Dalla Xylella alle quote latte, l’Italia nel mirino dell’Ue

Pubblicato il 14 luglio 2017 da ansa

quote latte

Fine quote latte, manifestazione a Bruxelles

BRUXELLES. – Xylella e quote latte. Due storie senza fine per cui l’Italia torna ancora una volta a essere nel mirino Ue per ritardi e inadempienze, con il rischio sempre più vicino di sanzioni, se non ci sarà un’inversione di tendenza. Per il batterio killer degli ulivi si è infatti aggravata la procedura d’infrazione già aperta e tenuta a lungo in attesa, mentre sul fronte latte si avvicina dalla Corte Ue una condanna per non aver ancora recuperato le multe degli ‘splafonatori’. E proprio qui è più alto il rischio di un’ammenda.

Dato il continuo diffondersi della Xylella in Puglia e le eradicazioni che hanno cominciato ad accelerare solo ora, la Commissione Ue ha inviato ora un parere motivato all’Italia, che fa seguito all’apertura della procedura d’infrazione a dicembre 2015: dopo una paziente attesa, prima sino a luglio dell’anno scorso con una seconda lettera di messa in mora, ora, un anno dopo, è arrivato il nuovo passo.

Secondo Bruxelles, infatti, “le autorità stanno fallendo nel fermare il progredire” del batterio in quanto “la tempistica” italiana “è stata inefficace per assicurare l’immediata rimozione degli alberi infetti come richiesto dalla legislazione Ue”. Perché nonostante studi e ricerche di metodi alternativi, Bruxelles resta convinta che “al momento l’eradicazione resta la miglior soluzione”. Una sentenza della Corte Ue aveva già stabilito che l’abbattimento degli alberi malati era un obbligo proporzionato. Intanto proprio a fine giugno è stata firmata la convenzione tra Regione e Arif per l’estirpazione coattiva delle piante.

Sul fronte quote latte, invece, si avvicina sempre più all’orizzonte il rischio di una multa. L’avvocatura generale della Corte Ue ha infatti concluso che l’Italia è “inadempiente” in merito al recupero delle sanzioni inflitte agli splafonatori. Se la Corte, come probabile, confermerà questa posizione, Bruxelles può chiedere il pagamento di una maximulta a Roma.

L’Italia deve infatti ancora recuperare, secondo i calcoli della Commissione Ue che ha aperto una procedura d’infrazione sin dal 2013, la somma di 1,343 miliardi di euro su 2,305 dai produttori latte per gli sforamenti delle quote produttive dal 1995 al 2009. Questa differenza tra gli allevatori che hanno pagato le multe e quelli che finora si sono rifiutati crea infatti una “distorsione della concorrenza” a svantaggio chi ha rispettato le regole, oltre a essere “iniqua” per i contribuenti italiani.

(di Lucia Sali/ANSA)

Ultima ora

23:57Calcio: Montella, reso facile gara con mentalità vincente

(ANSA) - MILANO, 17 AGO - ''Missione compiuta? Il 6-0 è certamente un grande risultato, bravi i ragazzi che l'hanno resa facile con approccio e mentalità. Abbiamo avuto qualche pausa iniziale su cui lavoreremo ma sono soddisfatto''. Così Vincenzo Montella commenta la vittoria del Milan per 6-0 con lo Shkendija che ha ipotecato il passaggio del turno alla fase ai gironi di Europa League. ''André Silva - il parere di Montella - può ancora migliorare moltissimo, Montolivo meritava il gol. Peccato per Bonaventura, c'è apprensione visto che è reduce dal brutto infortunio dell'anno scorso''. Montella chiosa sugli obiettivi ("Vogliamo arrivare nelle prime quattro") e sulla trattativa per Kalinic: ''Sul mercato non siamo mai sazi''.

23:08Calcio: Europa League, Milan-Shkendija 6-0

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Il Milan ha battuto 6-0 (3-0) la formazione macedone dello Shkendija nel match di andata dei playoff di Europa League. In gol per i rossoneri Andre' Silva al 13' pt e al 28' st, Montolivo (25' pt e 40' st), Borini al 22' st e Antonelli al 23' st. Per il Milan la qualificazione è in cassaforte.

22:02Isis rivendica attacco Barcellona

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - L'Isis ha rivendicato l'attentato di Barcellona attraverso la sua 'agenzia' Amaq, definendo gli attentatori "soldati dello Stato islamico". Lo riferisce il Site, il sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web, pubblicando una immagine della rivendicazione in arabo.

21:35Basket: bagno di folla al raduno della Openjobmetis Varese

(ANSA) - VARESE, 17 AGO - Bagno di folla per la Openjobmetis Varese, che si è radunata nel pomeriggio di oggi e domani sarà a Chiavenna per l'inizio della preparazione in vista del prossimo campionato. Come è tradizione ormai da qualche anno, la squadra varesina si presenta al palasport per ricevere l'abbraccio dei suoi tifosi, sempre molto presenti (oggi qualche centinaio a chiedere autografi e a scattare fotografie) in particolare nella sottoscrizione degli abbonamenti (quasi raggiunta quota duemila tessere). Presenti oggi al raduno tutti i giocatori in organico, fatta eccezione per il pivot Norvel Pelle, impegnato in questi giorni con la Nazionale liberiana, uno dei tre confermati (gli altri sono il capitano Giancarlo Ferrero e Aleksa Avramovic). La squadra varesina resterà per una decina di giorni ad allenarsi a Chiavenna, dove il 26 agosto sosterrà il primo test stagionale con gli svizzeri della Sam Massagno.

21:31Barcellona: Minniti convoca il Casa

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Il ministro dell'Interno, Marco Minniti, dopo i tragici fatti di Barcellona, ha convocato una riunione straordinaria del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (CASA) per domani, 18 agosto alle ore 11.00 al Viminale, alla presenza dei vertici delle Forze di polizia e dei Servizi di Intelligence.

21:29Barcellona: Papa prega per vittime

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Papa Francesco ha appreso con "grande preoccupazione quanto sta accadendo a Barcellona. Il Papa prega per le vittime di questo attentato e desidera esprimere la sua vicinanza a tutto il popolo spagnolo, in particolare ai feriti ed alle famiglie delle vittime". Lo afferma il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke.

21:08Raduno “famiglia Arcobaleno”, decimo intervento di soccorso

(ANSA) - TRAMONTI DI SOPRA (PORDENONE) , 17 AGO - Decimo intervento di emergenza al "Raduno europeo della famiglia Arcobaleno" che si concluderà domenica a Tramonti di Sopra (Pordenone). La manifestazione è iniziata lo scorso 22 luglio e si svolge in una radura a quota 1.200 metri, ad alcune ore di cammino a piedi dal primo paese. Oggi i tecnici del Soccorso Alpino di Maniago (Pordenone) e l'elicottero della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia sono intervenuti per portare in ospedale una donna affetta da un'infezione che le procurava uno stato febbrile preoccupante. Nei giorni scorsi, il raduno era stato funestato da due tragedie: un uomo belga di 41 anni era stato colpito da un albero durante un nubifragio ed era morto sotto gli occhi della compagna e della figlia di lei, di soli 4 anni. Lunedì scorso la seconda vittima: un uomo di 40 anni di Montereale Valcellina (Pordenone) ha accusato un malore fatale lungo il sentiero che conduce in quota.

Archivio Ultima ora