La California brucia: migliaia di sfollati, case distrutte

Pubblicato il 11 luglio 2017 da ansa

California incendi

California brucia, sfollati e case distrutte

ROMA. – Roghi, siccità e temperature sopra la norma stanno impegnando da giorni la costa orientale degli Stati Uniti. Spettacoli incendi sono divampati nel fine settimana in particolare nel nord della California, ma hanno devastato anche alcune aree del Colorado, dell’Arizona e del New Mexico. La situazione però sembra migliorare nelle ultime ore. Resta però impressionante il numero degli evacuati, diverse migliaia, per l’incalzare di venti forti e secchi e di un caldo che non ha precedenti negli ultimi 113 anni.

Le autorità del Golden State si stanno adesso concentrando nell’incendio vicino a Oroville, nel nord della California che ha distrutto oltre una trentina di abitazioni. Secondo il Dipartimento della Forestale e della Protezione Antincendio locale almeno 4.000 persone sono sotto ordine di evacuazione nelle colline della Sierra Nevada, ad un centinaio di km a nord di Sacramento. Alcuni residenti sono però tornati a casa. Complessivamente il fuoco ha bruciato quasi 23 chilometri quadrati ed è stato in parte contenuto.

In Colorado il miglioramento delle condizioni climatiche sta agevolando i soccorsi. A Breckenridge, località ai piedi delle Montagne Rocciose nota per le sue strutture sciistiche, nelle scorse ore i vigili del fuoco hanno dichiarato le fiamme ‘contenute’ per l’85% e per molti dei residenti è rientrato il rischio evacuazione. Sotto controllo la situazione anche in New Mexico ed in Arizona.

L’emergenza si è estesa fino a nord della frontiera Usa, nel Canada occidentale, in particolare nella British Columbia, dove i vigili del fuoco sono alle prese da ieri con oltre 200 roghi.

Nel vecchio continente sono i Balcani a preoccupare, con incendi boschivi segnalati in Croazia e Montenegro, sebbene la situazione appaia sotto controllo. L’ondata di caldo torrido che si protrae da una settimana sta proseguendo. In Serbia e altri Paesi balcanici vicini la giornata odierna è stata da allarme rosso, con le autorità che hanno invitato la popolazione, in particolare bambini, anziani e persone sofferenti, a evitare di esporsi al sole nelle ore più calde.

uella di oggi veniva data dai servizi meteo come la giornata di massima calura di questa ondata di aria torrida. A Belgrado la temperatura massima è stata di poco superiore ai 38 gradi, mentre in altre località del Paese si è anche raggiunta e superata la soglia dei 40 gradi. In forte incremento il consumo di acqua corrente e di elettricità per via dei condizionatori attivati al massimo.

Ultima ora

04:20Trump, mie critiche ad atleti non c’entrano con razza

NEW YORK - "Questa vicenda non ha niente a che vedere con la razza. Riguarda solo il rispetto per la nostra bandiera e per il nostro Paese": cosi' parlando con i giornalisti Donald Trump e' tornato sulla protesta dei giocatori di football, inginocchiatisi su tutti i campi durante l'esecuzione dell'inno nazionale. Alcuni sono anche rimasti negli spogliatoi.

23:28Calcio: decide Zaza, il Valencia piega la Real Sociedad

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il Valencia è la quarta forza della Liga, dopo Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia. La squadra allenata da Marcelino Garcìa Toral è andata a vincere 3-2 sul difficilissimo terreno dell'Anoeta, a San Sebastian, contro la Real Sociedad. A decidere il posticipo della 6/a giornata ci ha pensato ancora una volta Simone Zaza, che ha battuto Rulli al 40' st. Moreno per i 'pipistrelli' aveva aperto le danze, dopo 26', il pari dei padroni di casa è arrivato al 33' grazie a Elustondo; Vidal ha riportato avanti il Valencia al 10' st, 4' più tardi Oyarzabal aveva firmato il momentaneo 2-2. A rompere l'equilibrio nei Paesi Baschi ci ha pensato l'attaccante italiano, al quarto gol in due partite (dei cinque in totale in questa Liga). Adesso in classifica Valencia 12 punti, Siviglia a 13, Atletico Madrid 14 e Barcellona in vetta con 18. Il Real Madrid è a -7 dai catalani. (ANSA).

23:24Ira Trump contro atleti, inaccettabile

(ANSA) - NEW YORK, 24 SET - "Grande solidarietà per il nostro inno nazionale e per il nostro Paese. Stare in ginocchio è inaccettabile": così il presidente americano Donald Trump replica su Twitter all'ondata di proteste sui campi di football americano. "Patrioti coraggiosi hanno combattuto e sono morti per la nostra grande bandiera, dobbiamo onorarli e rispettarli" aggiunge Trump.

23:22Maria: Jennifer Lopez dona a Porto Rico 1 milione di dollari

(ANSA) - SAN JUAN, 24 SET - Jennifer Lopez ha annunciato di avere donato 1 milione di dollari ai portoricani per aiutarli dopo il passaggio dell'uragano Maria che ha devastato l'isola. La cantante e attrice, nata negli Usa, ma con origini portoricane, ha aggiunto di essersi impegnata insieme all'ex giocatore di baseball Alex Rodriguez, il cantante Marc Anthony alcuni musicisti latinoamericani e atleti e imprenditori a ottenere risorse e aiuti per l'isola caraibica. La popstar emozionata ha lanciato il suo appello oggi ad un evento organizzato a New York e ha parlato in spagnolo.

23:14Calcio: Serie A, Fiorentina-Atalanta 1-1

(ANSA) - ROMA, 24 SET - La Fiorentina pareggia 1-1 con l'Atalanta di Gian Piero Gasperini, nell'ultimo posticipo della sesta giornata del campionato di calcio di Serie A. I viola erano passati in vantaggio dopo 12' con Chiesa, ma sono stati raggiunti in pieno recupero da una bordata di Freuler. I bergamaschi avrebbero potuto vincere se il 'Papu' Gomez non si fosse fatto neutralizzare un rigore al 17' st da Sportiello.

22:01Meloni, sono in campo per la leadership del centrodestra

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Io sono in campo per la leadership del centrodestra e quindi in Italia, del resto se è in campo di Maio possiamo agevolmente competere anche noi. Ci dicano qual è lo strumento, compatibilmente con la legge elettorale, se sono le primarie o le preferenze. Io voglio un metodo con cui potermi misurare e ognuno di noi chiederà agli italiani quale sia la proposta piu' credibile". Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fdi a margine dell'ultima giornata della festa di Atreju

22:00M5S: Fico, il candidato premier non è il capo del Movimento

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Oggi il candidato premier è il capo della forza politica, ovvero è riferito alla legge elettorale e non è capo della vita politica generale del movimento. Questa è una grande distinzione". Lo ha detto il deputato M5S Roberto Fico, parlando con alle telecamere della Rai che lo attendevano davanti al suo albergo.

Archivio Ultima ora