Diosdado Cabello assicura: “Banesco diverrà banca statale”. Escotet smentisce

Diosdado Cabello accusa l’Opposizione di volver rieditare “las guarimba
Diosdado Cabello accusa l’Opposizione di volver rieditare “las guarimba

Escotet ha assicurato che Banesco non é in vendita

 

Caracas. – Da settimane ormai Cabello annuncia che Banesco potrebbe diventare statale. Il dirigente chavista ha ripetuto l’affermazione durante il suo programma tv “Con el Mazo Dando.” Secondo Cabello, la compera dell’ente bancario da parte del governo venezuelano è imminente.

“Non stiamo giocando. Noi compreremo Banesco” ha detto il membro della Costituente per lo stato Monagas. E ha ribadito che la transazione si farà durante questa settimana.

Quindi, durante il suo programma televisivo, il dirigente chavista ha svelato alcuni dettagli sul presunto negoziato.  Negoziato che si starebbe facendo tra Juan Carlos Escotet, fondatore di Banesco ed il governo venezuelano, il quale detiene parte delle azioni della banca.

Nel suo consueto tono, Cabello ha informato l’audience che Escotet avrebbe proposto al governo di Maduro di acquistare le azioni. Ma si è affrettato ad aggiungere che anche “loro” hanno il diritto di fare una contro offerta.

A dicembre 2017, la giunta direttiva della banca privata, avrebbe suggerito di comperare il 2.34% delle azioni appartenenti al governo, per 387 milioni di bolivares.

“Ora, però, lui (Escotet) non può negarsi al fatto che la nostra offerta sia uguale a quella che lui ci aveva proposto.” “Non può aumentare il prezzo.” “Nel caso volesse cambiare il prezzo, sarebbe una truffa, vero? E tu Escotet, non sei un truffatore, vero?” “Tu sei un tipetto ben formato, hai comprato banche in Spagna con i tuoi soldi, non te li sei portati via da qui, dal Venezuela” haallertatoCabello.

Negoziati dal 2012

Il primo vicepresidente del PSUV ha poi spiegato che il governo è da luglio del 2012 che sta cercando di comperare Banesco.Ed ora il momento sembra sia arrivato. Il dirigente chavista dice che il fondatore di Banesco avrebbe accettato una cifra pari a 3 milioni e mezzo di $USA.

“Ringraziamo Escotet per averci offerto questa opportunità così economica di comperare la sua banca che passerà ad essere statale.”

Durante le ultime settimane, Banesco è stata additata da Cabello come un ente dietro il quale si sono fatte “transazioni fraudolente” nella frontiera con la Colombia. E in quell’opportunità il politico ha sfidato l’ente bancario promettendo di indagare fino in fondo.

Escotet smentisce con un cinguettio

Anche se non si è pronunciato immediatamente, Juan Carlos Escotet, proprietario di Banesco, ha smentito  con un cinguettio le dichiarazioni di Cabello..

“Come ho giá detto nel 2014 – ha scritto nel suo account –  i figli non si vendono. Lo sanno tutti, anche i miei nipoti. Banesco non é in vendita. Oggi piú che mai scommettiamo sul Venezuela”.

Juan Carlos Escotet, è figlio di immigrati spagnoli in Venezuela. È l’unico miliardario venezuelano tra i 500 citati dall’indice  Bloomberg sui miliardari del mondo.Escotet preside Abancache è un’entità spagnola frutto della fusione delle casse di risparmio della Galizia. Mentre in Venezuela, dirigeBanescocon sportelli anche negli Stati Uniti, Porto Rico, Panana, Repubblica Dominicana e Colombia.

Le reazioni alle affermazioni di Cabello

Twitter si è riempito di messaggi critici nei confronti di Cabello. Molti venezuelani pensano che il governo si difende dicendo che non ha dollari per via della “guerra economica” ma ha dollari per comperare una banca privata.

“Il governo dovrebbe badare alla crisi di cibo e medicina, invece di acquistare banche.” È stata l’essenza di molti tweet.