Corrotti, stalker e terroristi, arriva la confisca dei beni

Pubblicato il 07 luglio 2017 da ansa

ROMA. – Non solo ville, negozi e terreni dei mafiosi: d’ora in poi anche chi finisce nel mirino della giustizia per corruzione, concussione, terrorismo e stalking rischierà di vedersi sequestrare i propri beni patrimoniali. E’ la novità più importante della riforma del codice antimafia che dovrebbe essere approvato definitivamente dal Senato. Le norme previste per i mafiosi si estendono a chi risulta indiziato di reati contro la pubblica amministrazione oltre che per i sospettati di terrorismo e stalking.

Confische e sequestri delle proprietà dei boss hanno finora portato nelle mani dello Stato beni per circa 25 miliardi di euro. Con la riforma, l’ Agenzia per i beni sequestrati e confiscati – finora spesso oggetto di critiche, con poco personale e quasi tutto “comandato” – esce rafforzata, con un direttore (non più per forza un prefetto) che si occuperà dell’amministrazione dei beni dopo la confisca di secondo grado.

Norme stringenti sono previste per gli amministratori giudiziari, che non potranno avere più di 3 incarichi e non potranno essere parenti fino al quarto grado, ma neppure conviventi o “commensali abituali” del magistrato che conferisce l’incarico.

L’Agenzia per i beni sequestrati e confiscati avrà una dotazione di 200 unità: avrà sede a Roma e sedi secondarie a Reggio Calabria, Palermo, Catania, Napoli, Bologna e Milano. Rimarrà sotto la vigilanza del Ministro dell’Interno. Cambia la disciplina in tema di amministrazione, gestione e destinazione dei beni sequestrati e confiscati e quella relativa alla tutela dei terzi e ai rapporti con le procedure concorsuali.

Novità per quanto riguarda la disciplina delle incompatibilità relative agli amministratori giudiziari e ai curatori fallimentari nelle aziende sequestrate e confiscate. Norme, queste ultime, rese di particolare attualità dopo il caso scoppiato in Sicilia e che ha visto tra i protagonisti il magistrato Silvana Saguto, ex presidente della Sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo.

Ultima ora

18:47Calcio: Spalletti, dispiace se Nainggolan va in Cina

(ANSA) - MILANO, 21 GEN - "Il calcio è fatto così. A Roma sanno cosa fare, negli ultimi anni sono sempre stati in alta classifica. Ora hanno passato il turno di Champions, hanno giocatori di altissimo livello, Di Francesco ha ottenuto ottimi risultati. Bisogna essere pronti a gestire queste situazioni". Dai microfoni di Premium Sport Luciano Spalletti, tecnico dell'Inter, commenta così, a poche ore dalla partita contro la Roma, l'eventuale cessione di Dzeko e Nainggolan da parte del club giallorosso. "Mi dispiacerebbe - dice - se Nainggolan finisse in Cina, è un alieno e per questo a volte fa anche delle cavolate ma è un giocatore fantastico".

18:46M5s: Di Maio, Grillo sarà sempre parte fondamentale M5S

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - "C'è stato un tempo in cui una sola persona poteva riunire" un grande numero di persone ed era "Beppe Grillo, che sarà sempre una parte fondamentale del Movimento". Lo afferma Luigi Di Maio presentando il programma M5S di governo.

18:46Calcio: cinquina Lazio, Crotone sbanca Verona

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - La Lazio perde Immobile per infortunio ma batte comunque 5-1 il Chievo e sale momentaneamente al terzo posto in classifica, in attesa del posticipo di stasera tra Inter e Roma. Importanti risultati per la parte bassa della classifica: il Crotone ha vinto 3-0 a Verona, portandosi in zona salvezza, mentre il Bologna ha sconfitto con lo stesso risultato il Benevento, ora ultimo dietro al Verona. La Spal ha preso un punto buono a Udine. La Samp batte la viola con una tripletta di Quagliarella, che scavalca Dybala nella classifica marcatori con 15 reti. Risultati: Bologna-Benevento 3-0; Lazio-Chievo 5-1; Sampdoria-Fiorentina 3-1; Sassuolo-Torino 1-1; Udinese-Spal 1-1; Verona-Crotone 0-3. Alle 18 Cagliari-Milan, alle 20.45 INter-Roma; domani Juventus-Genoa.

18:45Sterpaglie in fiamme, 2 ore stop treni lungo Tirrenica

(ANSA) - GROSSETO, 21 GEN - Il traffico ferroviario sulla linea Tirrenica, tra Orbetello (Grosseto) ed Albinia (Grosseto), è stato interrotto dalle 14.15 alle 16 circa per un incendio che si è sviluppato lungo la strada nella zona di Orbetello Scalo (Grosseto), vicino all'ex Sipe Nobel. A bruciare sono state le sterpaglie lungo la ferrovia. Intervento dei vigili del fuoco di Orbetello, sul posto stanno operando dieci uomini con quattro automezzi. Quattro i treni che hanno subito ritardi al massimo di 30 minuti mentre un convoglio è stato parzialmente cancellato. Per spegnere le fiamme è stato necessario interrompere la linea elettrica del tratto ferroviario con conseguente stop dei treni.

18:36Calcio: Lega replica a Sarri, finora pari in turnazione Juve

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "E' del tutto alla pari finora la turnazione prima/dopo tra Juventus e Napoli, visto che proprio gli azzurri arrivano da 5 giornate consecutive in cui sono scesi in campo prima della Juventus". E' la replica della Lega di Serie A interpellata dall'Ansa dopo le parole del tecnico partenopeo Maurizio Sarri che si è lamentato per la diversa programmazione nelle future gare di campionato. "Escludendo le prime 2 giornate di agosto, per la diversa programmazione estiva serale - spiega la Lega - i partenopei hanno giocato prima della Juventus per ben 14 volte su 19". Le Lega aggiunge che "la programmazione delle giornate di campionato è spesso vincolata al calendario delle coppe, ragion per cui la Juventus, impegnata in Champions e in Tim Cup, disputerà obbligatoriamente alcune delle prossime giornate di sabato, anticipando il Napoli". Infine, "le formazioni in testa alla classifica sono quelle che creano il maggior interesse intorno al campionato, per cui di norma non si fanno mai giocare in contemporanea".

18:32Calcio: Sarri ‘calendario? Errore mastodontico Lega’

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - La sfida scudetto tra Napoli e Juventus si giocherà con diverse gare con il risultato dei partenopei già acquisito. L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, ai microfoni di Sky non le manda a dire: "nel calendario la Juventus ha partite abbastanza abbordabili, - le parole del tecnico - e questo potrebbe metterci un po' di pressione. Ritengo che la Lega abbia fatto un errore mastodontico perché tra queste otto partite magari ce ne sono quattro obbligate per gli impegni europei, ma nelle altre si poteva un pochino mediare. Si sarebbe potuto giocare in contemporanea o far giocare prima noi qualche partita. Per mediare - sottolinea - intendo creare delle situazioni e delle condizioni simili per le due squadre". "Mi dispiace - conclude Sarri - sono certo che si sia verificata in buona fede, ma un minimo di dubbio sulle capacità di chi deve organizzare queste cose mi viene".

18:29A Cavriago si commemora Lenin, bandiere con falce e martello

(ANSA) - CAVRIAGO (REGGIO EMILIA), 21 GEN - Il Partito marxista leninista dell'Emilia-Romagna (Pmli) ha commemorato il 94/o anniversario della morte di Lenin con una manifestazione davanti al busto collocato nell'omonima piazza di Cavriago, nel Reggiano. All'iniziativa è giunto un saluto del segretario nazionale del Pmli, Giovanni Scuderi. E hanno partecipato sostenitori di Lenin giunti anche da Lombardia, Piemonte e Toscana, accanto a due grandi manifesti: un ritratto di Lenin e l'altro per il Centenario della Rivoluzione russa d'Ottobre. Il discorso commemorativo, affidato al responsabile regionale Denis Branzanti, ha affrontato questo tema: "Cosa ci ha insegnato Lenin per combattere il capitalismo, fare la rivoluzione socialista e conquistare il socialismo e il potere politico". In conclusione, tutti si sono stretti al busto di Lenin intonando 'L'Internazionale', 'Bandiera Rossa' e 'Bella Ciao'.(ANSA).

Archivio Ultima ora