita dopo essere stati investiti da un'auto. L'incidente è avvenuto nella tarda serata di ieri a Locri, lungo la statale 106. La vittima è l'imprenditore di Siderno Pasquale Sgotto, di 43 anni, titolare di una nota azienda di vendita di mobili e cucine e di un servizio di onoranze funebri. La compagna, B.P. (44) è stata soccorsa e portata nell'ospedale di Locri dove è ricoverata in prognosi riservata. Secondo la prima ricostruzione fatta dai carabinieri della compagnia di Locri, i due, all'uscita di un cinema situato nella zona, sono stati investiti mentre attraversavano la strada. A travolgere la coppia una Mercedes classe B condotta da una persona che risiede nella Locride e che dopo l'impatto si è subita fermata chiamando i soccorsi. L'investitore è indagato per omicidio stradale. Sgotto è morto sul colpo. (ANSA).

12:48Attacco Kabul: tv, almeno 18 i morti

(ANSA) - KABUL, 21 GEN - I morti nell'attacco di un commando di talebani ieri all'Hotel Intercontinental di Kabul sarebbero "almeno 18". Lo riferisce la Tv Tolo. L'emittente, che prima aveva rilanciato un bilancio ufficiale di sei morti, cita ora fonti non precisate.

12:28Scontro in galleria nel bresciano, 7 feriti

(ANSA) - BRESCIA, 21 GEN - Sette persone sono rimaste ferite, di cui tre in modo grave, in un incidente che si è verificato all'alba all'interno della galleria Trentapassi a Pisogne, in provincia di Brescia. Tre le auto coinvolte in una carambola probabilmente nata a causa dell'alta velocità e per una manovra azzardata. La galleria è stata riaperta al traffico dopo alcune ore nelle quali sono stati effettuati i rilievi di polizia. Tre feriti sono, condizioni critiche, sono stati trasportati in ospedale con l'elisoccorso.

Archivio Ultima ora