Champions: Messi affonda il Chelsea, Barça ai quarti

Show al Camp Nou: l'argentino arriva a 100 gol con una doppietta

ROMA. – Il Barcellona vola nei quarti di finale, azzerando le velleità del Chelsea di Antonio Conte che, dopo l’1-1 a Stamford Bridge nella partita d’andata, subisce un 3-0 troppo severo sul terreno del Camp Nou e va fuori dalla Champions League. Prosegue, invece, il proprio cammino il Barcellona che approda nei quarti di finale, dove sarà in compagnia anche di Roma e Juve.

Il successo dei blaugrana è stato meno netto di quanto dica il punteggio e, a contribuire al tracollo della squadra di Conte, ci ha pensato il portiere belga Thibaut Courtois, non apparso in gran forma. L’estremo difensore dei ‘Blues’ è stato infilato già dopo 3′ da un’azione velocissima a base di tocchi e triangolazioni nell’area ospite, con Messi che si libera al tiro e fa passare il pallone sotto le gambe del portiere.

Il raddoppio arriva al 20′ con Dembelé, fra i migliori in campo in assoluto: l’ala proveniente dal Borussia Dortmund al 20′ viene pescato da un Messi scatenato che, dopo avere saltato come birilli – mandandoli fuoritempo – un paio di avversari, con un terzo occhio lo vede arrivare come un treno sulla destra. La conclusione di Dembelé va a insaccarsi nell’angolo alto alla destra di Courtois. Che capitola ancora al 18′ della ripresa, con un altro tunnel di Messi, che lo trafigge grazie a un siluro rasoterra.

Il Chelsea non ha demeritato, colpendo per due volte il palo e reclamando per un intervento di Piquè su Marcos Alonso. Non è bastato contro il Barcça e contro un Messi letteralmente incontenibile che ha festeggiato il 99/o e il 100/o gol in un colpo solo; poi, a fine partita, è uscito abbracciato a Conte, parlando in chissà quale lingua con l’allenatore italiano. Barça ai quarti, Chelsea a casa, sia pure a testa alta.