Usa, decine di migliaia di infortuni per hoverboard in due anni

Colpiti in media undicenni, polso e testa zone più colpite

ROMA. – Gli hoverboard, gli ‘skateboard elettrici’ che stanno prendendo piede anche da noi, hanno mandato quasi 27mila ragazzi americani al pronto soccorso nei primi due anni di commercializzazione, iniziata nel 2015. Lo ha calcolato uno studio della Columbia University pubblicato dalla rivista Pediatrics, secondo cui ad essere colpiti in media sono gli undicenni.

I ricercatori hanno consultato il National Electronic Injury Surveillance System americano, negli anni 2015 e al 2016, trovando 26.854 segnalazioni di incidenti relativi all’uso dell’hoverboard. La maggior parte degli incidenti registrati era avvenuta in casa, con il polso, la testa e l’avambraccio che sono risultati le zone più colpite e la frattura che era la diagnosi più frequente.

Nel 3% dei casi i ragazzi sono stati ricoverati dopo la visita al pronto soccorso. Gli infortuni, concludono gli autori, sono simili a quelli che si hanno andando con lo skateboard. “Ora che si conoscono le caratteristiche degli infortuni – si legge nell’articolo – si possono mettere in campo misure preventive per diminuirne l’incidenza”.