I cancellieri di 17 paesi non riconoscono la Costituente venezuelana

Pubblicato il 09 agosto 2017 da redazione

LIMA.-  Nella cosidetta “Dichiarazione di Lima” i 17 paesi americani partecipanti alla sua stesura, hanno stabilito 16 punti che convergono tutti verso la stessa direzione: aiutare il Venezuela a ricuperare la democrazia che sembra aver perso.

Il documento è stato firmato dopo 7 ore di delibere sostenute tra i paesi presenti. I rappresentanti di Brasile, Cile, Argentina, Messico, Colombia e Canada hanno chiarito che la risoluzione è stata raggiunta rispettando le norme del diritto internazionale ed il principio di non intervenzione. E hanno precisato che il negoziato continua ad essere la miglior via per arrivare alla soluzione della crisi del paese caraibico.

Gli Usa non sono stati convocati alla riunione in Perù appunto perché, essendo duri critici di Maduro, la sua presenza potrebbe essere stata interpretata scorrettamente.

Il gruppo non riconosce l’Assemblea Nazionale Costituente eletta il 30 luglio e perciò nessuna decisione che provenga da questa assemblea considerata illegittima. E ha confermato la sua solidarietà con la Procuratrice Luisa Ortega Diaz

Inoltre, i cancellieri si sono mostrati solidali nei riguardi dell’Assemblea Nazionale, la cui maggioranza appartiene all’Opposizione. E hanno condannato l’impiego sistematico della forza, la violazione dei diritti umani, la repressione e la persecuzione politica, l’esistenza di prigionieri politici e la mancanza di elezioni libere.

A questo riguardo i cancellieri hanno espresso che “Il Venezuela non compie né con i requisiti né le obbligazioni che distinguono i membri del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite.”

Non appoggeranno nessuna candidatura che presenti il Venezuela davanti a organismi internazionali e non permetteranno la vendita di armi militari al paese caraibico, secondo gli articoli 6 e 7 del Trattato sul Commercio di Armi.

Finalmente, i cancellieri organizzeranno una nuova riunione durante la prossima sessione della Assemblea Generale delle Nazioni Unite, nella quale sperano che altri paesi aderiscano alla loro posizione. Questa assemblea è prevista per il prossimo settembre.

Ultima ora

20:45Calcio: Cristiano Ronaldo, confermata squalifica 5 turni

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Anche l'ultimo giudice sportivo d'appello, il Tribunale amministrativo dello sport (Tad), ha confermato le cinque giornate di squalifica inflitte a Cristiano Ronaldo per la spinta all'arbitro dopo l'espulsione nella partita di andata della finale di Supercoppa di Spagna contro il Barcellona. Il Real Madrid aveva presentato ricorso sperando in un piccolo sconto, ma non c'è stato niente da fare. Così il fuoriclasse portoghese. che ha già saltato il ritorno di Supercoppa e l'esordio in Liga a La Coruna, sarà assente anche per le prossime tre partite di campionato contro Valencia, Levante e Real Sociedad tornando in campo solo il 20 settembre al Santiago Bernabeu contro il Betis Siviglia.

20:37Calcio: Champions, Celtic qualificato alla fase a gironi

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il Celtic è la prima squadra a qualificarsi per la fase a gironi di Champions League. Gli scozzesi sono stati battuti in Kazakhstan dall'Astana per 4-3 ma passano in virtù del successo per 5-0 nella partita di andata. Questa la successione delle reti: nel pt al 26' aut. Ajer (A), al 34' Sinclair (C); nel st al 2' Muzhikov (A), al 3' e 23' Twumasi (A), al 35' Ntcham (C), al 45' Griffiths (C).

20:26Taekwondo: n.1 Fita Cito nel Consiglio WT

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il n.1 della World Taekwondo, Chungwon Choue, ha nominato il presidente della Federazione italiana Taekwondo (Fita), Angelo Cito, nuovo componente del Consiglio mondiale WT. Riconfermati alla vicepresidenza il membro Cio Coliseo Eduardo Dibos (Perù) e il n.1 della federazione azera, Kamaladdin Heydarov. Nominati anche altri tre membri al Consiglio: il membro Cio Aicha Garad Ali (Gibuti), il presidente della federazione di Trinidad e Tobago, Anthony Ferguson, e Marliu de Veer (Aruba). "Ci stiamo concentrando nel far ritornare l'atleta al centro del nostro mondo e stiamo aggiornando le attività umanitarie - ha detto Chungwon Choue -. Per far questo abbiamo aggiunto nuovi membri al nostro team di leadership. Gli ultimi appuntamenti hanno reso necessario una vasta gamma di competenze, talenti, contatti e persone che, quando saranno unificate sotto il Consiglio WT, aiuteranno la nostra organizzazione a raggiungere nuovi e ambiziosi obiettivi".

20:18Corea Nord: ira Cina per sanzioni Usa, ‘via subito’

(ANSA) - NEW YORK, 22 AGO - "Gli Usa devono correggere immediatamente il loro errore di sanzionare le aziende cinesi per la Corea del Nord": così Pechino replica alle nuove misure annunciate dal Dipartimento al Tesoro americano, per bocca del portavoce presso l'ambasciata cinese a Washington.

19:53Ciclismo: Tour Poitou-Charentes, prima tappa a Viviani

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Nuova vittoria del campione olimpico Elia Viviani (Sky) che a due giorni dal successo alla Cyclassic di Amburgo, ha vinto la prima frazione del Tour du Poitou- Charentes, corsa in cinque tappe che si disputa nell'omonima regione della Francia. Al termine dei 199,5km tra Bressuire e Saintes, il 28enne veronese si è imposto in volata battendo il francese Nacer Bouhanni e l'italiano Danilo Napolitano.

19:44Terrorismo: trolley sospetto ad Ancona, c’era solo cavo rame

(ANSA) - ANCONA, 22 AGO - Un trolley sospetto è stato individuato dai carabinieri ad Ancona nei pressi della fermata dell'autobus in via Marconi. I militari, che erano impegnati nei servizi di sorveglianza rafforzati dopo l'attentato di Barcellona, hanno circoscritto e bonificato l'area interessata, e, insieme agli artificieri della Polizia di Stato hanno verificato che la valigia conteneva solo un cavo di rame arrotolato. L'allarme 'bomba' dunque è velocemente rientrato.

19:35Uccise marito e si costituì: condannata a 8 anni

(ANSA) - AREZZO, 22 AGO - Otto anni è la pena inflitta alla 58enne Paola Marzenta la donna che il 18 ottobre dello scorso uccise a Lonnano, nel comune di Pratovecchio-Stia (Arezzo), il marito 64enne Dino Gori. Il delitto, maturato in seguito ad un diverbio, avvenne alla vigilia dell'udienza definitiva di divorzio della coppia. La sentenza è stata emessa oggi in Tribunale ad Arezzo, il pm Andrea Claudiani aveva chiesto una pena di 14 anni. Il giudice ha accolto parte delle attenuanti richieste dalla difesa, in particolare la perizia svolta dal dottor Mauro Mauri dell'Università di Pisa che attesta la parziale infermità mentale della donna. Paola Marzenta resterà in carcere a Sollicciano, dove è stata portata subito dopo l'arresto. (ANSA).

Archivio Ultima ora