Russiagate, nelle mail di Trump Jr. il sostegno di Mosca

Pubblicato il 11 luglio 2017 da ansa

Donald Trump Jr. EPA/SHAWN THEW

WASHINGTON. – “Per essere totalmente trasparente”. Con questa motivazione Donald Trump Jr, il figlio primogenito del presidente degli Stati Uniti, ha diffuso via twitter l’integrale scambio di mail con l’ex giornalista e pr britannico Rob Goldstone che nel giugno 2016 fece da tramite per l’incontro con un’avvocatessa russa su indicazione che questa fosse in possesso di materiale compromettente su Hillary Clinton.

Ma proprio queste mail potrebbero alla fine dare fondamento al cosiddetto ‘Russiagate’, ovvero le inchieste in corso su più binari circa le presunte interferenze russe nelle elezioni americane e i contatti dell’entourage di Trump con rappresentanti di Mosca. Perché proprio in quelle mail si indica nero su bianco il “sostegno della Russia e del suo governo per Trump”.

Per questo adesso le si analizzano riga per riga, si estrapolano frasi salienti, si ipotizzano ‘prove’ di collusione o perfino tradimento. Saranno gli inquirenti a stabilirlo, per i quali è materiale preziosissimo, secondo alcuni osservatori perfino la tanto cercata ‘pistola fumante’, la prova che l’entourage di Trump sapeva degli sforzi di Mosca a sostegno della sua candidatura. Lo sapeva forse persino il presidente, che fino ad ora ha negato contatti impropri, escluso collusioni, difeso a spada tratta i suoi collaboratori.

Come adesso ha difeso suo figlio: non su twitter (gli è stato consigliato di rimanere alla larga su questa vicenda), ma affidando un breve messaggio alla vice portavoce della Casa Bianca Sarah Huckabee Sanders, che lo ha letto in apertura del quotidiano briefing con la stampa: “Mio figlio è una persona di alta qualità, io plaudo alla sua trasparenza”. Niente più. Perché adesso i termini “tradimento”, “falsa testimonianza”, evocati a cadenza quotidiana per mesi a Washington, sembrano per alcuni cominciare ad assumere contorni più concreti.

Incalzata dai giornalisti Sanders ha respinto categoricamente tali ipotesi: “Credo che quelle parole siano ridicole”. Eppure adesso la svolta potrebbe davvero essere dietro l’angolo, con un certo paradosso di fondo se a fornirne la leva dovessero risultare davvero le mail diffuse da Donald Jr, tra l’altro anticipando il New York Times, sembrerebbe.

Secondo alcuni media infatti in mattinata il quotidiano che aveva rivelato l’incontro con l’avvocatessa russa si apprestava a pubblicare lo scambio di cui era venuto in possesso e aveva contattato Donald Jr chiedendogli un commento, il quale aveva poi anticipato il giornale diffondendo lui stesso le mail su Twitter.

Da queste si evince intanto che Trump Jr era particolarmente contento alla possibilità di ottenere materiale su Hillary Clinton: “Se è come dite, molto bene (letteralmente: ‘I Love it’ ndr), specialmente più avanti nell’estate”, si legge. Ma anche che l’avvocatessa veniva presentata come “legale del governo russo”.

Lei ha smentito: “Non ho mai avuto informazioni dannose per Hillary Clinton. Non è mai stata questa la mia intenzione”, ha detto in un’intervista alla Nbc l’avvocatessa russa Natalia Veselnitskaya, affermando che d’altro canto è ciò che Donald Jr (all’incontro insieme con Jared Kushner e Paul Manafort) bramava: “E’ possibile che loro cercassero tali informazioni. Le volevano disperatamente al punto di sentire solo quello che volevano”.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

04:20Trump, mie critiche ad atleti non c’entrano con razza

NEW YORK - "Questa vicenda non ha niente a che vedere con la razza. Riguarda solo il rispetto per la nostra bandiera e per il nostro Paese": cosi' parlando con i giornalisti Donald Trump e' tornato sulla protesta dei giocatori di football, inginocchiatisi su tutti i campi durante l'esecuzione dell'inno nazionale. Alcuni sono anche rimasti negli spogliatoi.

23:28Calcio: decide Zaza, il Valencia piega la Real Sociedad

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il Valencia è la quarta forza della Liga, dopo Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia. La squadra allenata da Marcelino Garcìa Toral è andata a vincere 3-2 sul difficilissimo terreno dell'Anoeta, a San Sebastian, contro la Real Sociedad. A decidere il posticipo della 6/a giornata ci ha pensato ancora una volta Simone Zaza, che ha battuto Rulli al 40' st. Moreno per i 'pipistrelli' aveva aperto le danze, dopo 26', il pari dei padroni di casa è arrivato al 33' grazie a Elustondo; Vidal ha riportato avanti il Valencia al 10' st, 4' più tardi Oyarzabal aveva firmato il momentaneo 2-2. A rompere l'equilibrio nei Paesi Baschi ci ha pensato l'attaccante italiano, al quarto gol in due partite (dei cinque in totale in questa Liga). Adesso in classifica Valencia 12 punti, Siviglia a 13, Atletico Madrid 14 e Barcellona in vetta con 18. Il Real Madrid è a -7 dai catalani. (ANSA).

23:24Ira Trump contro atleti, inaccettabile

(ANSA) - NEW YORK, 24 SET - "Grande solidarietà per il nostro inno nazionale e per il nostro Paese. Stare in ginocchio è inaccettabile": così il presidente americano Donald Trump replica su Twitter all'ondata di proteste sui campi di football americano. "Patrioti coraggiosi hanno combattuto e sono morti per la nostra grande bandiera, dobbiamo onorarli e rispettarli" aggiunge Trump.

23:22Maria: Jennifer Lopez dona a Porto Rico 1 milione di dollari

(ANSA) - SAN JUAN, 24 SET - Jennifer Lopez ha annunciato di avere donato 1 milione di dollari ai portoricani per aiutarli dopo il passaggio dell'uragano Maria che ha devastato l'isola. La cantante e attrice, nata negli Usa, ma con origini portoricane, ha aggiunto di essersi impegnata insieme all'ex giocatore di baseball Alex Rodriguez, il cantante Marc Anthony alcuni musicisti latinoamericani e atleti e imprenditori a ottenere risorse e aiuti per l'isola caraibica. La popstar emozionata ha lanciato il suo appello oggi ad un evento organizzato a New York e ha parlato in spagnolo.

23:14Calcio: Serie A, Fiorentina-Atalanta 1-1

(ANSA) - ROMA, 24 SET - La Fiorentina pareggia 1-1 con l'Atalanta di Gian Piero Gasperini, nell'ultimo posticipo della sesta giornata del campionato di calcio di Serie A. I viola erano passati in vantaggio dopo 12' con Chiesa, ma sono stati raggiunti in pieno recupero da una bordata di Freuler. I bergamaschi avrebbero potuto vincere se il 'Papu' Gomez non si fosse fatto neutralizzare un rigore al 17' st da Sportiello.

22:01Meloni, sono in campo per la leadership del centrodestra

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Io sono in campo per la leadership del centrodestra e quindi in Italia, del resto se è in campo di Maio possiamo agevolmente competere anche noi. Ci dicano qual è lo strumento, compatibilmente con la legge elettorale, se sono le primarie o le preferenze. Io voglio un metodo con cui potermi misurare e ognuno di noi chiederà agli italiani quale sia la proposta piu' credibile". Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fdi a margine dell'ultima giornata della festa di Atreju

22:00M5S: Fico, il candidato premier non è il capo del Movimento

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Oggi il candidato premier è il capo della forza politica, ovvero è riferito alla legge elettorale e non è capo della vita politica generale del movimento. Questa è una grande distinzione". Lo ha detto il deputato M5S Roberto Fico, parlando con alle telecamere della Rai che lo attendevano davanti al suo albergo.

Archivio Ultima ora