Guterres (Onu): “Venezuela, nessuna ingerenza straniera o autoritarismi”

Accordo all'Onu, per il dopo Ban c'è Antonio Guterres (nella foto)
Sarà Antonio Guterres, Segretario Generale dell’Onu

CARACAS – “Venezuela deve essere libero sia da interventi stranieri sia da autoritarismi”. Lo ha sottolineato il Segretario dell’Onu, Antonio Guterres, che ha insistito nella “soluzione politica” della crisi istituzionale che vive il Paese.
– America Latina – ha detto Guterres – si è liberata da interventi stranieri e ogni tipo di autoritarismo. E’ una lezione importante da ricordare e una condizione importante da difendere, in particolare in Venezuela.
Pungolato dai giornalisti, il Segretario Generale dell’Onu ha rifiutato la possibilità di un intervento militare come quello suggerito da Donal Trump. E ha anche sostenuto che l’unico cammino possibile alla soluzione della crisi è quello politico. Ha quindi invitato il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, e l’Opposizione, rappresentata dal Tavolo dell’Unità, a riprendere il dialogo, sospeso dopo le accuse reciproche di non rispettare gli accordi presi.
– L’accordo politico deve essere basato nel dialogo – ha detto Guterres.
Il rappresentante dell’Onu ha riconosciuto gli sforzi fatti dai leader della regione per mediare un accordo che possa contribuire a risolvere i malintesi e a trovare il cammino verso la pace e la democrazia.
– Abbiamo mantenuto contatti con Governo e opposizione – ha assicurato -. E’ urgente che le parti in conflitto riprendano i negoziati. E’ l’unica soluzione possibile.
Mentre il Segretario Generale dell’Onu, fin dall’inizio e della crisi ha evitato le critiche e mantenuto un linguaggio moderato ed equilibrato, l’Alto Commissariato per i Diritti Umani dell’Onu ha denunciato la violenza con la quale le forze dell’Ordine intervengono nel reprimere le manifestazioni dell’Opposizione e chiesto l’immediata liberazione dei prigionieri politici.