Boom del turismo sportivo, un fenomeno in costante crescita

Un gruppo di windsurf
Boom del turismo sportivo.

ROMA. – Una progressione costante quasi inarrestabile. I numeri del turismo sportivo all’inseguimento dei pellegrinaggi religiosi. Lo sport è elemento determinante in molti casi anche nei nuclei familiari nella scelta di viaggi e vacanze. Secondo dati dell’Osservatorio Turismo, il giro d’affari è stimato in 6.3 miliardi di euro con oltre 10 milioni di viaggi e oltre 60 milioni di pernottamenti in strutture ricettive italiane, 1,5 miliardi di euro è la spesa dedicata in Italia agli sport acquatici come vela, canoa e diving mentre 1 italiano su 4 sceglie la meta delle proprie vacanze anche in virtù dell’offerta sportiva.

E’ un flusso verso mete non sempre popolari o famose: gli appassionati raggiungono determinate località pur di praticare il loro sport preferito. E venerdì 13 luglio a Capri, nel complesso del Grand Hotel Quisisana, economisti, esponenti delle istituzioni politiche e sportive, manager e campioni dello sport discuteranno su “Turismo sportivo: un volàno per l’economia”.

Tra i presenti Raffaele Pagnozzi, segretario generale dei Comitati olimpici europei; Giusy Versace, campionessa paralimpica, da marzo scorso anche deputato della Repubblica Italiana; Marco Bellinazzo, giornalista del Sole 24ore esperto di sport e business; atleti pluridecorati come Patrizio Oliva, Martina Grimaldi, Davide Tizzano, il maestro Gianni Maddaloni e numerosi esperti.

Sarà consegnato il premio “Record e Valori”, istituito da Alma, a coloro che nel 2017 si sono distinti per aver abbinato ai grandi risultati sportivi anche particolari azioni solidali, o a coloro che grazie allo sport hanno cambiato il “senso” della loro vita. L’appuntamento rientra nella “due giorni” “Eccellenze a Capri tra economia, turismo, spettacolo, moda e solidarietà”, che si svolgerà il 13 e 14 luglio sull’Isola Azzurra, a cura del format che da 10 anni promuove e valorizza il Made in Campania in Italia e all’estero.