Calcio venezuelano: Mineros crolla a Maracay, il Lara nuovo leader del Clausura

CARACAS – Il Torneo Clausura settimana dopo settimana continua a regalarci colpi di scena. Dopo otto turni di campionato il nuovo leader é il Deportivo Lara che ha travolto il Deportivo Táchira approfittando del passo falso del Mineros in casa dell’Aragua.

A Barquisimeto, la squadra allenata da Leo González non ha lasciato scampo agli avversari imponendosi non solo sul campo, ma anche sul risultato: vittoria per 3-0 grazie alle reti di José Caraballo (4’), Lucas Gómez (56’) e Jesús González (90’+3). Con questo risultato, il Lara non solo conquista la vetta della classifica, ma ottiene anche la prima vittoria contro il Táchira dopo 4 anni, l’ultima volta che ha portato a casa l’intera posta risale al 31 agosto 2013: vittoria per 1-0 grazie al gol di Aquiles Ocanto.

C’é da segnalare che Carlos Salazar, portiere del Lara, si conferma come uno dei meno perforati del campionato: in 12 occasioni in questo 2017 la sua porta é rimasta inviolata. I barquisimetani sono l’unica formazione che non ha ancora súbito sconfitte nel Torneo Clausura, in 8 gare disputate ha un bilancio di 5 vittorie (consecutive) e 3 pareggi.

Sul campo del Metropolitano di Cabudare, hanno rappresentato la nostra collettività Giacomo Di Giorgi e Riccardo Andreutti con la maglia del Lara, entrambi sono rimasti in campo l’intera gara. Sull’altra sponda, c’è stato il rientro di Edgar Pérez Greco. Il calciatore di origine siciliana é subentrato al 46esimo al posto di Josmar Zambrano.

Con un gol di Juan García Reyes al 54’ (alla 12ª rete stagionale, 4 di queste sono arrivate contro la squadra di Puerto Ordaz) l’Aragua ha battuto per 1-0 il Mineros. Con questo risultato la squadra allenata dall’italo-venezuelano Antonio Franco estende la sua imbattibilità interna: 15 gare consecutive senza subire ko sul campo dell’Hermanos Ghersi di Maracay.

Nell’altro match clou della giornata, Carabobo e Deportivo La Guaira hanno pareggiato 1-1 nella gara disputata nel Polideportivo Misael Delgado di Valencia. Padroni di casa in vantaggio con Cristian Novoa (21’), il pari della formazione ospite é arrivato al 57esimo grazie a David Centeno.

Nella denominata ‘ciudad industrial de Venezuela’ hanno rappresentato la nostra collettività: Vicente Suanno (in campo l’intera gara) e Francisco La Mantía (subentrato al 90+1 al posto di César González).

Ennesima sconfitta interna per il Caracas, in questo turno di campionato é stato battuto per 1-2 dall’Estudiantes de Mérida. Agli accademici é bastata una doppietta di Carlos Espinoza (20’ e 37’) per espugnare il campo dello stadio Olímpico. Il gol dei rojos del Ávila porta la firma di Edwuin Pernía (57’). Con questo risulto, i capitolini scivolano fuori dalla zona octagonal, mentre l’Estudiantes si conferma bestia nera per il Caracas: ha perso tre delle ultime quattro gare disputate in casa con i biancorossi.

Sul campo dell’Olímpico erano presenti gli italo-venezuelani: Gabriele Rosa (sostituito al 46’ da Reiner Castro), Miguel Mea Vitali (subentrato al 64’ al posto di Robert Garcés) e Fernando Aristeguieta De Luca (ha disputato l’intera gara).

Hanno completato il programma dell’ottava giornata: Metropolitanos-Deportivo Anzoátegui 0-0, JBL Zulia-Atlético Venezuela 0-0, Monagas-Atlético Socopó 3-1, Trujillanos-Portuguesa 1-0 e Zamora-Zulia 1-1.

(Fioravante De Simone)

Condividi: