Quella volta che “el Clásico” si disputò in Venezuela

Pubblicato il 31 luglio 2017 da redazione

Clásico a Barquisimeto

CARACAS – Sabato, in mondovisione molti hanno seguito un’ennesima edizione dell’eterna sfida tra Barcellona e Real Madrid. Ma, questo “clásico”, non ha avuto la solita cornice: il Camp Nou o il Santiago Bernebéu. Quello di sabato si é disputato sul campo del Hard Rock Stadium della città di Miami ed ha visto il Barcellona imporsi per 3-2 contro gli acerrimi rivali. Ma quello che forse non tutti non sanno è che la prima ed unica edizione del clásico disputato oltre le frontiere spagnole fu in Venezuela.

Il precedente ospitato nella terra di Bolívar risale a 35 anni fa, una sorta di antipasto del mondiale del 1982, poi vinto dagli azzurri.

Per la cronaca la gara fu vinta dai merengues per 1-0 grazie ad un gol di Vicente Del Bosque dopo appena 7 minuti di gioco. In un’intervista rilasciata ai media spagnoli, ‘El bigotón’ dichiaró: “I giornali erano pieni di notizie sulla preparazione della nazionale spagnola in vista del mondiale (allora allenata da Jose Santamaria, ndr) e sull’arrivo dell’Argentina di Maradona in Spagna che era appena stato acquistato dal Barcellona. In Venezuela siamo andati le ruote di scorta”.

Quella partita andata in scena sul campo del Farid Richa di Barquisimeto era la gara valevole per il terzo e quarto posto della Coppa Presidente della Repubblica. Nelle semifinali le meringhe furono battute per 1-0 dall’Inter, mentre i blaugrana erano stati superati dal Porto dopo i calci di rigore.

Per la cronaca, il torneo estivo fu vinto dai neroazzurri che sconfissero (5-4) grazie ai tiri dal dischetto il Porto. Dopo i 90 minuti di gioco la gara si concluse 2-2. Nel primo tempo, l’Inter si portò in vantaggio grazie alla doppietta di Juary (36 e 42’), poi nella ripresa ci fu la rimonta del Porto con le reti di Romeu (68’) e Jacques (85’). Nei supplementari la due squadre non segnarono e tutto si decise dopo i calci di rigore. Il trofeo fu consegnato all’Inter dal presidente Luis Herrera Campins.

Il Tabellino
Real Madrid (4-3-3): García Remón; Juan José, Fraile, Salguero, San José; Del Bosque, Ángel, Carcelén (46’. García Cortés); Ito, Pineda e Isidro (46’. Portugal). Allenatore: Luis Molowny.

Barcelona (4-4-2): Amador; Gerardo, Migueli, Olmo, Ramos (52. Valor); Zuviría (52. Morán), Moratalla, Estella (75’. Salva), Landáburu; Simonsen (52’. Clos) e Carrasco. Allenatore: Udo Lattek.

Gol: Del Bosque (7’).

Arbitro: Blanco (Venezuela). Stadio: Farid Richa di Barquisimeto. Note: espulso: Fraile (Real Madrid) all’89’ per aggressione ad un avversario. La gara era valevole per la finale per il terzo e quarto posto della Coppa Presidente della Repubblica. Stando alle cronache dell’epoca alla gara hanno assistito circa 40 spettatori.

Ultima ora

19:53Resa Tavecchio: Carraro “Ora rinnovamento classe dirigente”

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - "Adesso è indispensabile un adeguamento delle regole all'evoluzione del calcio e un rinnovamento della classe dirigente". Franco Carraro, memoria storica dello sport italiano, è stato, oltre che presidente del Coni e della Figc, anche commissario della Federcalcio. Il tono della sua voce al telefono con l'Ansa è palesemente dispiaciuto per la crisi del calcio. "Do atto a Tavecchio - esordisce - del fatto che, avendo verificato l'inesistenza delle condizioni per realizzare i suoi programmi, si è dimesso. Ha dimostrato onestà intellettuale. A questo punto - ribadisce - serve un rinnovamento vero. Spero che i presidenti delle società di serie A e serie B partecipino di più alla vita delle loro Leghe e della Figc: ne trarranno vantaggio il calcio e i loro club".

19:52Ostia: Raggi, torna a respirare e ad affacciarsi sul mare

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Una Ostia completamente rinnovata entro la consiliatura Raggi col 50% di spiaggia libera, l'abbattimento del Lungomuro da parte dei consorzi, la tutela e la riqualificazione degli edifici storici, 18 chilometri di passeggiata, varchi di accesso all'arenile posizionati a una distanza non superiore a 300 metri l'uno dall'altro, concessioni che dovranno riunirsi in consorzi e andare a gara. Sono alcuni dei punti del Piano di utilizzazione degli arenili (Pua) illustrati oggi dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, dal prefetto Domenico Vulpiani e dall'assessore Luca Montuori. "Roma torna a respirare a ad affacciarsi sul mare - ha esordito Raggi - Il lavoro per il Pua fatto con il commissario Domenico Vulpiani ha per noi un grande valore. Per troppi anni 18 chilometri di spiagge sono stati gestiti in maniera incontrollata. Avremo una nuova prospettiva di Roma verso il mare e una nuova fruizione delle spiagge, beni di cui i romani sono stati privati a causa del degrado e dell'abusivismo".

19:50Snai: Champions, per il Napoli ultimo appello

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Per tenere accesa la speranza non basterà la vittoria. Dopo le ultime disavventure di Champions, e dopo il 2-1 incassato in Ucraina, il Napoli domani sera al San Paolo dovrà battere lo Shakhtar 1-0 o con almeno due reti di scarto. In questo modo ridurrà a tre lunghezze lo svantaggio dagli ucraini, guadagnerà una migliore classifica avulsa, e potrà sperare nell'aggancio all'ultima giornata. Missione possibile per i quotisti Snai, che vedono decisamente azzurro e offrono la vittoria del Napoli a 1,43, con il pari a 5,00 e la vittoria 6,50. Quanto al risultato esatto, il 2-0 e il 2-1 sono i più probabili, a 8,50. Seguono l'1-0 a 9,25 e l'1-1 a 9,75. In ogni caso, i gol non dovrebbero mancare: l'Over si presenta a 1,45, l'Under è ben più improbabile, a 2,60. Lo Shakhtar giocherà con grande attenzione difensiva. Un'attitudine che gli ha permesso di tenere lo 0-0 per 48' a Manchester, prima che il City risolvesse la pratica con due gol nella ripresa. L'eventualità di una 'X' alla fine del primo tempo è a 2,60.

19:41Coniugi uccisi: Cc rintracciano figlio

(ANSA) - CASERTA, 20 NOV - E' stato trovato dai carabinieri il figlio di Francesco Afratellanza e Antonietta Della Gatta, i due coniugi ritrovati sgozzati nella propria abitazione di Parete, nel Casertano. E' stato fermato lungo la via Santa Maria a Cubito direzione Cancello e Arnone. Ritrovato un coltello lungo il ciglio di una strada in Parete, località Portella, distante circa 1km dal luogo dell'omicidio. Allo stato, il 40enne non è ancora stato sottoposto a fermo; in questi momenti viene sentito dal magistrato.

19:33Merkel, meglio nuove elezioni che governo minoranza

(ANSA) - BERLINO, 20 NOV - Angela Merkel preferisce andare a nuove elezioni, piuttosto che optare per un governo di minoranza. Lo ha detto all'emittente ARD. La cancelliera si dichiara disponibile a guidare il suo partito in caso di nuove elezioni.

19:27Calcio: Barzagli avverte Juve, ritrovare spirito sacrificio

(ANSA) - TORINO, 20 NOV - "Aver vinto sei scudetti non significa che tutto sia dovuto: la partita contro il Barcellona sarà fondamentale, ritroviamo lo spirito di sacrificio". Parole di Andrea Barzagli, all'indomani della sconfitta in campionato contro la Sampdoria. "Dobbiamo capire che c'è ancora da soffrire - spiega il difensore -. Risolvere la pratica Champions alla vigilia degli scontri diretti in campionato ci darebbe serenità ulteriore per preparare al meglio le partite importanti". Il centrale ha poi rafforzato il concetto già espresso da Chiellini nel dopo-Marassi. "Sono d'accordo con Giorgio, ci manca la voglia di soffrire, ognuno di noi deve dare qualcosa di più".

19:23Resa Tavecchio: Malagò,dare tempo alla A? Aspettiamo da mesi

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - "Sono mesi che si aspettava la soluzione della Lega di A, tant'è vero che c'è stato un commissariamento che arriva al 30 di novembre. Mancano meno di 10 giorni, se pensate che in questo lasso di tempo tutto si possa risolvere in Lega A? Può anche essere, ma a me sembra abbastanza un'utopia". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, rispondendo a Tavecchio che chiedeva tempo prima di procedere a un commissariamento della Federcalcio che a questo punto sembra scontato. "Da parte nostra non ci sono velleità specifiche, tant'è vero che io mi sono chiamato fuori per primo da qualsiasi ipotesi diretta di commissariamento. Più di così?", ribatte ancora Malagò.

Archivio Ultima ora