Chef abruzzese Niko Romito: “Il cuoco moderno al top e nelle mense”

Lo chef abruzzese Niko Romito
Lo chef abruzzese Niko Romito

 

ROMA. – “Il cuoco moderno è quello che sa meritare le Tre Stelle Michelin, e da oggi le Tre Forchette del Gambero Rosso ma sa anche portare qualità in una mensa ospedaliera dimostrando che l’alta cucina si può fare per tanti se non per tutti e con un progetto sostenibile”. Lo ha detto lo chef abruzzese Niko Romito, a margine della cerimonia di consegna dei premi della ‘Guida ai ristoranti d’Italia 2018’ del Gambero Rosso, guida che lo pone al vertice assoluto con 96 punti.

Romito sottolinea come il progetto ‘Intelligenza nutrizionale’ abbia rivoluzionato i pasti distribuiti in 2 ospedali romani, il Cristo Re e Villa Betania, “migliorando l’apporto nutrizionale per i pazienti e il food cost”. Entusiasta per “questo riconoscimento inaspettato”, ha detto Romito, il 43/enne chef abruzzese ha affermato che il 2017 “è un anno speciale, per me, per la mia squadra, per i giovani di Casadonna.

Sta arrivando da tutto il mondo gente che chiede la nostra formazione. E con il progetto Bulgari stiamo portando la vera cucina italiana nelle grandi città del mondo; ultima apertura a Pechino. Tutto questo perché con i miei ragazzi riesco a fare grande ricerca, e dal mio ristorante parte un messaggio di innovazione che è compreso in tutto il mondo” ha concluso.