Dopo l’Italia, anche Germania e Francia condannano la decisione dell’Anc

Pubblicato il 21 agosto 2017 da redazione

Il ministro degli Esteri, Angelino Alfano

BERLINO – Dopo le dure dichiarazioni del ministro degli Esteri, Angelino Alfano, che ha condannato “fermamente la decisione dell’assemblea costituente di avocare a sé i poteri legislativi che spettano al Parlamento legittimamente eletto in base alla Costituzione del 1999”, anche Germania e Francia hanno reso noto la loro posizione rispetto al comportamento della Costituente.
Nel corso della consueta conferenza stampa del lunedì, Martin Schafer, portavoce del ministro degli Esteri tedesco, ha dichiarato:
– La decisione dell’Assemblea Nazionale Costituente di attribuirsi funzioni legislative che competono al Parlamento rappresenta un altro passo verso la soppressione sistematica dell’ordine democratico e costituzionale in Venezuela.
Schafer ha anche sottolineato che Berlino segue con “grande preoccupazione” lo sviluppo della situazione politica venezuelana e fatto notare che la Costituente, “con questa decisione, disprezza il voto dei venezuelani” espresso nelle parlamentari del 2015.
Anche il governo francese ha condannato energicamente la decisione della Costituente di usurpare i poteri del Parlamento e affermato che è “urgente” dare spazio al dialogo per uscire dalla crisi.
In un comunicato, il ministero degli Esteri francesi ha precisato che “solo il dialogo tra le parti e il rispetto tra poteri dello Stato può garantire una soluzione negoziata alla crisi che vive il Paese”.
Durante il fine settimana, il ministro Alfano ha sollecitato i partner europei ad adottare delle misure contro il governo del Venezuela, “se la democrazia e lo stato di diritto non saranno subito ristabiliti nel Paese”.
“Condanniamo fermamente – ha affermato in una nota il responsabile della diplomazia italiana – la decisione dell’assemblea Costituente di avocare a sé i poteri legislativi che spettano al Parlamento legittimamente eletto in base alla Costituzione del 1999. Si tratta di un ulteriore grave passo di allontanamento del Venezuela dai principi fondamentali di democrazia e stato di diritto e verso un regime autocratico”.
Il ministro Alfano aveva anche esortato “il governo venezuelano a porre in essere con urgenza le misure necessarie a restaurare la democrazia e lo stato di diritto”.

Ultima ora

19:22Salvini a D’Alema, Lega fascista? Lui beve tanto vino

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "D'Alema è preoccupato per "la deriva neofascista della Lega". Oltre a produrre vino, forse ne beve tanto. A casa queste mummie che hanno distrutto l'Italia! #4marzovotoLega". Così il segretario della Lega e candidato premier Matteo Salvini replica alle parole di Massimo D'Alema che si era detto preoccupato più della "deriva fascista della Lega" che del M5S.

19:22Germania: Schulz sollevato, mi confronterò con critici

(ANSA) - BERLINO, 21 GEN - "Siamo tutti sollevati, il risultato dimostra che abbiamo lottato duramente". Lo ha detto Martin Schulz, parlando alla tv Phoenix, dopo il voto di Bonn che ha sancito il via libera dei delegati dell'Spd alle consultazioni per la Grosse Koalition. "Dopo questo duro dibattito, abbiamo il compito di portare avanti il partito tenendolo insieme. Io mi confronterò con i critici", ha aggiunto.

19:11M5S: in programma governo manca il referendum sull’ euro

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - Manca il referendum sull'euro tra i 20 punti del programma di governo M5S. Luigi Di Maio, parlando del punto sull'Europa precisa invece che il M5S "non vuole rompere con l'Ue" ma, sul deficit, "vuole andare ai tavoli europei per chiedere ciò che altri Paesi hanno avuto" e poter fare "investimenti in deficit in settori ad alto moltiplicatore". "Ridurremo di 40 punti il rapporto tra debito pubblico e Pil", sottolinea Di Maio.

19:05Calcio: vento forte a Cagliari, ma gara col Milan si gioca

(ANSA) - CAGLIARI, 21 GEN - Fortissime raffiche di maestrale a Cagliari, ma la partita tra rossoblù e Milan si gioca lo stesso. Il primo ok è arrivato dopo il sopralluogo della questura per verificare la sussistenza delle condizioni di sicurezza per il pubblico della Sardegna Arena. Pochi minuti fa è arrivato anche il benestare tecnico della terna arbitrale. Anche perché il vento, che stamattina ha spazzato la città buttando giù anche diversi alberi, sta diminuendo di intensità.

19:05Di Maio, intercettazioni informatiche contro corruzione

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - "Riformiamo la prescrizione, con la sospensione dal primo grado di giudizio o dal rinvio a giudizio. Istituiamo il Daspo per corrotti: se sei corrotto non devi più avere a che fare con la Pubblica Amministrazione" e il M5S vuole inserire "agenti sotto copertura per i reati di corruzione e le intercettazioni informatiche con i virus trojan nei Pc e negli smartphone sempre per i reati di corruzione". Lo afferma il candidato premier M5S Luigi Di Maio parlando del programma di governo del movimento a Pescara.

18:58Di Maio, via Irap per Pmi, calo Irpef per ceto medio

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - "Eliminiamo i finanziamenti a pioggia alle Pmi che vanno sempre agli stessi e aboliamo l'Irap per loro". Lo afferma Luigi Di Maio presentando il punto sul fisco del programma del M5S. "Riduzione aliquote Irpef per ceto medio, no tax area fino a 10mila, manovra choc per Pmi con la riduzione del cuneo fiscale", sono altre priorità rimarcate da Di Maio che spiega: "il Made in Italy non potrà mai robotizzare i suoi artigiani. Se vogliamo salvare il Made in Italy va reso competitivo".

18:58Gentiloni, sì Spd per governo è passo avanti per futuro Ue

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Passa a maggioranza la proposta di Martin Schulz per concludere un accordo di grande coalizione. Un passo avanti per il futuro dell'Europa". Lo scrive su twitter il premier Paolo Gentiloni commentando il sì della Spd alla grande coalizione con la Merkel.

Archivio Ultima ora