Rally Fia Nacam: l’isola di Margarita vibrerà con il rombo dei motori

Pubblicato il 03 novembre 2017 da redazione

 

CARACAS – Questo fine settimana l’isola di Margarita farà da cornice ad una tappa del Rally Fia Nacam. Alla gara che andrà in scena nel settore El Yaque parteciperanno undici scuderie. La prova ha l’omologazione del Touring Automóvil Club de Venezuela ed é stato organizzato dal Rally Club Mérida. il vincitore della gara porterà a casa la Coppa “Nuestra Señora del Valle”.

I piloti saranno impegnati in un percorso di 231,835 km che avrà un mix di strada asfaltata e superfici di terra per un totale di 12 manche cronometrate.

Oggi c’è stato il riconoscimento del tracciato, la consegna dei materiali e gli accrediti. Tra i documenti che devono consegnare i piloti per partecipae al Rally Nacam Fia troviamo la patente sportiva e quella normale, certificato medico ed i documenti della macchina.

Mentre domani ci sarà spazio per la revisione tecnica delle vetture ed i primi test. Il semáforo verde si accenderà domenica.

Tra i piloti che hanno confermato la loro presenza troviamo il messicano Ricardo Triviño, che salirà a bordo di una Mitsubishi Evo9 ed avrà come copilota Marco Hernández.

Tra i venezuelani spicca il nome di Carlos García Fessman, che stando all’opinione degli esperti é uno degli ossi duri in questa prova grazie alla sua vasta esperienza nella specialità motoristica. Fessman é anche uno degli organizzatori di questa tappa del Rally Fia Nacam. Il venezuelano sarà in pista al volante di Mitsubishi Evolution9.

Gli altri rappresentanti della terra di Bolívar sono: Elvys Torrealba (Peugeot 206), Alberto Fábregas (Chevrolet Corsa), David Cepeda (Fiat Uno), Lino Oliveira (Citroen C4), Francisco Calderón (Hyundai Tiburón), Rigoberto Moncada (Renault Clio), José Labrador (Renault Clio), Argenis Pereira (BMW 325) e Gabriel Pérez (Renault 19).

Il campionato della NACAM FIA ha nel suo calendario gare che hanno un percorso tra i 100 ed i 250 km. I paesi che ospitano queste gare sono Canadá, Costa Rica, Giamaica Messico, Panamá e Venezuela.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

17:33Afghanistan: 18 miliziani Isis uccisi in provincia Nangarhar

(ANSA) - NEW DELHI, 20 NOV - Almeno 20 militanti dell'Isis sono stati uccisi durante due operazioni aeree e terrestri in due distretti della provincia orientale afghana di Nangarhar. Lo hanno reso noto funzionari locali. Il portavoce del governo provinciale, Attaullah Khogyani, ha precisato che le operazioni militari sono state condotte la scorsa notte nei distretti di Achin, dove 14 militanti sono stati uccisi fra cui un comandante locale di nome Saqib, e di Khogyani (quattro guerriglieri morti). Soprattutto il distretto di Achin è considerato una roccaforte dei seguaci del 'Califfo' Abu Bakr al Baghdadi, ed in esso gli incidenti armati sono pressoché quotidiani.

17:33Migranti: la Libia apre un’indagine sugli abusi

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Il governo libico di unità nazionale ha aperto "un'indagine" sullo "sfruttamento degli immigrati clandestini e lavori forzati in Libia da parte di organizzazioni criminali", resi noti "dai media nei giorni scorsi". Lo riferisce una nota del ministero degli Esteri libico, sottolineando il proprio "disappunto e rifiuto verso queste pratiche disumane, contrarie alla cultura e alla tradizione del popolo libico". "Se tali accuse verranno provate - aggiunge la nota - tutti i soggetti coinvolti saranno puniti e indagati".

17:31Figc: Veltroni, uscire da logica voti

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - "Ci sono riforme radicali da affrontare per il calcio, bisogna uscire dalla logica dei voti che accomuna tante federazioni alla politica". Così Walter Veltroni a Sky dopo le dimissioni del presidente della Figc Carlo Tavecchio. "Io in Figc? Il calcio non è il Parlamento, piuttosto che una logica di voti maggioranza-minoranza, servono persone interne al mondo del calcio o una combinazione tra una figura manageriale e persone che hanno giocato e hanno competenze ed esperienza".

17:30Truffa Ssn: sequestrati 7,3 milioni euro a 3 cliniche romane

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Rimborsi per prestazioni di assistenza domiciliare sanitaria e parasanitaria superiori a quelle effettivamente eseguite. E' la truffa ai danni del Ssn che il pm di Roma Alberto Pioletti contesta a quattro amministratori di tre cliniche "Hospice" in carica tra il 2011 ed il 2015. Oggi i carabinieri del Nas hanno sequestrato sette milioni e 300 mila euro, per il pm rimborsati indebitamente, dai conti delle case di cura Villa speranza, Fondazione Roma e Sant'Antonio da Padova. Il servizio "Hospice" è offerto dalle cliniche private a malati terminali. Quando non ci sono posti a disposizione l'assistenza sanitaria e parasanitaria si svolge nelle abitazioni dei pazienti. L'inchiesta ha preso le mosse dall'esposto di un medico di una delle tre cliniche.

17:29Donna morta accoltellata in casa nel Bolognese

(ANSA) - BOLOGNA, 20 NOV - Una donna sui 60 anni è stata trovata morta accoltellata in una villetta a Budrio, nel Bolognese. Il Pm di turno Stefano Orsi e i Carabinieri sono sul posto. Avrebbe almeno due ferite, di cui una nella schiena. Nella casa non ci sono apparentemente segni di colluttazione. Indagini sono in corso. La casa dove è stato trovato il cadavere, a quanto si apprende da familiari, è in aperta campagna. La frazione è Armarolo di Budrio, via Luzzo. Indagano i Carabinieri della Compagnia di Molinella. (ANSA).

17:28Zimbabwe: domani impeachment in Parlamento per Mugabe

(ANSA) - HARARE, 20 NOV - Le procedure parlamentari di impeachment del presidente Robert Mugabe dovrebbero durare solo due giorni a cominciare da domani: lo ha previsto Paul Mangwana, vicesegretario per gli affari legali della Zanu-Pf, il partito di governo dello Zimbabwe.

17:26Argentina: segnali non erano del sottomarino disperso

(ANSA) - BUENOS AIRES, 20 NOV - La Marina militare argentina ha reso noto che i brevi messaggi satellitari captati sabato non provenivano dal sottomarino disperso con 44 membri di equipaggio a bordo. Come ha riferito il portavoce della Marina Enrique Balbi, i sette messaggi satellitari in bassa frequenza sono stati esaminati ed è stato stabilito che non corrispondono al sottomarino, l'ARA San Juan, di cui si sono peri i contatti sin da mercoledì scorso.

Archivio Ultima ora