Mario Valentino, con i tacchi a spillo sollevò la moda

Un libro ricostruisce la storia di Mario Valentino

NAPOLI. – Farah Diba, Jacqueline Kennedy, Maria Callas, Liz Taylor, Catherine Deneuve erano sue clienti affezionate: a Mario Valentino, l’ inventore dei tacchi a spillo che amava definirsi uno ‘scarparo’ internazionale, è dedicato il volume “Mario Valentino – Una storia tra moda, design e arte” di Ornella Cirillo, docente di Storia della moda presso l’Università degli studi della Campania.

Se già ai primi del novecento Vincenzo Valentino, padre di Mario, confezionava calzature di altissima qualità che gli venivano commissionate da clienti come Vittorio Emanuele III di Savoia, fu il figlio a introdurre il tacco a spillo e il mocassino da donna.

Il volume edito da Skira racconta l’affermazione di Mario Valentino come marchio leader nell’abbigliamento di lusso, per i quali si è avvalso del contributo di stilisti come Paco Rabanne, Karl Lagerfeld, Giorgio Armani e Gianni Versace e di fotografi come Franco Rubartelli, Roberto Carra, Toni Meneguzzo, Richard Avedon, Robert Mappletorpe ed Helmut Newton.