Il capitano Mea Vitali carica i suoi per il ritorno contro il Carabobo

Miguel Mea Vitali
Miguel Mea Vitali

 

CARACAS – All’andata vinse il Carabobo con un gol in zona Cesarini di Eduard Bello, ma l’italo-venezuelano Miguel Mea Vitali promette battaglia nel ritorno del Misael Delgado dove il suo Caracas dovrà ribaltare l’0-1 subito all’Olímpico.

I capitolini hanno subito voltato la pagina per concentrarsi nel migliore dei modi e centrare l’obiettivo principale: “passare il turno!”

A suonare la carica é uno dei baluardi di questa squadra, il capitalo Mea Vitali, che sa che il destino del Caracas é nelle mani dei giocatori. “Abbiamo sofferto per la sconfitta, per la forma com’è arrivata e addirittura in casa. Pensiamo che il Carabobo se n’é andato con più del previsto, é risucito a mantenere la porta imbattuta. Adesso dobbiamo essere noi i vincitori, abbiamo le nostre possibilità intatte. Conosciamo molto bene il campo e stiamo lavorando nel migliore dei modi per tentare la rimonta. Dobbiamo essere protagonosti”.

La formazione capitolina non sta vivendo un periodo eccellente in campionato, quella di domenica é stata la quarta sconfitta consecutiva. L’ultima volta che i rojos del Ávila avevano vissuto una situazione simile é stata durante la stagione 2005 quella volta perse contro: Aragua (1-0 a Maracay), Italmaracaibo (1-0 a Maracaibo), Carabobo (1-3 in casa), Estudiantes de Mérida (3-2 in trasferta). Ma c’è da segnalare che in quella stagione il Caracas si riprese e riuscì addirittura a vincere lo scudetto battendo in finale l’Unión Atlético Maracaibo. Se vogliamo aggiungere un altro aneddoto sulla panchina c’era Noel Sanvicente.

Ma per ripetere quest’impresa il Caracas dovrà sistemare alcuni dettagli per non commettere gli stessi errori della gara dell’Olímpico.

“Il Caracas dovrà avere le idee chiare dalla metà campo in sú. All’andata siamo stati poco precisi in area avversaria. Sono cose che dobbiamo migliorare, sappiamo che sono cose che dipendono da noi. La rimonta é possibile”.

Il campione di origine italica ha sulle gambe 1559 minuti disputati in questo Torneo Clausura e sa che la chiave della rimonta sarà la tranquillità.

“La pazienza é chiave, dobbiamo saper gestire la gara. É un risultato stretto. Sappiamo che se facciamo un gol sarà un colpo duro, poi segnando per primi ci faremo più forti. Noi dovremo essere fieri di noi stessi, di questa maglia e dei nostri tifosi. Per questo motivo la nostra fede per la gara di domenica é intatta”.

La gara Carabobo-Caracas é in programma per domenica alle 19:15 sul campo del Misael Delgado della città di Valencia.

Gli altri match si disputeranno nel seguente modo: Deportivo Lara-Zamora (sabato alle 15:30 a Barquisimeto), Estudiantes de Mérida-Monagas (sabato alle 17:45 nel Metropolitano) e Mineros-Deportivo La Guaira (domenica alle 17:00 a Cachamay).

(Fioravante De Simone)

Condividi: