Cile: ambientalisti protestano contro progetto Alto Maipo

 

ROMA. – Una grande manifestazione è stata realizzata domenica a Santiago da parte di più 20 organizzazioni ambientaliste contro il progetto idroelettrico Alto Maipo, con l’obiettivo di mostrare contrarietà al “sostegno che il governo fornisce” a questa iniziativa, accusata dalle associazioni di danneggiare l’ambiente. Lo riporta El Ciudadano.

Marcela Mella, presidente del coordinamento cittadino No Maipo Alto, ha detto a Radio Bio Bio che esigono il rispetto della legge, perché il progetto “non è conforme ai permessi ambientali”. Secondo le organizzazioni, il progetto Alto Maipo potrebbe far seccare “più di 100 mila ettari e corsi d’acqua naturali del fiume Maipo”. Inoltre, le associazioni hanno riferito del problema del sottofinanziamento del progetto e hanno ricordato i processi in corso per la presunta violazione della Risoluzione di qualificazione ambientale RCA.

L’associazione Agua y Soberania ha chiesto la riparazione ambientale “di tutte le zone toccate dal progetto, la riconversione mediante una linea di produzione che non presenti rischi, una ristrutturazione dei servizi pubblici di valutazione ambientale” e che venga dichiarato eccessivamente sfruttato il bacino del fiume Maipo.