Cabello: condannate le sanzioni dell’Ue contro il Venezuela

Pubblicato il 14 novembre 2017 da redazione

Cabello si è chiesto: “Quali conti ho io?”

Cabello si è chiesto: “Quali conti ho io?”

CARACAS.- Diosdado Cabello, esponente di spicco del partito di governo,  ha inveito contro l’Ue: “condanno qualsiasi misura punitiva e interferenza dell’Unione Europea contro il Venezuela.” “E condanno pure le misure selettive che si vogliono applicare a funzionari del governo venezuelano.”

Nel suo abitudinario modo scaltro e diretto, Cabello si è chiesto “Quali conti ho io?” (riferendosi a conti bancari) e ha continuato:

“Sono sanzioni che non hanno senso, fanno soltanto male al popolo. Questo sì stanno riuscendo a fare e grazie ai tour di Florido e Borges in giro per il mondo.”

Cabello durante una conferenza stampa in Anzoátegui ha affermato, inoltre, che “noi non abbiamo paura di nessuno” e aggiunto “vinceremo le elezioni il prossimo 10 dicembre.

La legge contro l’odio

Allo stesso modo, Cabello ha rifiutato le reazioni dell’opposizione alla recente legge promulgata contro l’odio.  La legge stabilisce anche la pena di 20 anni di carcere per chiunque promuova o sia protagonista di “delitti di odio”.

Quali misfatti possano essere catalogati come delitti di odio ancora non si sa, ma saranno sicuramente definiti secondo criteri chavisti.

Ebbene, Cabello si è chiesto: “Chi può essere a favore dell’odio? Chi lo può difendere?” e continuato: “La legge è necessaria perché effettivamente si sono commessi delitti di odio.” Giustizia sia fatta perché ci sia pace!” ha esclamato.

Nuova data per il dialogo

Cabello si è riferito anche al nuovo tentativo di dialogo tra governo ed opposizione, previsto per domani 15 novembre. Ha spiegato che l’incontro è “semplicemente uno sforzo in più del presidente Maduro.” Ma l’opposizione “casca nel ricatto” per non partecipare.

“La nostra posizione politica è il socialismo, quella loro (riferendosi all’opposizione) è il capitalismo ma dobbiamo arrivare ad un accordo per andare avanti.”

Candidati per il 10 dicembre eprezzi bloccati

Finalmente, ha annunciato che il 16 novembre si sapranno i nomi dei candidati per le amministrative.

E da ultimo ma non meno importante, Cabello ha informato che a breve sarà pubblicata la lista dei 50 prodotti per i quali si è accordato un prezzo equo.

“Perciò inizieremo a controllare più di 11.000 negozi per accertare che si rispetti il prezzo concordato.”

Insomma, un altro déjà vu.

Ultima ora

12:38Cinema: Francesco Moser, concluse riprese in Trentino

(ANSA) - TRENTO, 18 NOV - Sono terminate in Trentino le riprese di 'Moser - Scacco al tempo', un film di Nello Correale. La troupe ha affiancato Francesco Moser, tuttora il ciclista italiano con più vittorie di sempre, nel corso di un anno e lungo i percorsi a lui familiari per raccontare non solo il campione, ma per comporre un inedito ritratto dell'uomo, della famiglia e della comunità di Palù di Giovo, paesino in provincia di Trento dove il campione è nato e dov'è sempre tornato. La pellicola documenta il legame profondo della leggenda del ciclismo con la sua terra e ne ripercorre le gesta in compagnia di Merckx, Saronni, Hinault. Una storia che si rivolge a tutti, non solo agli amanti del ciclismo. Il film è prodotto da Filmwork e Tipota Movie in collaborazione con Michelangelo film, con il sostegno di Trentino Film Commission, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, e con il contributo di Banca Mediolanum, Barilla e Enervit spa. Le riprese si sono svolte tra Italia e Francia. L'uscita è prevista per l'inizio del 2018. (ANSA).

12:25Terremoto: Zingaretti e Pirozzi a colloquio in Comune

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è a colloquio con il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nella sede del Comune reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. È il primo incontro dopo il lancio della candidatura di Pirozzi alla presidenza della Regione Lazio. Zingaretti ha raggiunto il municipio di Amatrice dopo aver visitato la zona rossa è una delle areee commerciali realizzate dalla Regione Lazio.

12:14Calcio: Fiorentina, Chiesa prolunga fino al 2022

(ANSA) - FIRENZE, 18 NOV - Federico Chiesa ha prolungato il contratto con la Fiorentina fino al 2022. Ad ufficializzarlo la stessa società viola, attraverso i propri canali: "Acs Fiorentina comunica di aver prolungato fino al 30 giugno 2022, con reciproca soddisfazione, il contratto con il calciatore Federico Chiesa".

11:57Libano: Hariri a Aoun, ‘a Beirut mercoledì 22 novembre’

(ANSAmed) - BEIRUT, 18 NOV - Il primo ministro libanese Saad Hariri ha in programma di rientrare a Beirut mercoledì 22 novembre in coincidenza con la festa nazionale. Lo annuncia l'agenzia ufficiale Ani, secondo la quale "Hariri ha informato il presidente Michel Aoun che rientrerà in Libano mercoledì". Hariri, che dal 3 novembre scorso si trovava a Riad, dove l'indomani ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni, è arrivato stamane a Parigi su invito del presidente Emmanuel Macron.

11:47Cancelleri proclamato eletto all’Ars ma assente a cerimonia

(ANSA) - PALERMO,18 NOV - Non si è presentato alla cerimonia in Corte d'appello a Palermo Giancarlo Cancelleri (M5s) che è stato comunque proclamato eletto all'Assemblea siciliana dal presidente Matteo Frasca. Cancelleri è stato proclamato subito dopo Nello Musumeci che invece si è presentato con alcuni familiari circondato da un centinaio di persone.

11:36Terremoto: Zingaretti visita attività commerciali Amatrice

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è giunto d Amatrice, il comune del Reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. Il governatore in questo momento sta visitando le attività delocalizzate in seguito al sisma nella nuova area commerciale ‘ex Cotral’ realizzata dalla Regione Lazio.

11:31Sicilia: Musumeci proclamato presidente Regione

(ANSA) - PALERMO, 18 NOV - Nello Musumeci è stato proclamato presidente della Regione siciliana dalla Corte d'appello di Palermo. Al momento della proclamazione da parte del presidente del Corte, Matteo Frasca, il neo governatore Musumeci si è commosso. In prima fila nell'aula magna con Musumeci c'erano il figlio Salvo e la nipote Rita. Un applauso ha chiuso la breve cerimonia, presenti un centinaio di persone. Al termine, nell' atrio del palazzo di giustizia il neo presidente è stato festeggiato dalla folla: tanti gli abbracci e baci.

Archivio Ultima ora