Bolivia: una bandiera di 100 km per lo sbocco sul mare

Mobilitazione vuole battere record per sostenere rivendicazione. (Foto ABI)

ROMA. – Il ministro della Difesa della Bolivia, Javier Zavaleta, ha annunciato che saranno tra le 20 mila e le 30 mila le persone che il prossimo 10 marzo parteciperanno al “Banderazo”, manifestazione nella quale sarà srotolata la bandiera più lunga del mondo che punta a raggiungere i 100 chilometri di lunghezza, con l’obiettivo di sostenere la rivendicazione di sbocco sovrano sul mare del Paese.

Secondo quanto riporta il locale La Razon, Zavaleta ha dichiarato che l’iniziativa lanciata dal presidente Evo Morales è stata accolta un “grande successo” e ha sancito che il Paese è unito per la “domanda marittima” contro il Cile, per la quale a breve ci saranno delle udienze alla Corte Internazionale di Giustizia, incaricata di pronunciarsi sul caso.

“È stato un grande successo proporre questa mobilitazione della popolazione, l’idea è che tutti partecipino con un pezzo di bandiera e contribuiscano a creare la bandiera più grande del mondo”, ha affermato il ministro. Il funzionario di governo ha spiegato che per estendere la bandiera per almeno 70 chilometri saranno necessarie tra le 20 e le 30 mila persone, oltre a 10 mila militari per la sicurezza. Saremo negli occhi del mondo, questo è l’obiettivo”, ha dichiarato, sottolineando che quando il mondo “vedrà il messaggio della bandiera, si vedrà anche che la Bolivia è unita” attorno alla richiesta di sbocco marittimo sovrano.

Zavaleta ha spiegato che la bandiera si estenderà sulla strada che va da La Paz a Oruro, e che alla sua realizzazione parteciperanno anche enti prestigiosi come l’Istituto geografico militare, che sarà incaricato di verificare la dimensione esatta della bandiera per battere il record mondiale.