Ciclismo, Tirreno-Adriatico: Caruso primo leader, cade Cavendish

Damiano Caruso .. EPA/GIAN EHRENZELLER

ROMA. – La Bmc si conferma ai massimi livelli e conquista la vittoria (la terza consecutiva) nella cronosquadre che  a Lido di Camaiore (Lucca), ha inaugurato la 53/a edizione della Tirreno-Adriatico di ciclismo. Su un percorso lungo 21,5 chilometri, i corridori guidati dall’olimpionico su strada a Rio de Janeiro, il belga Greg Van Avermaet, sono letteralmente volati, fermando la lancette del cronometro sul tempo di 22’19”, alla media di 57,804 Km/h.

Grazie al magnifico quanto netto successo di squadra, il ragusano Damiano Caruso ha indossato la prima maglia azzurra di leader della classifica generale della Corsa dei due mari, davanti al compagno di team, l’australiano Rohan Dennis, e al neozelandese Patrick Bevin; proprio Van Avermaet è passato al quarto posto sulla linea del traguardo. Al secondo posto nella classifica di tappa si è piazzata la Mitchelton-Scott (tempo 22’23”, a -4″), terzo il Team Sky, in 22’28” (a -9″).

“Questa è sicuramente una delle mie corse preferite. È la terza volta consecutiva che vinciamo qui con la Bmc – le parole di Caruso, dopo avere indossato la maglia di leader -. Senza Richie Porte è stato più difficile imporsi oggi e sarà più difficile per il team conquistare la classifica finale, adesso potrei essere io il leader del team. Sto bene. Non so quanto le condizioni del vento siano cambiate tra la nostra prova e quella del Team Sky. So solo che abbiamo spinto a tutta fino alla fine ed ecco il risultato. Siamo molto contenti della nostra condotta di gara”.

Sfortunatissimo Mark Cavendish che ha bissato la caduta nell’Abu Dhabi tour ed è finito in ospedale con varie escoriazioni. Domani è in programma la 2/a tappa, da Lido di Camaiore a Follonica, attraverso le province di Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto, per un totale di 172 chilometri e un circuito cittadino lungo 8,3 chilometri da ripetere tre volte.