Santa Sede, Papa Francesco: «La pena di morte è contraria al Vangelo»

Papa Francesco afferma che la pena di morte è contraria al Vangelo
Papa Francesco con i detenuti del carcere minorile di Casal del Marmo
Papa Francesco afferma che la pena di morte è contraria al Vangelo
Papa Francesco con i detenuti del carcere minorile di Casal del Marmo

CITTA’ DEL VATICANO – “Si deve affermare con forza che la condanna alla pena di morte è una misura disumana che umilia, in qualsiasi modo venga perseguita, la dignità personale. È in sé stessa contraria al Vangelo”. Così papa Francesco, secondo cui la pena di morte non può essere ammessa per quanto grave possa essere stato il reato commesso.

Intervenendo nell’Aula nuova del Sinodo, in Vaticano, all’incontro promosso dal Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione,  per il venticinquesimo anniversario della firma della costituzione apostolica Fidei Depositumda di San Giovanni Paolo II, il Papa ha voluto fare riferimento nel suo discorso “a un tema che dovrebbe trovare nel Catechismo della Chiesa cattolica uno spazio più adeguato e coerente”.

Secondo Francesco, “mai nessun uomo, neppure l’omicida, perde la sua dignità personale, perché Dio è un Padre che sempre attende il ritorno del figlio il quale, sapendo di avere sbagliato, chiede perdono e inizia una nuova vita. A nessuno, quindi, può essere tolta non solo la vita, ma la stessa possibilità di un riscatto morale ed esistenziale che torni a favore della comunità”.

Papa Francesco ha spesso avuto contatti con condannati a morte, ad alcuni ha telefonato, soprattutto in occasione del Giubileo dei carcerati nel 2016.