Presentata la Vuelta al Táchira 2018: partenza da Barinas, arrivo a San Cristóbal

 


CARACAS – In una conferenza stampa svoltasi nello stadio Pueblo Nuevo di San Cristóbal, l’Asociación Tachirense de Ciclismo ha presentato la 53ª edizione della Vuelta al Táchira.

All’incontro coi media erano presenti William Rodríguez, Jairo Borrero, Ender Rosales, Hugo Murillo, Jarroll Dueñas, Néstor Morales e Julio Enrique Rangel in rappresentanza della Asociación Tachirense de Ciclismo.

Dieci le tappe. Si inizierà a pedalare il 12 gennaio a Concafe a Barinas, arrivo il 21 a San Cristóbal. La carovana della Vuelta al Táchira attraverserà Barinas, Mérida e Táchira.

Durante il percorso la gara ciclistica transiterà per 22 dei 29 municipi dello stato Táchira. Gli abitanti dei municipi Junín, Independencia, San Cristóbal, Torbes, Fernández Feo, Libertador, Cárdenas, Guásimos, Lobatera, Ayacucho, García de Hevia, Panamericano, Samuel Darío Maldonado, Simón Rodríguez, Antonio Rómulo Costa, Seboruco, Jáuregui, San Judas Tadeo, Michelena, Pedro María Ureña, Bolívar e Libertad avranno l’opportunità di osservare dal vivo i colori che solo una gara come la Vuelta al Táchira può regalare.

“Il percorso dell’edizione 2018 é stato elaborato in base alle esigenze dell’Unione Ciclistica Internazionale e adattandolo al nostro territorio. Nella Vuelta al Táchira ci saranno tappe di pianura e di montagna” ha dichirato Rodriguez ai media.

Durante la conferenza stampa é stato annunciato che le scuderie ed i corridori partecipanti saranno resi noti nei prossimi giorni.

L’attesa per la Vuelta al Táchira é grande, giacché vi potrebbero partecipere i big del Sudamerica data la vicinanza con la Vuelta a Colombia Oro y Paz che é in programma tra il 6 e l’11 febbraio 2018.

(Fioravante De Simone)