Colombia: sequestrati i beni della vedova di Pablo Escobar

Beni acquisiti con denaro attività criminali narcoboss

BOGOTA’. – La Giustizia colombiana ha posto sotto sequestro 16 tra beni e proprietà immobiliari di Victoria Eugenia Henao Vallejo, vedova di Pablo Escobar, defunto capo del cartello della droga di Medellin, e della madre e la sorella di Jhon Jairo Vásquez Velásquez, detto “Popeye “, uno dei luogotenenti del boss. I beni sequestrati sono appartamenti, case, magazzini e locali commerciali, così come i veicoli che erano intestati alle tre donne, per un valore totale superiore ai due milioni di dollari, secondo i dati forniti dall’ufficio del procuratore generale.

“L’accusa ha dimostrato che tutti i beni sequestrati provenivano dai capitali ottenuti dalle attività criminali legate al traffico di droga portate avanti da Pablo Emilio Escobar Gaviria e dai suoi luogotenenti, tra cui John Jairo Vasquez Velasquez”, ha riferito l’accusa. La Procura sostiene che i beni della famiglia di Vásquez Velásquez furono acquisiti dopo il 1988, quando faceva già parte della “struttura criminale” del cartello di Medellín.

Con questa decisione, i beni confiscati saranno trasferiti al Fondo per la riabilitazione, gli investimenti sociali e la lotta contro il crimine organizzato (FRISCO). La vedova di Escobar e i due figli vivono in Argentina con un’altra identità, anche se Juan Pablo Escobar ha realizzato attività pubbliche con i libri e dichiarazioni, chiedendo perdono per le attività criminali del padre. Vasquez Velasquez è tornato in libertà nel 2014 dopo aver scontato una pena detentiva di 23 anni per diversi reati.