Il Pd lavora alla tregua in vista della direzione

Pubblicato il 04 luglio 2017 da ansa

Nella foto Matteo Renzi, Andrea Orlando

ROMA. – Sancire una tregua nel dibattito tra i Dem sulle alleanze, rilanciare il “dialogo sociale”. A questo si lavora al Nazareno, per evitare che il “Pisapia sì, Pisapia no” si trasformi in un tormentone estivo. Giovedì alle 15 si riunirà la direzione Pd e allora Matteo Renzi avrà modo di confrontarsi a viso aperto con Dario Franceschini, che ha aperto un solco nella maggioranza con le sue critiche post-comunali, e il leader della minoranza Andrea Orlando, che rinvia di qualche ora la partenza per un vertice Ue a Tallinn pur di essere al Nazareno.

Il tentativo dei pontieri renziani è ricomporre almeno il fronte di maggioranza e rinviare a settembre il tema alleanze ma la scintilla rischia di divampare, anche perché gli orlandiani già rilanciano il tema delle coalizioni nella legge elettorale. Intanto, viene sminata la grana banche venete con il Pd che trova la compattezza su un probabile voto di fiducia.

Anche se si alza tra la tensione tra Michele Emiliano e Pier Carlo Padoan. Il ministro, in risposta a una domanda, dice che le critiche al decreto sugli istituti veneti dipendono da “scarsa conoscenza delle regole”. “Non conosco i fatti? Conosco i diritti e li difendo. E i fatti danno torto a Padoan”, replica il governatore.

Ma il confronto non dovrebbe creare problemi sul fronte parlamentare: i deputati “emiliani” condizionano infatti il loro voto sul testo al via libera a tre emendamenti, ma fanno anche sapere che non faranno mancare – se sarà posta – la fiducia al governo. E anche Pier Luigi Bersani dichiara che Mdp voterà la fiducia: “Senza una legge elettorale non si può interrompere la legislatura”. Insomma, sintetizzano i dirigenti Dem: nessun rischio per la maggioranza finché non si chiuderà, in autunno, l’ultima finestra per il voto anticipato.

Renzi, intanto, prova a tenersi lontano da fibrillazioni e discussioni “da palazzo”. “Noi non odiamo nessuno, semplicemente proviamo a realizzare i nostri progetti, senza rincorrere urla, polemiche e insulti”, scrive in serata su Facebook, rilanciando la rivista online Democratica.

Giovedì in direzione, anticipano i Dem, il segretario dovrebbe parlare di “idee”, rilanciando l’assemblea programmatica annunciata da Maurizio Martina a Milano per l’autunno. E ribadire che si discute con tutti, ma sui programmi. Anche con i sindacati, viene fatto notare, viene rilanciato il “dialogo sociale” (Camusso, Furlan e Barbagallo saranno il 17 al Nazareno a parlare di pensioni).

La speranza dei “pontieri” è che si stemperino così le tensioni con Franceschini (girano voci – smentite dal Nazareno – di contatti tra il ministro, che in mattinata è alla Camera, e il segretario). Il ministro si riserva, spiega chi gli è vicino, di decidere se parlare in direzione a seconda dei toni e delle risposte di Renzi alle questioni da lui poste sul centrosinistra.

Nella sede del Pd viene intanto apprezzata l’intervista in cui il sindaco di Cagliari Massimo Zedda invita Giuliano Pisapia a “non farsi tirare per la giacca” da chi vuole la rottura coi Dem. Ma la linea dei renziani sul tema alleanze non cambia. E’ “surreale” il dibattito sulle coalizioni, dice Matteo Orfini, che tratteggia il progetto di un “grande Pd”, un “partito più forte, largo, inclusivo”. Una formula che guarda al voto con il Consultellum, che prevede alla Camera il premio al partito che superi il 40%. La convinzione dei renziani resta infatti che, visti i numeri parlamentari, sarà molto difficile cambiare quella legge.

La minoranza Pd che fa capo Orlando (il ministro vedrà la prossima settimana Pisapia a un convegno) proprio sulla legge elettorale insiste per poter aprire un varco alle coalizioni. Mercoledì in un convegno alla Camera ne parleranno giuristi invitati da Gianni Cuperlo e Andrea Giorgis, per riavviare un dibattito sul tema. La speranza degli orlandiani, che si vedranno giovedì prima della direzione, è che su un sistema maggioritario con premio alla coalizione possa costruirsi una convergenza, a partire dai Dem vicini a Franceschini.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

12:50Donna violentata a Terni, indaga la polizia

(ANSA) - TERNI, 22 GEN - Una donna di Terni ha denunciato di essere stata violentata nella tarda serata di ieri dopo essere stata spinta nella propria auto parcheggiata in una delle piazze della città. Sull'aggressione sono in corso indagini della polizia. In base a quanto riferito dagli investigatori, poco dopo le 21 la donna sarebbe stata avvicinata da uno sconosciuto in piazzale Bosco, dove stava raggiungendo la propria auto parcheggiata, per poi venire spinta all'interno della vettura e, secondo il racconto della stessa vittima, violentata. L'uomo, parzialmente coperto da un cappuccio, è poi fuggito. E' stata la donna a chiamare il 118 e poi il 113. Trasportata all'ospedale in stato di choc, le sue condizioni non sono considerate gravi. Sull'episodio indagano la squadra volante e la squadra mobile della questura, che stanno ricostruendo quanto accaduto alla ricerca di elementi utili per risalire all'autore della violenza, avvenuta a poca distanza dalla stazione ferroviaria. (ANSA).

12:49Clochard morto in parco a Torino, freddo probabile causa

(ANSA) - TORINO, 22 GEN - Un senzatetto è stato trovato morto, questa mattina a Torino, nel parco della Pellerina. L'uomo, un extracomunitario sulla trentina, sprovvisto di documenti, è stato trovato in uno stabile abbandonato all'interno del parco. A trovarlo gli agenti delle volanti. Dai primi accertamenti sembra che il decesso sia stato causato da assideramento. (ANSA).

12:45Prima nevicata di stagione a Tokyo, fino a 10 cm

(ANSA) - TOKYO, 22 GEN - L'Agenzia meteorologica giapponese ha emesso un allarme maltempo per le ampie nevicate che si sono abbattute oggi su Tokyo - per la prima volta dall'inizio dell'anno - e che dovrebbero continuare fino alle prime ore di martedì. A causa di un fronte di bassa pressione proveniente dal mar del Giappone, un manto di neve di almeno 10 centimetri potrebbe ricoprire nelle prossime ore le strade dei 23 comuni della capitale, con punte di 30 centimetri nelle regioni montagnose del Kanto, a nord della metropoli. Le forti nevicate che si sono registrate dalle prime ore del mattino, hanno già provocato forti disagi alla circolazione di auto e sistemi ferroviari, e ai principali aeroporti della città. La compagnia aerea Japan Airlines ha cancellato 24 voli nel corso del pomeriggio, interessando circa 5.000 viaggiatori. Le temperature rimarranno basse fino alla fine del mese, avverte l'agenzia, riflettendo le medie stagionali. Da inizio anno e fino alla scorsa settimana le temperature si erano assestate sui valori medi

12:26Calcio: Mondiali 2022, le partite solo in Qatar

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Il segretario generale del Comitato organizzatore dei Mondiali 2022, che si disputeranno in Qatar, Hasan Al Thawadi, ha dichiarato che le partite del torneo verranno giocate solo nell'Emirato, smentendo la possibilità che vengano ospitate anche in altri Paesi della regione. La notizia viene riportata da Al Jazeera. "Il Qatar è il solo Paese ospitante dei Mondiali di calcio 2022 e ospiterà tutte le 64 partite del campionato negli otto stadi previsti", ha dichiarato Al Thawadi.

12:26Lega: Maroni, opinioni diverse ma nessuna divisione

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - "La Lega non è divisa, ci sono opinioni diverse e questa è la ricchezza del partito". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, parlando con i giornalisti a margine di un convegno a Palazzo Lombardia. "Come ho sempre detto - ha ribadito Maroni - per me il segretario è il segretario e ha sempre ragione. La mia storia nella Lega è stata di opinioni diverse anche rispetto a Bossi. Ma non c'è divisione, c'è ricchezza. Il pensiero unico non c'è, e questa è una bella cosa".

12:24C.destra: Salvini, non abbiamo bisogno di garanti in Europa

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - "L'Italia non ha bisogno di garanti, siamo una Repubblica libera e sovrana che è stata calpestata dagli interessi di Bruxelles e Berlino, quindi sono gli italiani a dover essere garantiti da questo". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, interpellato sul viaggio 'europeo' a Bruxelles di Silvio Berlusconi, a margine di un incontro elettorale in un mercato di Milano con il candidato governatore della Lombardia per il centrodestra, Attilio Fontana. Salvini si è comunque detto sicuro che il prossimo governo sarà di centrodestra e applicherà il programma sottoscritto: "Nessun appello, avremo la maggioranza sia percentuale sia di seggi", ha risposto a una domanda sull'ipotesi che non ci sia una maggioranza a livello di seggi parlamentari dopo le elezioni del 4 marzo.

12:21Berlusconi giunto a Bruxelles, incontri con Juncker e Tajani

(ANSA) - BRUXELLES, 22 GEN - Silvio Berlusconi è appena arrivato a Bruxelles per una due giorni fitta di incontri. L'ex premier incontrerà il presidente della commissione Ue Jean Claude Junker e il presidente del Parlamento Antonio Tajani. Tra gli altri appuntamenti un faccia a faccia con Michel Barnier, responsabile dei negoziati sulla Brexit, oltre ad una serie di colloqui con tutto il vertice del partito popolare Europeo. In mattinata il primo incontro con il segretario del Ppe Antonio Lopez Isturiz.

Archivio Ultima ora