In Italia record di Neet mentre l’occupazione Ue è ai massimi

Pubblicato il 17 luglio 2017 da ansa

BRUXELLES. – È dal dicembre 2008 che in Europa non si vedeva un tasso di occupazione così alto: 234,2 milioni di persone hanno un lavoro, pari a quasi il 72% della popolazione. Al di là delle fredde statistiche, però, esiste un problema che riguarda i giovani, sempre più in difficoltà nell’approcciarsi al mercato del lavoro. Il dato è evidenziato dall’indagine 2017 sull’occupazione e sugli sviluppi sociali in Europa (Esde) pubblicata dalla Commissione Ue.

Cenerentola d’Europa è, ancora una volta, l’Italia, che detiene il poco invidiabile record di Paese con il maggior numero di giovani fra i 15 e i 24 anni che non hanno lavoro e nemmeno lo cercano (i cosiddetti NEET). La media Ue è dell’11,5%, ma nel nostro Paese si arriva al 19,9%. Negativo è anche il trend del numero di persone che in Italia vivono in condizioni di povertà estrema (11,9%) è aumentato fra 2015 e 2016, unico caso in Ue con Estonia e Romania.

Il report della Commissione evidenzia non solo le difficoltà che i giovani incontrano nell’affacciarsi al mondo del lavoro, ma anche tutte le conseguenze che questo comporta. Nel 2016, la disoccupazione fra i 15 e i 24 anni è stata al 37,8%, in calo rispetto al 40,3% del 2015, ma comunque la terza in Europa dopo Grecia (47,3%) e Spagna (44,4%).

Chi riesce a trovare un lavoro, invece, in più del 15% dei casi ha contratti precari (fra i 25 e i 39 anni, dati 2014), e se non ha ancora 30 anni guadagna meno del 60% di un lavoratore over 60. Ne consegue che i giovani italiani escono dal nido familiare fra i 31 e i 32 anni, più tardi rispetto a una decina di anni fa e molto dopo la media Ue di 26 anni.

“A crescere è quasi esclusivamente l’occupazione per i lavoratori più anziani, un andamento da attribuire all’innalzamento dell’età pensionabile e che dimostra, come sosteniamo da tempo, la necessità di un intervento sulle pensioni per favorire l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro”, commenta la segretaria confederale della Cgil, Tania Scacchetti.

“Il governo ha fatto poco o nulla per i nostri giovani e l’inerzia è sotto gli occhi di tutti”, attaccano i portavoce del MoVimento 5 Stelle al Senato, che definiscono “un completo fallimento” il programma Garanzia giovani “spacciato come un successo” dal ministro Poletti. Notizie poco lusinghiere arrivano anche dall’Ocse, che ha messo l’Italia agli ultimi posti nella classifica sul mercato del lavoro.

Secondo i dati che mettono a confronto i Paesi dell’organizzazione, solo il 57,7% degli italiani in età lavorativa aveva un’occupazione nel primo trimestre del 2017. Peggio fanno solo Grecia (52,7%) e Turchia (50,9%).

(di Matteo Miglietta/ANSA)

  • Giovanni Melinossa

    Nel Belpaese manca un vero e proprio patto tra generazioni; il Governo e gli enti di previdenza sociale troppo spesso corrono su strade parallele, che non convergeranno mai; non c’è solo un problema di invecchiamento naturale e di viver sano che va comunque tutelato; il problema vero è che molte aziende troppo spesso continuano ad avvalersi anche della collaborazione oltre pensione di figure senior che vengono ben pagate e che purtroppo incidono non poco sui bilanci delle stesse; per non parlare degli enti locali che talvolta stipulano convenzioni con persone over 65 già impiegate presso gli stessi enti; se poi ci aggiungiamo anche le figure over 65/70 che operano anche all’interno delle sezioni territoriali sindacali, credo che sia davvero raggiunto il paradosso del welfare. Allora la colpa non è sempre dei giovani, ma anche di coloro che come padri di famiglia continuano nonostante una pensione medio alta a non capire cosa significhi non avere un lavoro e vivere in uno stato quasi depressivo e di profondo disagio sociale. Il Governo deve mettere urgentemente mano a queste situazioni di privilegio per evitare che quelle poche migliaia di giovani ancora speranzosi non vadano a finire all’estero; rischiamo il futuro del Belpaese!

Ultima ora

18:10Barcellona: stasera rientro in Italia salme Russo e Gulotta

(ANSA) - VERONA, 21 AGO - Torneranno stasera in Italia, con un volo dell'Aeronautica militare che atterrerà a Roma, le salme di due dei tre italiani rimasti uccisi nell'attentato di Barcellona, Luca Russo e Bruno Gulotta. Quella di Carmen Lopardo dovrebbe essere invece trasferita in Argentina, dove l'anziana viveva da tempo. Il volo, mobilitato su disposizione dei ministeri della Difesa e degli Esteri, è prossimo al decollo da Pratica di Mare; dalla Spagna dovrebbe rientrare poi su Ciampino, poco prima della mezzanotte. Le salme saranno quindi trasferite al policlinico Gemelli, per l'esame disposto dalla Procura, e da Ciampino ripartiranno questa volta per Verona, dove, presumibilmente domattina, arriveranno i due feretri. Le destinazioni saranno Bassano del Grappa, per Luca Russo, e Legnano, per Bruno Gullotta. La sorella della vittima bassanese, Chiara Russo, è in partenza con la madre per Roma, dove attenderà l'arrivo della bara con il corpo del fratello.

18:08Uomo bruciato vicino Aosta, ucciso coltellata collo

(ANSA) - AOSTA, 21 AGO - E' stato ucciso con una coltellata al collo l'uomo trovato semicarbonizzato sabato scorso in una radura a Fenis, vicino Aosta. E' quanto emerso dal primo esame sul cadavere condotto dal medico legale Roberto Testi, incaricato dal pm Eugenia Menichetti di effettuare l'autopsia. Lo ha appreso l'ANSA. In base alla ricostruzione del fatto la vittima è stata colpita alle spalle con un fendente sul collo. Maggiori particolari si conosceranno al termine dell'esame autoptico che si concluderà domani. (ANSA).

18:07Ciclismo: Vuelta, Nibali vince la 3/a tappa

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - Vincenzo Nibali ha vinto in volata la terza tappa della Vuelta da Prades Conflent Canigò ad Andorra la Vella. Il siciliano è scattato a 400 metri dal traguardo, sorprendendo tutti e precedendo Froome, che diventa leader della corsa, e De La Cruz. Sesto Fabio Aru.

17:59Giordania-Turchia: Erdogan ad Amman

(ANSAmed) - AMMAN, 21 AGO - Il presidente turco Tayyip Recep Erdogan è arrivato oggi ad Amman per colloqui con re Abdallah e altre autorità giordane. Si parla, oltre che delle relazioni bilaterali, degli sviluppi riguardanti Gerusalemme, dei possibili modi di riavviare il processo di pace israelo-palestinese e della guerra in Siria. "Voglio sottolineare l'importanza che attribuiamo al ruolo della Giordania nella protezione dei luoghi santi di Gerusalemme", ha detto Erdogan prima di partire per Amman. "Non vogliamo più assistere ad abusi, violazioni di diritti e attacchi, e quindi i musulmani del mondo devono essere solidali con Gerusalemme", ha aggiunto il presidente turco. Dopo gli scontri avvenuti il mese scorso sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme, Erdogan aveva descritto le nuove misure di sicurezza imposte da Israele come "un tentativo di togliere (la moschea di) al Aqsa ai musulmani con la scusa di attività antiterrorismo".

17:53Vento spazza via il quod, friulana muore in Grecia a 22 anni

(ANSA) - TRIESTE, 21 AGO - Una turista italiana - Deborah Fabris, di 22 anni, originaria di Monfalcone (Gorizia) e residente a Cervignano del Friuli (Udine) - è morta oggi in Grecia per le conseguenze di un incidente stradale avvenuto sull'isola di Karpathos a Ferragosto. La ragazza era in vacanza con il fidanzato. La dinamica dell'incidente è tuttora al vaglio delle autorità locali, ma - stando alle prime ricostruzioni - a spingere fuori strada il quod sul quale viaggiava la coppia sarebbe stata una delle forti folate di vento che spazzano costantemente la seconda isola più grande del Dodecaneso. La ragazza ha perso il casco e ha sbattuto la testa. Le condizioni della giovane sono subito apparse critiche. Dopo essere stata portata al pronto soccorso di Karpathos, è stata trasferita all'ospedale di Rodi dove questa mattina il suo cuore ha smesso di battere.

17:53Filippine: attaccato villaggio, 9 civili uccisi

(ANSA) - BANGKOK, 21 AGO - Almeno nove residenti di un villaggio nel sud delle Filippine sono stati uccisi oggi dai terroristi islamici del gruppo Abu Sayyaf. Lo ha comunicato l'esercito di Manila. Nella versione dei militari, una ventina di militanti armati hanno attaccato all'alba il villaggio di Tubigan, sull'isola di Basilan, una delle roccaforti del gruppo. Altre 16 persone sono rimaste ferite nell'assalto, in cui sono stati incendiati anche cinque case e un edificio usato per le riunioni. Secondo il colonnello Juvymax Uy, i militanti potrebbero aver deciso di attaccare il villaggio come rappresaglia per il mancato sostegno da parte della popolazione locale, dopo settimane in cui sono stati decimati in scontri con i militati filippini. Abu Sayyaf è un'organizzazione terroristica che si finanzia con il rapimento di ostaggi. Non è raro che il sequestro si concluda con una decapitazione in caso di mancato pagamento del riscatto.

17:48Uomo colpito con mattonella da vicino, morto in ospedale

(ANSA) - MILANO, 21 AGO - E' morto oggi al Policlinico di Milano Salvatore Milici, l'uomo che il 17 agosto era stato aggredito e colpito con una mattonella in via Chiesa Rossa da Hamdan Hicham, un suo vicino di casa poi arrestato. Il sessantaduenne era stato operato il giorno stesso dell'aggressione al cervello, ed era ricoverato nel reparto di Neurochirurgia.

Archivio Ultima ora