In Sicilia prove premiership Di Maio. “Violato” Rousseau

Grillo e Di Maio
Grillo e Di Maio

ROMA. – Sull’onda dello scontro con il Pd su migranti e Ong Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista apriranno la cruciale campagna di Sicilia. Sarà un mese di incontri, comizi, presenza costante in spiaggia e nelle sagre: sarà un mese in cui, oltre a lanciare il candidato alla presidenza siciliana Giancarlo Cancelleri, il M5S metterà in primo piano quel ticket Di Maio-Di Battista che potrebbe essere una delle chiavi della campagna per le Politiche. E che vede, nella corsa alla premiership, il vice presidente della Camera più che mai lanciato.

A offuscare la vigilia del “Sicilia Tour”, tuttavia, questa volta sono gli hacker. Un duplice attacco, infatti, rivela come la piattaforma Rousseau, cuore della democrazia diretta del Movimento, sia vulnerabile. Al primo attacco l’associazione che fa capo a Davide Casaleggio, ha risposto che l’attacco riguardava “Il vecchio sistema”. Ma, poche ore dopo, un altro hacker, “R0gue_0”, su Twitter svela di aver prelevato dalla piattaforma diverse serie di dati, come donazioni, codici fiscali e perfino numeri di telefono di esponenti pentastellati.

Ma l’elemento più eclatante è che l’hacker sostiene di poter facilmente falsificare i voti. “Aahrrr aahhhrr, caro Beppe, pensi il tuo forziere al sicuro? E’ troppo facile giocare con le vostre votazioni”, scrive su Twitter l’hacker pubblicando il link dei dati violati. E il suo è un attacco che, al di là della motivazione di “R0gue_0”, può far male.

“Se è così è un problema”, ammette un parlamentare M5S osservando come, di solito, un hacker avverta la sua vittima dell’attacco. Ma, in questo caso, le contromisure non sono bastate. E dal blog, a differenza di ieri, non arriva alcuna replica. “Il lavoro sulla sicurezza di Rousseau è costante”, si limitano a far filtrare i vertici M5S laddove, in vista delle primarie per la premiership, si fa più concreta un’ipotesi alla quale lo stesso Casaleggio, alla Stampa Estera, aveva accennato: quella di arruolare società esterne per la certificazione dei voti.

Sul sistema di votazione da usare, invece, è possibile che i vertici riprendano l’esempio del doppio turno (con divieto di auto candidature) in Sicilia. La vittoria di Cancelleri, in fondo, non ha avuto strascichi e, sull’antica Trinacria, ora Grillo e Casaleggio puntano tutto in vista delle Politiche. “Siamo arrivati al momento più importante. Siamo a un bivio”, sottolinea Di Maio dal blog dando il senso, a oltre un mese e mezzo di distanza, dell’importanza della kermesse Italia a 5 Stelle che si terrà a Rimini dal 22 al 24 settembre.

Una kermesse che sarà anticipata dal tour siciliano. “Il 5 novembre si vota per le elezioni regionali. Se mandiamo a casa i vecchi partiti in Sicilia, possiamo mandarli a casa anche a livello nazionale dopo pochi mesi”, avverte Di Maio prima di partire per Marina di Ragusa, tappa d’esordio del tour. E lì, oltre a Cancelleri, sarà proprio l'”enfant prodige” campano a giocarsi i suoi ultimi jolly per la premiership.

(Di Michele Esposito/ANSA)