MLB: Il venezuelano Luis Aparicio sarà omaggiato durante l’All-Star Game

Pubblicato il 07 luglio 2017 da redazione

CARACAS – L’11 luglio il Marlins Park di Miami ospiterà l’ottantottesima edizione dell’All-Star Game della Major League Baseball. Tra le diverse attività, anche l’omaggio alle leggende latinoamericane del diamante. Una di queste é Luis Aparicio, unico venezuelano nella Hall of fame di Cooperstown. Oltre ad Aparicio, saranno omaggiati Roberto Alomar, Rod Carew, Orlando Cepeda, Juan Marichal, Pedro Martínez, Tony Pérez, Iván Rodríguez e Roberto Clemente (ci sarà la familia del pelotero scomparso nel 1972).

“Con la variegata diversità etnica che esiste a Miami, questo All Star Game offrirá l’opportunità di festeggiare ed riconoscere il contributo che hanno dato i peloteros alla Major League Baseball” – ha dichiarato Rob Manfred, commissario della MLB, aggiungendo – “Questo gruppo di giocatori, che fanno parte della Hall of Fame, sono serviti da esempio ai campioni che attualmente si esibiscono nel nostro campionato”.

Luis Aparicio, é un giocatore che ha il baseball nel suo DNA: suo padre Luis Aparicio Ortega, a cui é intitolato lo stadio di Maracaibo, é stato uno dei primi ‘peloteros zulianos’ che ha giocato all’estero.

Aparicio jr. ha iniziato la sua carriera all’età di 20 anni, un 18 novembre del 1953, in una gara nella quale si sfidavano Gavilanes-Pastora, match andato in scena sul diamante dello stadio Olímpico di Maracaibo (oggi noto come Alejandro Borjes). Da quel giorno spiccò il volo fino ad entrare negli almanacchi non solo del baseball venezuelano, ma anche internazionale.

In Venezuela ha difeso le maglie di Gavilanes, Cervecería Caracas, La Guaira, Zulia e Lara. Nella Liga Venezolana de Baseball Profesional ha disputato 419 gare in 13 stagioni. In questo periodo di tempo si é presentato 500 volte sul home andando a segno in 211 occasioni. Nel torneo locale ha messo a segno 370 hits: 63 doppi, 15 triple e 7 fuoricampo per una media battuta di 247.

L’esordio nella denominata ‘gran carpa’ avviene il 17 aprile del 1956 con i Chicago White Sox. Poi nella MLB ha giocato con Baltimore Orioles (con cui ha vinto le World Series nel 1966) e Boston Red Sox. Nelle 18 stagioni disputate negli Stati Uniti ha avuto una media battuta di 262. Ha vinto in nove occasioni il Golden Glove e nel 1956 si é aggiudicato il Rookie of the year. Questa performance gli ha permesso nel 1984 di entrare tra gli immortali dello sport della mazza e guantone.

Appesi gli spikes al chiodo é diventato manager, qui in Venezuela si é seduto sulle panchine di Cardenales de Lara, Águilas del Zulia, Petroleros de Cabimas, Navegantes del Magallanes e Tiburones de La Guaira.

In suo onore in Venezuela dal 2004 ogni anno viene assegnato al miglior pelotero venezuelano in Mlb il premio “Luis Aparicio”. Questa distinzione la consegna il proprio Aparicio durante il tradizionale “Juego de la Chinita” che va in scena ogni 18 novembre nello stadio di baseball di Maracaibo.

Martedì, i tifosi della pelota avranno la possibilitá di vedere dal vivo una delle leggende di questo sport.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

21:47Calcio: Roma, Schick fermo 15 giorni

(ANSA) - ROMA, 21 SET - La Roma dovrà fare a meno di Patrik Schick fino alla gara con il Napoli in programma il 14 ottobre. L'attaccante, infortunatosi in occasione della gara con il Verona, sarà infatti costretto a star fermo per due settimane e tornerà quindi a disposizione del tecnico Di Francesco dopo la sosta, e dopo aver quindi saltato le gare con Udinese e Milan in campionato e Qarabag in Champions League. La prognosi è arrivata questa sera dopo che l'attaccante ceco è stato sottoposto ad ulteriori controlli clinico-strumentali che, spiega il bollettino medico emesso dal club giallorosso, "hanno confermato l'infortunio muscolare al retto femorale sinistro, mettendo in evidenza una quota di edema post-distrattivo nel terzo prossimale della giunzione mio-tendinea del muscolo".

21:25Calcio: Real Madrid, rinnovo record con Emirates

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Rinnovo di sponsorizzazione record per il Real Madrid, che ha deciso di prolungare fino al termine della stagione 2021-2022 l'accordo con Emirates. Lo anticipa "Palco23", web magazine spagnolo specializzato nello sport business. Il club presieduto da Florentino Perez avrebbe firmato con un anno di anticipo il rinnovo della sponsorizzazione alla cifra di circa 70 milioni all'anno (per un totale quindi di 280 milioni), un record assoluto. I campioni d'Europa in carica, infatti, supereranno i rivali del Barcellona (55 milioni da Rakuten) e il Manchester United (che ne incassa 62 dalla Chevrolet). Oltre allo sponsor sulla maglia, il Real sta anche chiudendo le trattative con la Adidas per il rinnovo della sponsorizzazione tecnica: l'intesa prevedrebbe introiti nell'ordine di 150 milioni a stagione e un accordo pluriennale.

21:05Calcio: De Biasi riparte dalla Liga, ad un passo dall’Alaves

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Gianni De Biasi sarà il nuovo allenatore dell'Alaves, ultima in classifica nella Liga spagnola e che ha appena esonerato Luis Zubeldía. Stando alla stampa locale, la società avrebbe trovato l'accordo con l'ex ct dell'Albania, che vanta già un'esperienza nel campionato spagnolo (ha allenato il Levante nel 2007-2008). Il 61enne tecnico trevigiano risponde al profilo che il club sta cercando: di nazionalità europea, non spagnolo, con esperienza nella Liga e attualmente senza contratto. Dopo aver allenato, tra le altre, Torino, Brescia e Udinese, De Biasi ha vissuto il suo miglior periodo come allenatore sulla panchina dell'Albania, portata ad una storica qualificazione all'Europeo in Francia. Secondo le indiscrezioni che arrivano dalla Spagna, il contratto di De Biasi vale fino alla fine della stagione, con opzione per l'anno successivo. L'Alaves dovrebbe ufficializzare il suo arrivo nelle prossime ore.

20:59Istruzione: in Serbia Forum Cina-16 Paesi est Europa

(ANSAmed) - BELGRADO, 21 SET - La collaborazione e le politiche nel campo dell'istruzione sono al centro di un incontro di due giorni apertosi oggi a Novi Sad, nel nord della Serbia, fra i rappresentanti di Cina e di 16 Paesi dell'Europa centro-orientale e balcanica. Alla conferenza, che si tiene all'Università del capoluogo della Voivodina, sono intervenuti la premier serba, Ana Brnabic, e il ministro dell'istruzione, Mladen Sarcevic, unitamente ai rappresentanti cinese e degli altri Paesi partecipanti. L'iniziativa '16+1' e' stata avviata negli anni scorsi dalla Cina con l'obiettivo di intensificare i rapporti con i Paesi dell'Europa centrorientale e balcanica. Nei giorni scorsi in Montenegro, nell'ambito di tale formato, si è tenuto un Forum tra i sindaci di Pechino e delle capitali dei 16 Paesi interessati. (ANSAmed).

20:38Iraq: autorità curde confermano referendum 25 settembre

(ANSA) - BEIRUT, 21 SET - Le autorità della regione autonoma del Kurdistan, in Iraq, hanno annunciato che il referendum sull'indipendenza, che pure ha valore consultivo, si svolgerà come previsto il 25 settembre, nonostante la Corte suprema di Baghdad abbia disposto la sospensione della consultazione in attesa di stabilirne la costituzionalità. Il presidente della regione autonoma, Massud Barzani, ha detto che le trattative col governo federale continueranno anche dopo il referendum, e che l'indipendenza potrebbe essere dichiarata tra due anni. L'Alto consiglio per il referendum, presieduto da Barzani, ha detto che le operazioni di voto si svolgeranno alla data prevista, dopo che nei negoziati delle ultime settimane con il governo centrale di Baghdad, "nessuna alternativa è stata offerta al posto del referendum e a garanzia dell'indipendenza". "Siamo pronti a cominciare un dialogo serio, cordiale e sincero con Baghdad e la comunità internazionale dopo il referendum", ha detto Barzani in un comizio a migliaia di sostenitori.

20:37Corea Nord: Ue verso nuove sanzioni, bozza d’accordo

(ANSA) - BRUXELLES, 21 SET - L'Ue va verso l'adozione di nuove sanzioni nei confronti della Corea del Nord. E' quanto si apprende da fonti europee. I 28 hanno raggiunto una bozza di accordo anche se manca ancora una formalizzazione che, secondo le previsioni, potrebbe arrivare alla prossima riunione del Consiglio Affari Esteri, in agenda il 16 ottobre.

20:33Decreto Trump per tagliare fondi a Corea del Nord

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - Il presidente americano Donald Trump ha annunciato un decreto per tagliare ulteriormente i fondi alla Corea del Nord, prendendo di mira le società finanziarie e le persone che fanno affari con Pyongayang. Un sostegno finanziario che Trump, parlando al Palazzo di Vetro dell'Onu, ha definito "inaccettabile".

Archivio Ultima ora