Wimbledon: Federer forza 11, a un passo dalla leggenda

Pubblicato il 14 luglio 2017 da ansa

Federer

Wimbledon: Federer forza 11, a un passo dalla leggenda

LONDRA. – A una vittoria dalla leggenda: fra Roger Federer e l’ottavo sigillo dei Championships è rimasto il solo Marin Cilic, suo avversario nella finale di domenica. In 2h18′ il campione di Basilea ha superato in tre set Tomas Berdych (7-6 a 4, 7-6 a 4, 6-4), raggiungendo l’11/a finale sui prati SW19, la 29/a in un torneo dello Slam di una carriera inimitabile. Una vittoria di ordinaria amministrazione, la 90/a conquistata sui sacri prati londinesi: sempre in controllo del gioco e del punteggio, non appena ha avuto bisogno di alzare il livello di gioco (nei due tie-break e nel terzo set), Federer puntualmente è salito in cattedra.

Sostenuto soprattutto dalla battuta, che gli ha assicurato 13 ace, e l’84% di punti sulla prima di servizio. Un’arma in più che gli ha consentito di centrare l’ottava vittoria consecutiva contro il 31enne ceco (19 in totale, 6 sconfitte), protagonista di un’ottima partita. Sulla soglia dei 36 anni (che compirà il prossimo 5 agosto), lo svizzero diventa il secondo più vecchio finalista dei Championships, dopo Ken Rosewall (sconfitto nella finale del 1974, a 39 anni e 246 giorni). Una longevità straordinaria, quella di ‘King’ Roger, alla 70/a partecipazione a un torneo dello Slam, la 19/a nell’All England club.

“Non ci posso credere – l’entusiasmo dello svizzero, al termine del match -. Mi sento un privilegiato a giocare di nuovo una finale di questo torneo. Lo scorso anno è stata dura, dopo la semifinale persa mi sono dovuto fermare. Ho fatto il papà a tempo pieno e adesso sono di nuovo qui”.

Domenica, nella partita numero 102 sui prati di Church road (eguagliato il record dello statunitense Jimmy Connors), Federer troverà dall’altra parte della rete Cilic, sconfitto in sei dei sette precedenti (compresa la vittoria lo scorso anno qui, dopo essere stato sotto due set). “Con Cilic sarà un grande spettacolo. E’ un bravo ragazzo, ci conosciamo da tanto tempo”, ha commentato Federer.

Il 28enne nato a Medjugorie è il secondo croato a raggiungere la finale, dopo Goran Ivanisevic nel 2001. In poco meno di tre ore ha sconfitto lo statunitense Sam Querrey, conquistando la finale a Wimbledon per la prima volta dopo 11 partecipazioni, la seconda in una prova dello Slam (vittoria degli Us Open nel 2014).

“Sam ha giocato davvero un tennis di alto livello, soprattutto nel primo set – il commento del croato -. Nel proseguo del match sono cresciuto nella risposta, che è stata la chiave di questa vittoria. Federer? Sta giocando il miglior tennis della sua carriera su questo campo, che sente come casa propria ormai. Ma io mi voglio concentrare sul mio tennis, e giocarmi le mie possibilità”.

Ultima ora

05:56Germania: proiezioni finali, Cdu-Csu a 32,9, Spd 20,8

ROMA, 25 SET - L'autorita' federale per le elezioni ha leggermente modificato i dati delle proiezioni finali per il rinnovo del Parlamento tedesco diffusi dall'Istituto di sondaggi Zdf. L'Unione Cdu-Csu consegue il 33% dei voti, i socialdemocratici della Spd il 20,5% e gli oltranzisti di destra della Afd il 12,6%. Secondo Zdf poi, Fpd e' al 10,4% (+5,6%); i Verdi al 9,0% (+0,6%); Linke al 9,0% (+0,4%). Se queste proiezioni fossero confermate dai risultati finali, questa sarebbe la nuova divisione dei seggi in Parlamento: Cdu-Csu 238, socialdemocratici 148, AfD 95, liberali 78, Linke 66, Verdi 65.

05:43Usa: nuova stretta su ingressi, riguarda 8 Paesi

NEW YORK - L'amministrazione Trump ha annunciato una nuova stretta sugli ingressi negli Stati Uniti. Le nuove misure riguardano otto Paesi: oltre a cinque dei sei a maggioranza musulmana gia' presi di mira nel bando in scadenza alla mezzanotte (Iran, Somalia, Libia, Yemen e Siria) spuntano ora anche Ciad, Corea del Nord e Venezuela. Le restrizioni non riguarderanno chi gia' possiede un visto Usa. Scompare dalla lista il Sudan.

05:28Marocco, la polizia interrompe la festa di una sposa bambina

RABAT - C'erano la torta e i fiori, gli invitati, i regali, i parenti felici. Ma le immagini postate su Facebook hanno indignato la Rete: nell'abito bianco di quella che sembrava una sposa c'era una bambina, accanto a lei un uomo di 27 anni. È accaduto a Tetouan, poco più di 400 mila abitanti, nel nord del Marocco, ai piedi della catena del Rif. L'ondata di sdegno ha costretto la polizia a intervenire. Gli uomini in divisa hanno interrotto la cerimonia e rimandato a casa gli invitati. La madre della bambina assicura che si trattava soltanto di una festa di fidanzamento, una promessa di amore in attesa che la piccola raggiunga l'età giusta per sposarsi, i 18 anni previsti dalla Moudawana, il codice della Famiglia riscritto e aggiornato nel 2004.

05:21Kushner come Hillary, usa account email privato

NEW YORK - Jared Kushner come Hillary Clinton. Il genero di Donald Trump e uno dei piu' stretti consiglieri del presidente americano avrebbe infatti usato un account email privato per comunicare con altri alti responsabili dell'amministrazione Trump, contravvenendo all'obbligo di ricorrere solo alla email governativa ufficiale. Lo svela Politico.

04:20Trump, mie critiche ad atleti non c’entrano con razza

NEW YORK - "Questa vicenda non ha niente a che vedere con la razza. Riguarda solo il rispetto per la nostra bandiera e per il nostro Paese": cosi' parlando con i giornalisti Donald Trump e' tornato sulla protesta dei giocatori di football, inginocchiatisi su tutti i campi durante l'esecuzione dell'inno nazionale. Alcuni sono anche rimasti negli spogliatoi.

23:28Calcio: decide Zaza, il Valencia piega la Real Sociedad

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Il Valencia è la quarta forza della Liga, dopo Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia. La squadra allenata da Marcelino Garcìa Toral è andata a vincere 3-2 sul difficilissimo terreno dell'Anoeta, a San Sebastian, contro la Real Sociedad. A decidere il posticipo della 6/a giornata ci ha pensato ancora una volta Simone Zaza, che ha battuto Rulli al 40' st. Moreno per i 'pipistrelli' aveva aperto le danze, dopo 26', il pari dei padroni di casa è arrivato al 33' grazie a Elustondo; Vidal ha riportato avanti il Valencia al 10' st, 4' più tardi Oyarzabal aveva firmato il momentaneo 2-2. A rompere l'equilibrio nei Paesi Baschi ci ha pensato l'attaccante italiano, al quarto gol in due partite (dei cinque in totale in questa Liga). Adesso in classifica Valencia 12 punti, Siviglia a 13, Atletico Madrid 14 e Barcellona in vetta con 18. Il Real Madrid è a -7 dai catalani. (ANSA).

23:24Ira Trump contro atleti, inaccettabile

(ANSA) - NEW YORK, 24 SET - "Grande solidarietà per il nostro inno nazionale e per il nostro Paese. Stare in ginocchio è inaccettabile": così il presidente americano Donald Trump replica su Twitter all'ondata di proteste sui campi di football americano. "Patrioti coraggiosi hanno combattuto e sono morti per la nostra grande bandiera, dobbiamo onorarli e rispettarli" aggiunge Trump.

Archivio Ultima ora