Lazio: Inzaghi col dubbio de Vrij, paura per Immobile

Top club cercano goleador
Immobile a caccia del gol.

ROMA. – I dubbi resteranno fino alla fine. Stefan de Vrij contro il suo futuro, l’Inter a cui si è promesso da tempo. In ballo domenica c’è una Champions che significherebbero circa 30 milioni in più in cassaforte. Simone Inzaghi ci sta seriamente riflettendo, a Crotone lo ha schierato titolare ma non sembra essere uscito dallo Scida soddisfatto dalla resa dell’olandese.

Ci ha sempre creduto: “E’ un professionista esemplare, giocherà fino alla fine e onorerà la maglia”, aveva sempre sostenuto pubblicamente. Ma dopo Crotone qualcosa sembra essersi smosso nelle convinzioni del tecnico biancoceleste: “Se giocherà contro l’Inter? Vediamo…”, aveva dichiarato poco dopo.

A tre giorni dal match che vale una stagione, intanto, la Lazio si è confrontata con la Primavera in un test in famiglia a cui ha partecipato anche Ciro Immobile. L’attaccante biancoceleste ha corso regolarmente ed è sembrato sulla via giusta verso la guarigione. A guastare il clima di ottimismo che si respirava a Formello, tuttavia, un pestone rimediato a gara in corso che lo ha costretto a lasciare il campo anzitempo.

Nulla di così grave da ostacolare il suo rientro con i nerazzurri nell’ultimo match di stagione, ma un po’ di apprensione la genera. In preallarme, c’è sempre Felipe Caicedo, al momento tenuto in stand by. “Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso”, ha poi scritto su Instagram. Dopo aver vinto la classifica cannonieri di Europa League, il partenopeo vuole provare a giocarsi tutto contro Icardi per vincere quella di Serie A.

Al contempo, Inzaghi è al lavoro per recuperare sia Parolo che Lukaku. Il centrocampista è fuori da quasi un mese, ha lavorato duro proprio per far parte della sfida all’Inter. Il recupero del belga, tuttavia, consentirebbe a Inzaghi di riflettere sulla scelta migliore a centrocampo. Considerando che il suo impiego a sinistra darebbe la possibilità al tecnico di optare per Lulic interno anche in caso di forfait di Parolo.

Nulla da fare, invece, per Luis Alberto. Lo spagnolo era agli Internazionali di tennis con Caceres per tifare Nadal. Troppo importante evitare ricadute e o peggioramenti all’adduttore e tentare fino all’ultimo di rientrare nelle grazie di Lopetegui per il Mondiale.