Faccia a faccia Totti e Pallotta: “Presto dirigente”

Pubblicato il 13 luglio 2017 da ansa

Totti e Pallotta

Francesco Totti firma il contratto con il presidente James Pallotta (foto: Gino Mancini)

ROMA. – Manca ormai solo l’annuncio ufficiale, ma sarà pura formalità. Dopo la carriera da calciatore Francesco Totti continuerà alla Roma anche da dirigente. La fumata bianca è arrivata dopo il faccia a faccia di circa un’ora tra l’ex numero 10 e il presidente James Pallotta. “Come è andata? Bene bene. Sono soddisfatto dell’incontro. Ancora non sono un dirigente. Quando lo diventerò? Presto” le parole di Totti all’uscita dall’hotel che ospita il tycoon di Boston nella Capitale. Prima di salutarsi i due si sono concessi anche per le foto di rito con tanto di strette di mano e abbracci.

Il piatto forte della visita di Pallotta era ovviamente l’incontro con Totti per delinearne il futuro professionale, ma stando in città il patron ne ha approfittato anche per mettere in chiaro alcuni punti che riguardano la costruzione della nuova Roma, priva del numero 10 in campo e con alla regia il nuovo ds Monchi.

“Sta facendo un ottimo lavoro, è uno dei migliori direttori sportivi del mondo. Abbiamo un piano comune che prevede una lista di giocatori che ci servono per completare la squadra – le parole del tycoon di Boston che alloggia nel solito hotel in zona Piazza del Popolo -. Penso che abbiamo il miglior centrocampo in Italia, di sicuro.

In difesa possiamo fare meglio, ma la completeremo con qualche giocatore e poi tornerà anche Florenzi, che ci darà una mano. In attacco abbiamo già preso il ragazzo turco (Cengiz Under che domani pomeriggio sbarcherà nella Capitale per sottoporsi alle visite mediche, ndr) e abbiamo in mente due altri giocatori. Penso che avremo una squadra completa alla fine”.

Una squadra che potrebbe non accogliere Nastasic (lo Schalke lo ha bloccato), aspetta Defrel (stallo sulla formula di pagamento col Sassuolo) e che soprattutto non sarà privata di altre pedine di livello. “Se vendiamo lo facciamo per due ragioni. Primo per il financial fair play, e in questo caso siamo costretti a vendere per rientrare nei parametri. Il secondo invece è un discorso di valore del calciatore. Vendiamo perché pensiamo che con quei soldi possiamo comprare giocatori che si dimostreranno migliori di chi è partito” spiega Pallotta, assicurando che né Nainggolan né Manolas saranno ceduti: “Non andranno da nessuna parte”.

In effetti il belga, che piace all’Inter, è vicino al rinnovo di contratto ed è stato a Trigoria per prendere alcune cose che gli serviranno poi nella tournee in America. E nel centro sportivo si è rivisto Totti che, dopo il lungo incontro avuto con Monchi, ha fatto il bis con Pallotta per chiudere il cerchio e partire per l’ultima parte di vacanze estive.

La decisione ormai è presa, con l’ex n.10 pronto a rivestire un incarico dirigenziale operativo, proprio come aveva chiesto sin dall’inizio. “È un discorso che riguarda noi. Io e Francesco parliamo molto, quando avremo deciso lo saprete” aveva spiegato Pallotta prima del faccia a faccia, con una decisa sottolineatura: “Va tutto bene, è tutto ok. Chi dice il contrario è perché non sa di quello che parla”. E in effetti ora non si attende altro che l’annuncio ufficiale.

Ultima ora

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

00:24Basket: Serie A, Cremona-Reggio Emilia 68-71

(ANSA) - CREMONA, 18 NOV - Colpo grosso per Reggio Emilia che in emergenza totale passa al PalaRadi di Cremona contro una Vanoli troppo svagata (71-68). La squadra di Menetti si è affidata al suo giocatore più forte, Amedeo Della Valle, e alla fine ha ragione visto che il numero 8 realizza ben 24 punti. Reggio ha sfruttato una grande difesa, riuscendo a limitare per quasi tutti i 40' il giocatore più pericoloso della Vanoli: Johnson Odom. La gara, nonostante la supremazia di Reggio, si è decisa a pochi secondi dalla fine. Cremona era riuscita a passare in vantaggio ma ha sprecato troppo facendosi riprendere e superare da un canestro di Wright. Sul -1 la palla persa decisiva di Odom con contropiede decisivo di Reggio che ha di fatto chiuso il conto sul 71-68. Migliori marcatori da una parte Della Valle con 24 e dall'altra Sims con 15.

00:13Serie A: il Napoli batte il Milan 2-1

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Il Napoli ha battuto il Milan 2-1 (1-0) al San Paolo nel secondo dei due anticipi della 13/a giornata del campionato di Serie A. Apre le marcature Insigne (gol convalidato dalla Var al 33' pt) e chiude Zielinski al 28' st. Tardivo il gol nel finale di Romagnoli (47' st). Gli azzurri allungano in testa alla classifica a +4 punti dalla Juventus attesa domani a Genova dalla Sampdoria.

00:01Gerry Adams, ‘lascio la guida del Sinn Fein nel 2018’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Gerry Adams ha annunciato che l'anno prossimo lascerà la guida del Sinn Fein, il partito di riferimento della causa repubblicana nella comunità cattolica dell'Irlanda del Nord, dopo 34 anni di leadership. Adams ha comunicato che non si presenterà alle prossime elezioni parlamentari irlandesi. "La leadership è sapere quando è il momento di cambiare e questo è il momento", ha detto alla riunione del partito a Dublino. La sua decisione era attesa.

Archivio Ultima ora