Russia 2018: la Vinotinto frantuma il sogno mondiale del Paraguay

Mondiale
Yangel Herrera esulta dopo il gol contro il Paraguay
Mondiali
Yangel Herrera esulta dopo il gol contro il Paraguay

 

CARACAS – Colpaccio della Vinotinto nel Defensores del Chaco. La nazionale venezuelana chiude le qualificazioni verso il mondiale Russia 2018 con una vittoria 0-1 sul difficile campo paraguaiano mandando in fumo i sogni di gloria dei padroni di casa. Il gol partita é arrivato all’84’ grazie a Yangel Herrera.

La partita – Guaranì che necessitano di un gol per sperare di raggiungere il quinto posto partono con il piede sull’acceleratore. Sin dalle prime fasi, l’albirroja prova a gestire il pallino del gioco cercando imbucate verso gli avanti. Óscar Romero, Antonio Sanabria e Cecilio Domínguez hanno tentato in tutti modi di segnare il gol ma non sono riusciti a sfondare la porta difesa de Fariñez.

Per la vinotinto hanno cercato di sbloccare il risultato Jhon Murillo ed il granata Tomás Rincón, ma hanno trovato l’opportuno intervento del portiere Silva.

Anche nella ripresa per la verità non cambia troppo l’andazzo, il Paraguay può piazzare la zampata decisiva per volare al mondiale, ma sente forse tremare le gambe e non riesce ad affondare.

Durante la seconda frazione di gioco Rafael Dudamel mescola le carte: entra Yeferson Sotelto per l’infortunato Córdova e Romulo Otero per l’ex granata Martínez.

Con l’innnesto di Sotelto ed Otero la vinotinto alza il suo baricentro e inizia a creare problemi alla retroguardia paraguaiana.

Lo stesso centrocampista subentrato ha la palla per la vittoria, rientrando sul destro e andando a colpire in pieno la traversa. All’84’ il Venezuela riesce a portarsi in vantaggio: è Otero ad ispirare sulla destra, palla a rimorchio per il rigore in movimento di Yangel Herrera che gela Silva e i quasi cinquantamila presenti nel Defensores del Chaco.

In questa partita Herrera può festeggiare il primato di essere il primo venezuelano ad andare in gol con le nazionali U15, U17, U20 e quella maggiore.

Sul finire dell’incontro saltano i nervi ed iniziano alcune scaramucce, così vengono espulsi Wilker Ángel per il Venezuela e Gustavo Gómez nelle file dei padroni dicasa.

Dopo il triplice fischio la Vinotinto ha festeggiato la sua seconda vittoria in queste qualificazioni e la prima in trasferta. La nazionale venezuelana non vinceva in trasferta da 11 gare. Si dà il caso che l’ultima volta che aveva portato a casa i tre punti era stato proprio contro i guaraní, vittoria per 0-2 con doppietta di Salomón Rondón.

La vinotinto ha chiuso il girone di qualificazione Conmebol all’ultimo posto con 12 punti frutto di due vittorie, sei pareggi e 10 sconfitte.

L’italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana ha disputato l’intera gara. Mentre gli “italiani” Tomás Rincón e Josef Martínez sono partiti titolari. Il centrocampista del Torino ha disputato i 90 minuti con al braccio la fascia da capitano, mentre l’ex granata é stato sostituito al 76’ ed é stato anche ammoonito.

Nel post partita il tecnico venezuelano, Dudamel ha denunciato tentativi di corruzione sessuale nel ritiro della Vinotinto, con il chiaro obiettivo di favorire il successo dei padroni di casa ancora in corsa per acciuffare lo spareggio. “Ho visto comportamenti molto gravi ed espliciti. Sono arrivate molte chiamate e il nostro hotel era pieno di donne avvenenti che hanno chiaramente cercato di sedurre i giocatori – ha denunciato Dudamel -. Certi stratagemmi sono sempre esistiti, ma forse qualcuno non si è reso conto che il calcio è cambiato e che questa squadra è fatta di professionisti seri”, ha concluso il c.t. venezuelano.

Il tabellino

PARAGUAY-VENEZUELA 0-1

Gol: Yangel Herrera (84’)

Paraguay (0): Antony Silva; Jorge Moreira, Gustavo Gómez, Paulo Da Silva (C) (Miguel Samudio, min.62), Júnior Alonso; Rodrigo Rojas, Robert Piris; Óscar Romero, Cecilio Domínguez (Antonio Bareiro, min.57), Ángel Romero; e Antonio Sanabria (Óscar Cardozo, min. 56). CT: Francisco Arce.

Venezuela (1): Wuilker Fariñez; Ronald Hernández, Jhon Chancellor, Wilker Ángel, Rubert Quijada; Yangel Herrera, Tomás Rincón (C); Sergio Córdova (Yeferson Soteldo, min. 58), Jhon Murillo (Júnior Moreno, min.81); Josef Martínez (Rómulo Otero, min.76) e Salomón Rondón. CT: Rafael Dudamel.

Note: cartellini gialli: Júnior Alonso, Rodrigo Rojas, Óscar Cardozo (P). Josef Martínez, Yangel Herrera, Rómulo Otero, Wuilker Fariñez (V). cartellini rossi: Gustavo Gómez e Wilker Ángel per entrambi rosso diretto. Arbitro: Wilton Sampaio (Brasile). Stadio: Defensores del Chaco, Asunción.

(Fioravante De Simone)